Archivio Maggio 2012
Torna all pagina principale del sito


31 maggio 2012

Rino Di Meglio rieletto con ampia maggioranza all´assemblea nazionale

La coordinatrice veronese Adriana Fattori nella Direzione nazionale


Rino Di Meglio rieletto con ampia maggioranza all´assemblea nazionale
lunedì 28 maggio 2012

Con 562 voti su 651, Rino Di Meglio è stato riconfermato coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti.


Si è conclusa così, a Tivoli, l´Assemblea nazionale della grande associazione di docenti. La tre giorni (dal 25 al 27 maggio), dedicata al rinnovo delle cariche nazionali, è stata soprattutto l´occasione per approfondire i temi centrali della Gilda, dall´area di contrattazione separata all´istituzione del consiglio superiore della docenza.

"Il nostro scopo nei prossimi anni - sottolinea Di Meglio appena rieletto - sarà quello di lavorare per raggiungere sia condizioni più dignitose per gli insegnanti italiani sia il giusto riconoscimento della loro specificità professionale".

Tra le priorità del suo mandato, inoltre, Di Meglio mette le riforme: "Siamo consapevoli del momento economico oscuro che sta vivendo il Paese, ma la nostra battaglia sarà orientata a realizzare quei cambiamenti che, anche a costo zero, possano contribuire a migliorare la scuola. La Gilda, infine - conclude - dedicherà tutte le sue energie per bloccare il processo di ‘impiegatizzazione´ della categoria".



Roma, 28 maggio 2012
Ufficio stampa Gilda degli insegnanti

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2179




Esami di stato 2° ciclo

Sul sito dell'UST di Verona è disponibile il testo dell’OM n. 41 dell’11 maggio 2012 commentato dal Dirigente Scolastico Marcello Schiavo

http://www.istruzioneverona.it/?page_id=363



Grad. istituto I fascia ATA – Proroga invio Allegato G

Con nota prot. n. 4024 del 25.5.2012 il MIUR proroga alle ore 14:00 del 5 giugno 2012 il termine per la comunicazione delle sedi (allegato G).

http://www.istruzioneverona.it/?p=12363




Graduatoria provvisoria docenti II^ grado su D.O.P.

L'UST ha pubblicato la graduatoria provvisoria dei docenti di scuola secondaria di II^ grado titolari su Dotazione Organica Provinciale.

Eventuali reclami dovranno pervenire entro il 4 giugno 2012 tramite fax 045-8303140.

http://www.istruzioneverona.it/?p=12327



TFA ordinari e speciali: precisazioni dal Miur

I tirocini speciali non partiranno in tempi brevi, probabile l´avvio per il 2012-2013


A proposito dell´avvio dei TFA speciali destinati ai docenti che abbiano 3 anni di servizio, il Miur con un comunicato diffuso sul sito istituzionale precisa quanto segue.

"L´avvio dei moduli aggiuntivi ai corsi di TFA, riservati ai docenti non abilitati, con servizio, richiede una modifica del D.M. n. 249/2010 con un altro provvedimento regolamentare di pari rango. L´ iter di approvazione, già avviato,non potrà concludersi in tempi brevi per la necessaria e prescritta acquisizione di tutti i pareri degli Organi Consultivi previsti.

L´approvazione del regolamento consentirà nella programmazione 2012- 13 l´istituzione di un doppio percorso di TFA, l´uno che prevede la selezione, la formazione in aula, il tirocinio e l´esame finale, l´altro che permette ai docenti con tre anni di servizio di accedere direttamente alla formazione in aula e all´esame finale.

Si precisa dunque che le uniche procedure di abilitazione attualmente in corso sono quelle di cui al D.M. 14 marzo 2012 i cui termini di iscrizione scadono, come noto, il 4 giugno p.v."

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2180




Mobilità annuale, concluse le operazioni di revisione e aggiornamento del CCNI

La firma dell´ipotesi di contratto integrativo avverrà nei prossimi giorni


Stamattina a viale Trastevere i rappresentanti dell´amministrazione e dei sindacati hanno concluso la revisione e l´aggiornamento delle disposizioni concernenti le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie. La firma dell´ipotesi di contratto integrativo avverrà nei prossimi giorni. Forse anche domani.

Tra le novità di quest´anno, la possibilità di ottenere l´attribuzione della precedenza per le lavoratrici madri o in alternativa per i padri, per il ricongiungimento al figlio fino ad otto anni di età.

E´ stato chiarito inoltre che, ai fini dell´assegnazione provvisoria, il ricongiungimento non vale solo per il convivente more uxorio, ma anche per il mero convivente, purché parente o affine.

Ed è stata prevista l´equiparazione dei lavoratori bisognosi di cure continuative per gravi patologie ai portatori di handicap, ai fini dell´attribuzione della precedenza nei movimenti.

Infine, particolare attenzione è stata destinata alla sequenza delle operazioni, che è stata interamente rivisitata e aggiornata per agevolarne l´applicazione in sede di operazioni.

Tutte le organizzazioni sindacali hanno convenuto, infine, sulla necessità di consentire ai docenti di strumento musicale della scuola media di chiedere l´utilizzazione nei licei musicali, sebbene in via subordinata rispetto ai soggetti in possesso dei titoli di studio previsti dalla normativa ai fini dell´accesso alle relative qualifiche.

A partire da domani le parti procederanno ad un´ultima revisione del testo dell´articolato e poi avverrà la firma dell´ipotesi di contratto. Dopo di che l´amministrazione procederà a trasmettere la bozza di accordo alla Funzione pubblica, corredata dell´apposita relazione illustrativa.

Infine, se la FP non formulerà alcun rilievo, si procederà alla firma definitiva e, subito dopo, l´amministrazione darà corso alle operazioni, fissando il termine per la presentazione delle domande.

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2181





On line l´edizione di giugno di Professione docente

Riconferma di Rino Di Meglio a coordinatore nazionale della Gilda degli insegnanti. Il documento politico:"Un rinnovato vigore per uscire insieme dal tunnel"

Giugno 2012Tivoli, 25- 27 maggio 2012, Assemblea nazionale della Gilda: consenso larghissimo per Rino Di Meglio, riconfermato Coordinatore nazionale 2012-2016 - Il documento politico di Rino Di Meglio: "Un rinnovato vigore per uscire insieme dal tunnel".


- Le prove di accesso ai TFA partono nel segno dell´improvvisazione

- Pareggio di bilancio in costituzione: un capestro per la scuola e per il welfare

- L´insegnante invisibile

- Concertazione e recessione ....Sconcertante!

- Comunica Gilda

- Vita in provincia

http://www.gildaprofessionedocente.it/




Organici 2012-2013, impegni disattesi. Lettera unitaria di protesta delle OO.SS

Passo indietro rispetto alla possibilità concordata di anticipare in organico di diritto quote di organico di fatto
Le OO.SS. con lettera unitaria di protesta chiedono la rettifica della nota inviata dal Miur in data 14 maggio 2012 alle direzioni regionali, con la quale si prevede la riduzione della dotazione organica in ciascuna regione, secondo criteri che non sono stati oggetto di informativa alle organizzazioni sindacali.

____________________________

Al Capo Dipartimento MIUR
Dott.ssa Lucrezia Stellacci
ROMA

Dalla nostre strutture territoriali abbiamo appreso che nei giorni scorsi è stata trasmessa dalla S.V. ad ogni ufficio scolastico regionale una nota, datata 14 maggio il cui contenuto, mai stato oggetto di informativa alle scriventi OO.SS., contrasta inaccettabilmente con gli impegni assunti al tavolo politico con il Ministro e con i contenuti di precedenti comunicazioni relativi alla dotazione organica di riferimento per ciascuna regione.

In particolare, respingiamo l´indicazione relativa alla riduzione della consistenza dell´organico di fatto che, anziché essere riferito a quello attualmente funzionante, viene abbassato ad una quota cosiddetta "originaria" nei fatti dimostratasi insufficiente a garantire il servizio scolastico in tutti i territori.

In applicazione dell´art 50 della legge 35 del 4 aprile 2012 non trova giustificazione la riduzione di risorse rispetto a quelle assegnate per l´anno 2011/2012.

Le scriventi OO.SS., tenendo, altresì, conto anche dello stato di avanzamento delle operazioni ribadiscono che l´ orientamento, già assunto dal Ministro, ha caratterizzato il confronto finora avvenuto in tema di organici 2012/2013e ha delineato, tra l´altro, la possibilità di anticipare in organico di diritto quote, seppur limitate di organico di fatto,

C H I E D O N O

la rettifica della nota 14 maggio nel rispetto degli impegni assunti e per ristabilire serenità nello svolgimento degli adempimenti in capo agli organi periferici.

Roma 25 maggio 2012
Flc CGIL
CISL Scuola
UIL Scuola
SNALS Confsal
GILDA Unams

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2178




Classi di concorso atipiche, chiarimenti su A040 e A060

In presenza di soprannumero devono redigersi graduatorie distinte


Come già chiarito per le classi di concorso 39/A e 60/A, il Dipartimento per l´istruzione è nuovamente intervenuto in merito alla "atipicità" delle classi di concorso 40/A e 60/A per l´insegnamento delle discipline "Biologia, microbiologia e tecnologie di controllo sanitario" e "Igiene, anatomia, fisiologia, patologia" previste nel secondo biennnio e nel quinto anno dell´indirizzo "Chimica, materiali e biotecnologie", articolazione "Biotecnologie sanitarie".

Con nota prot. n. 825 del 16 maggio 2012 inviata alle direzioni regionali, si precisa che con la atipicità si intende tutelare la situazione dei docenti della classe 60/A, titolari presso un´istituzione scolastica in cui è stato attivato l´indirizzo "Chimica, materiali e biotecnologie", articolazione "Biotecnologie sanitarie", e già in servizio nella medesima istituzione nei corsi sperimentali del precedente ordinamento.

In considerazione della particolare professionalità acquisita da tali docenti, in presenza di soprannumero, non deve procedersi alla redazione di un´unica graduatoria tra i titolari delle due classi di concorso.

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2177




Integrazione servizi Inps ed ex Inpdap

"Il completamento del processo di integrazione dei sistemi di registrazione ed accesso ai servizi online Inps ed ex Inpdap consente ad oggi l’accesso ai servizi ex Inpdap anche tramite i PIN rilasciati dall’Inps. Pertanto, la precedente procedura di registrazione degli utenti ex Inpdap è stata disattivata e ogni nuova richiesta di utenza (PIN) da parte dei cittadini iscritti a tale gestione dovrà essere effettuata esclusivamente attraverso le consuete modalità di richiesta del PIN Inps. tutte le utenze già in essere nel sistema di accesso ex Inpdap sono state importate in quello Inps, e risultano classificate come “PIN non dispositivo”. Al momento, l’integrazione ha riguardato esclusivamente l’accesso ai servizi per il cittadino, per cui restano invariate le attuali modalità di gestione delle utenze per aziende, intermediari ed enti pubblici."

http://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?iPDFIDNews=957




Esame di Stato a.s. 2011/2012

In linea le nomine delle commissioni consultabili attraverso il motore di ricerca

http://www.trampi.istruzione.it/EsamiStato/startMotoreEsamiStato.do




Precari scuola: concorsi, giovani e false illusioni

In questi giorni si succedono vari annunci sulla prospettiva di un concorso ordinario per i docenti della scuola da svolgersi in autunno 2012. [...]

il parere della Cgil: http://www.flcgil.verona.it/nazionale/precari/12%2028mag%20concorsi.htm




Il lavoratore scolastico che presta assistenza ex L. 104-1992 è inamovibile

Commento alla Ordinanza resa in data 24.05.12 dal Tribunale di Lagonegro.

"Un docente di scuola media superiore, patrocinato in giudizio dallo scrivente avvocato, proponeva reclamo avverso l’ordinanza di rigetto resa ex-art.700 c.p.c. dal giudice del lavoro presso il Tribunale di Lagonegro, concernente la negata pretesa del docente medesimo, di non essere individuato tra i cc.dd. docenti soprannumerari e quindi inserito nella relativa e pedissequa graduatoria di istituto, perché titolare del diritto soggettivo in tal senso prescritto dalla norma ex-art.33 comma 5 della legge 104/1992 da ultimo modificata per effetto della legge 183/2010. [...]"

http://www.dirittoscolastico.it/il-lavoratore-scolastico-che-presta-assistenza-ex-l-104-1992-e-inamovibile/




Numeri dei pensionamenti a Verona

Dirigenti scolastici: 10

Docenti

- sec. II:  60

- sec I:  52

- primaria: 42

- infanzia: 11

ATA:

-  DSGA: 6

-  altri ATA: 31

http://www.snalsverona.it/snalsvr/news2012/maggio/0531Pensionamenti.html



Invalsi. tutti i testi delle prove 2012

dall'Invalsi, maggio 2012

http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2012/magg2012/invalsi-tutti.htm




TFA e graduatorie

TFA Speciali - Le anticipazioni per far risparmiare parecchi soldi ai precari

dal blog di Liborio Butera, 26.5.2012

http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2012/magg2012/speciali-anticipazioni.htm


In Esclusiva nazionale ecco il decreto che riapre le graduatorie ad esaurimento e il modello A, il modello 1 fascia aggiuntiva e il modello 2 riserve

dal blog di Liborio Butera, 25.5.2012

http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2012/magg2012/esclusiva-TFA.htm




Dite la vostra: graduatorie docenti Attività alternativa


Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti


Al Ministro della Pubblica Istruzione

Alle OO.SS. della scuola

Egregio Ministro, egregi rappresentanti degli insegnanti, scriviamo la presente per superare una difficoltà che la scuola italiana incontra nel garantire fondamentali diritti degli allievi e delle loro famiglie.

Fin dal Concordato firmato nel 1984 è prevista la possibilità, per gli alunni che non intendono frequentare l'Insegnamento della Religione Cattolica (IRC), di svolgere attività didattiche alternative. [...]

http://www.gildaverona.org/joomla/index.php/dite-la-vostra/50-opinioni-di-altri-sindacati-gruppi-e-associazioni/681-dite-la-vostra-graduatorie-docenti-attivita-alternativa





24 maggio 2012



LA ROTTURA DELLE REGOLE: DISCIPLINA E CLIMA SCOLASTICO

di Cécile Carra

Université d'Artois, RECIFES, France

http://ospitiweb.indire.it/adi/SemFeb2012_Atti/06_Carra/sa12Ca_frame_dir.htm



Inidonee protezioni e responsabilità del datore di lavoro (Cass. pen., n. 14404/2012)

In merito all'imputazione per il reato di lesioni personali colpose, subite dal lavoratore, il datore di lavoro è il garante dell'incolumità del lavoratore con la conseguenza che ove non ottemperi agli obblighi di tutela impostigli dalla legge, risponde dell'evento lesivo in forza del principio secondo cui "non impedire un evento che si ha l'obbligo giuridico di impedire, equivale a cagionarlo"

http://www.diritto.it/docs/33523-inidonee-protezioni-e-responsabilit-del-datore-di-lavoro-cass-pen-n-14404-2012


Dite la vostra: TFA speciale

Sono un’educatrice. Ho superato l’ultimo concorso nel 2002 ottenendo l’idoneità.

Prendo spunto da alcuni commenti e note che si leggono su vari blog in questi giorni a proposito dei TFA per precisare alcuni punti.

Secondo il CCNL personale della scuola, nell’area della funzione docente rientrano i docenti della scuola dell’infanzia, della primaria, i docenti della scuola secondaria di primo grado, i docenti diplomati e laureati del secondo ciclo e il personale educativo. Il nostro contratto dal punto di vista giuridico ed economico è uguale a quello del docente della scuola primaria. Gli educatori concorrono alla mobilità con tutto il resto del personale docente. In altre parole, l’educatore, dopo l’anno di prova e i vincoli di legge, può ottenere il trasferimento su qualsiasi altra classe di concorso, dalle materne alle superiori, avendone i requisiti.

Il servizio nella graduatoria di terza fascia è valutato alla stregua del servizio svolto in tutte le altre classi di concorso.

Il servizio svolto dal personale educativo integra i requisiti richiesti dall’art.2 comma 4 della legge n.124 del 1999, ai fini dell’anzianità didattica occorrente per l’ammissione alla sessione riservata di abilitazione.

Nell’ OM del 15 giugno del 1999, che indiceva una sessione riservata di esami per ottenere l’abilitazione, veniva stabilito che il servizio svolto nei convitti e negli educandati era cumulabile con il servizio svolto sulle altre classi di concorso. Nel 2005, anno in cui fu indetta un’altra analoga procedura riservata per l’abilitazione, il servizio del personale educativo non fu esplicitamente menzionato sebbene corrispondente a posto di ruolo e ad una classe di concorso (cfr. legge n.143 del 2004, art.2, c.5), dando vita così ad interpretazioni differenti dai vari USP .

Ora, in vista del prossimo TFA speciale , di cui tanto si parla, rivolgendomi alle organizzazioni sindacali e al ministro Profumo chiedo che, in modo esplicito, qualora si propenda per il riconoscimento del servizio svolto su differenti classi di concorso, venga considerato anche il personale educativo, in quanto facente parte del personale docente di ogni ordine e grado.

Siamo o no docenti con gli stessi doveri ma anche con gli stessi diritti degli altri?

Cordiali Saluti

Patrizia Vincenza Tafuro



Scuole: Regione Veneto stanzia
16,5 mln euro per non statali

dall'AGI, 22.5.2012

(AGI) - Venezia, 22 mag. - La Regione ha deciso di assegnare per il 2012, 16,5 milioni di euro - 2 milioni di euro in piu' di quanto assegnato l'anno precedente - a favore degli enti gestori di 1185 scuole per l'infanzia paritarie del territorio regionale.[...]

http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2012/magg2012/stanzia.htm



Esami di stato – disponibilità sostituzione commissario esterno

E’ disponibile alla pagina modelli e documenti – esami di stato – del sito dell'UST di Verona, il modello di messa a disposizione per l’eventuale sostituzione dei commissari esterni.

Potete inviare la domanda, a scelta:

- per lettera;

- consegnato a mano all’U.R.P.;

- fax al n. 045-8303140;

- e-mail valeria.giustizieri.vr@istruzione.it o luca.ciuffreda.vr@istruzione.it

http://www.istruzioneverona.it/?p=12311

http://www.istruzioneverona.it/?page_id=1499



Rinnovo cariche nazionali: assemblea a Tivoli dal 25 al 27 maggio

Organismi provinciali e delegati riuniti per eleggere il coordinatore nazionale, la direzione nazionale e tutti gli organismi statutari


Rinnovo cariche nazionali: assemblea a Tivoli dal 25 al 27 maggio mercoledì 23 maggio 2012

Appuntamento cruciale per la Gilda degli Insegnanti: dal 25 al 27 maggio si svolgerà a Tivoli l´Assemblea nazionale per il rinnovo delle cariche nazionali. Nella città di Villa Adriana e Villa d´Este si riuniranno gli organismi provinciali e i delegati per eleggere il coordinatore nazionale, la direzione nazionale e tutti gli organismi statutari.


L´Assemblea nazionale rappresenta il momento centrale nella vita democratica della Gilda degli Insegnanti, che ha sempre fatto della continuità e dell´attenzione ai cambiamenti e all´innovazione il suo tratto distintivo, con l´obiettivo di raggiungere sia migliori condizioni per tutti i docenti, sia il fondamentale riconoscimento della specificità della funzione docente e della libertà di insegnamento.


Roma, 23 maggio 2012
Ufficio stampa Gilda degli insegnanti

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2174



TFA: aggiornate le FAQ del Ministero

Il MIUR, sul sito Cineca, ha pubblicato alcune risposte in merito ai Tirocini formativi Attivi




Il MIUR, sul sito
Cineca, ha pubblicato alcune FAQ in merito ai Tirocini formativi Attivi. Sono 13 domande , con relativa risposta, per cercare di dissipare alcuni dubbi in merito ai tirocini, alle abilitazioni a cascata, e a come accedervi.

Riportiamo di seguito le domande con relative risposte.

1. Uno studente può iscriversi ad un corso TFA se è iscritto ad un corso di laurea o post laurea?
Vi è incompatibilità tra il "TFA 2011/2012" e l´iscrizione a corsi universitari per l´a.a. 2012/2013.

2. Qual è la scadenza ultima entro cui i candidati possono conseguire i titoli di ammissione?
Il 4 giugno 2012.

3.Vi sono dei controlli tra residenza/domicilio e la regione/provincia in cui si svolge il TFA?
No. E´ possibile risiedere in una regione ed iscriversi al TFA di un´altra regione.

4. Chi è già in possesso dell´abilitazione all´insegnamento per classi di concorso apicali, 49/A e 52/A, appartenenti agli ex Ambiti disciplinari, può partecipare a classi per le quali è, a cascata, già abilitato?
Chi è già abilitato per la cl. 49/A o per la 52/A, non è tenuto a partecipare al TFA per le classi rispettivamente 47/A,48/A, e 51/A, 50/A in quanto già abilitato per tutte le classi dell´Ambito.

5.Se sono abilitata nella classe di concorso 52/A per insegnare italiano negli istituti tecnici mi devo abilitare nella classe di concorso 50/A?
In forza del DM 39/98 articolo 4 comma 1, "coloro che sono in possesso dell´abilitazione di cui alla colonna 2 dell´allegata Tabella A/2 del citato decreto, possono partecipare ai concorsi, al fine del conseguimento dell´abilitazione per la corrispondente classe della colonna 1 della medesima Tabella A/2″. La predetta tabella prevede nella colonna 1: 52/A Materie letterarie, latino e greco nel liceo classico; e nella colonna 2: 50/A Materie letterarie negli istituti di istruzione secondaria di secondo grado e 51/A Materie letterarie e latino nei licei e nell´istituto magistrale.
Pertanto, l´interpellante essendo abilitata per la classe di concorso 52/A è abilitata all´insegnamento anche per le classi di concorso 50/A e 51/A.

6. Chi è già docente a tempo indeterminato può partecipare ai corsi tfa per prendere un´altra abilitazione?
Sicuramente può iscriversi per l´eventuale ulteriore abilitazione. Per le modalità della frequenza si cercheranno soluzioni organizzative tramite i tutor che non dovranno comportare costi aggiuntivi.

7. Che cosa deve fare lo studente con una laurea del Vecchio ordinamento conseguita dopo il 2001.
Per il vecchio ordinamento si deve applicare il DM 39/98, tassativamente. Solo nel remoto caso che non esista più l´esame o gli esami richiesto/i, ovvero l´università non trovi equipollenza con altro esame allora si prendono come riferimento i crediti nei settori disciplinari previsti dal DM 22/05/12.

8. Se uno studente è iscritto a un corso di dottorato può frequentare anche il TFA? Può congelare l´iscrizione al TFA in attesa di terminare il dottorato?
Può frequentare il TFA solo se congela il dottorato. Lo stesso vale per gli Specializzandi. Non può congelare il TFA.

9. Chi ottiene l´accesso a più TFA deve sceglierne uno, ma con le prossime edizioni potrà far valere il suo diritto a accedere ai TFA a cui ha rinunciato, oppure deve sostenere nuovamente il test?
A normativa vigente dovrà sostenere nuovamente il test.

10. I titoli di durata non inferiore a 60 cfu, INERENTI LE METODOLOGIE DIDATTICHE, possono ritenersi valutabili allo stesso modo degli stessi titoli inerenti AI CONTENUTI DISCIPLINARI DELLA CLASSE DI ABILITAZIONE?
In ordine alla valutazione dei titoli di cui all´allegato 4 del DM 11/11/2011 e del DDG n.74 del 23.04.2012 si precisa che sono valutabili i titoli di durata non inferiore a 60 CFU che siano strettamente inerenti ai contenuti disciplinari della classe di abilitazione. Tra questi ultimi rientrano i contenuti trasversali, quali quelli inerenti alle metodologie didattiche.

11. Come si svolge la prova per le classi di abilitazione che sono nello stesso giorno alla stessa ora?
Il test di selezione per classi di abilitazione calendarizzate nello stesso giorno alla stessa ora avviene su un UNICO testo. Le prove selettive successive saranno differenziate.

12. Le equipollenze dei titoli di studio che valgono l´accesso ai pubblici concorsi sono valide anche ai fini dell´accesso ai corsi TFA?
Le equipollenze tra diversi titoli di studio sono valide solo per l´accesso ai pubblici concorsi e non già ai fini del conseguimento dell´abilitazione per l´insegnamento.

13. Che cosa si deve fare se l´università rende disponibili esami con un numero di crediti inferiore a quello richiesto dai requisiti d´accesso?
Il DM n.39 del 30 gennaio 1998 prevede i titoli di accesso e la presenza nel piano di studi di specifici esami per le varie classi di concorso. Anche il DM n.22/2005 prevede il conseguimento di CFU al fine di consentire l´accesso alla relativa classe di abilitazione. I CFU previsti quali "requisiti minimi" dal citato decreto n. 22/05 e non presenti nel piano di studi del candidato, devono essere ulteriormente conseguiti nel previsto settore disciplinare, entro la data di scadenza dell´iscrizione al fine della partecipazione al richiesto TFA.

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2173



Riordino istituti secondo grado: modificate le tabelle di confluenza

Variazioni e correzioni ritrasmesse con nota inviata alle direzioni regionali

Con nota prot. n. 2320 del 29 marzo 2012 sono state trasmesse le tabelle contenenti i quadri orari e le opzioni relative alle classi prime, seconde e terze dei licei, degli istituti tecnici e degli
istituti professionali interessate dal riordino dal 1 settembre 2012, con indicate la attuali classi di concorso opportunamente integrate e modificate con le discipline e gli ambiti disciplinari dei nuovi ordinamenti degli istituti di secondo grado.

Con nota prot. n. 3714 del 16 maggio scorso, le medesime tabelle sono state ritrasmesse con variazioni e correzioni resesi necessarie per adeguarli alle effettive esigenze, nonché a seguito di segnalazioni delle SS.LL e dei dirigenti scolastici.

Si ricorda che le tabelle relative alle attuali classi di concorso su cui confluiscono le discipline relative al riordino del secondo ciclo, hanno efficacia limitata all´anno scolastico in attesa del regolamento di revisione delle nuove classi di concorso.

Come già fatto presente nella citata nota n. 2320/2012, qualora non vi siano docenti da "salvaguardare", il dirigente scolastico, d´intesa con l´Ufficio scolastico territoriale, e sulla base del parere del collegio dei docenti, provvederà ad attribuire la classe di concorso in coerenza con il POF, assicurando una equilibrata distribuzione dei posti alla classi di concorso al fine di venire incontro alle aspettative dei docenti inclusi nelle graduatorie ad esaurimento, evitando di assegnare tutte le ore ad una classe di concorso a discapito di altre (a titolo di esempio: 51/A e 52/A - 47/A e 48/A ecc...).

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2176




Mobilità, prorogati i termini per la secondaria di primo grado

Il 4 giugno 2012 è la nuova data di pubblicazione dei movimenti

Considerata la complessità delle operazioni propedeutiche alla mobilità del personale della scuola relative alla previsione delle classi e degli organici e delle numerose segnalazioni, pervenute da parte degli Uffici Scolastici Regionali, circa le difficoltà incontrate nello svolgimento delle attività necessarie entro i tempi stabiliti, con la
nota n. 3934 del 23 maggio 2012, il Miur ha comunicato che le date concernenti i termini di acquisizione delle disponibilità e di pubblicazione dei movimenti relativamente alla scuola secondaria di primo grado sono state così modificate:

Personale docente

1 - termine ultimo comunicazione al SIDI delle domande
di mobilità e dei posti disponibili: 4 giugno

2 - pubblicazione dei movimenti: 26 giugno

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2175



22 maggio 2012



La Bussola della Trasparenza.
Il cittadino conosce e partecipa, le PA si orientano, si confrontano e migliorano


"Il Dipartimento della Funzione pubblica,  presenta in occasione del Forum PA 2012,  "La Bussola della Trasparenza", strumento operativo utilizzabile on line per migliorare la qualità delle informazioni e dei servizi digitali, orientare le pubbliche amministrazioni e monitorare l'attuazione delle linee guida per i siti web delle PA.

http://www.funzionepubblica.gov.it/comunicazione/notizie/2012/maggio/17052012---una-bussola-della-trasparenza-per-i-siti-web-della-pa.aspx



Gli esuberi suddivisi per classe di concorso e per provincia

dal blog di Liborio Butera, 7.5.2012

http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2012/magg2012/tutti-esuberi.htm



Modifica alle classi di concorso atipiche

da GildaVeneziaNews, 21.5.2012

Riportiamo di seguito la nota n. 3714 del 16.5.2012 con le nuove tabelle delle classi di concorso atipiche degli istituti di scuola secondaria di secondo grado.

Sono riportate in grassetto o con carattere di diverso colore le ultime modifiche.

Tra gli allegati si trova anche un prospetto riepilogativo dei settori, degli indirizzi, delle articolazioni e delle opzioni per ciascuna tipologia di istituto con i relativi codici.

http://www.gildavenezia.it/riforma/riformadoc/2012/modifica_classi-atipiche.htm



Personale docente e ATA - Proroghe contratti a tempo determinato a.s. 2011/12.

Nota USR Veneto n. 6645 del 16.5.2012. Personale docente e ATA - Proroghe contratti a tempo determinato a.s. 2011/12.

http://www.gildavenezia.it/csa/documenti/2012/proroghe_supplenze2011-12.pdf




Pensioni: Termini di pagamento dei trattamenti di fine servizio e di fine rapporto

Oggetto: Chiarimenti e indicazioni operative in materia pensionistica e per i termini di pagamento dei trattamenti di fine servizio e di fine rapporto per gli iscritti alle casse gestite dall’ex INPDAP

Nota 8381 del 15 maggio 2012

http://www.inpdap.gov.it/wps/wcm/connect/Internet/internet/normativa/normativainterna/note/nota_n_8381_15_05_2012




Ordigno Brindisi, fatto di gravità inaudita. Fare subito chiarezza

Il commento a caldo di Rino Di Meglio sull´attentato davanti all´istituto scolastico Morvillo Falcone




"E´ la prima volta che viene colpita una scuola. Si tratta di un fatto di gravità inaudita".


E´ il commento a caldo di Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, sull´attentato davanti all´istituto scolastico femminile ‘Morvillo Falcone´ di Brindisi.

Secondo Di Meglio "il nome stesso della scuola e la coincidenza con la tappa odierna della Carovana della legalità fanno nascere più di un sospetto sulla matrice dell´esplosione".

"Se si accertasse che l´ordigno è collegato a episodi paramafiosi, sarebbe davvero sconcertante. Le scuole, infatti, sono l´avamposto delle istituzioni. Occorre, dunque - conclude il coordinatore nazionale del sindacato - il massimo sforzo per fare chiarezza al più presto".


Roma, 19 maggio 2012
Ufficio stampa Gilda degli insegnanti

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2169

Brindisi, il livello più barbaro della barbarie

La redazione di Professione Docente sulla tragedia pugliese

Il comunicato del Coordinatore nazionale della Gilda sui terribili fatti di Brindisi sottolinea due elementi tragicamente veri : è la prima volta, in Italia, in cui viene colpita la scuola che è l´avamposto delle Istituzioni.

Il pensiero di tutti è corso ad un eccidio che non ha ancora paragoni per efferatezza e per il significato che si è trascinato fino ai giorni nostri: la strage del 1 settembre 2004 a Beslan, città dell´Ossezia del nord, in cui morirono 186 bambini.

Allora, il numero di settembre di "Professione docente" uscì riportando le forti ed intense parole di Tahar Ben Jelloun.

Le vogliamo ricordare oggi, di fronte ad un gesto atroce e di un´inaudita crudeltà, senza minimizzazione o sottovalutazione, ma con infinito sgomento. 

Quando una società arriva ad uccidere i giovani significa che ha raggiunto il livello più barbaro della barbarie. Un giovane è un simbolo. È il padre dell´uomo, il suo avvenire, le sue promesse. È lo specchio delle nostre ambizioni e il portatore dei nostri valori. Assassinarlo vuol dire uccidere l´uomo, vuol dire anche calpestare quei valori umani che ci consentono di vivere insieme. [...] È la politica del diritto del più forte. Il mondo precipita nell´assenza di diritti, nell´arbitrario e nell´assurdo ( Tahar Ben Jelloun, per la Strage di Beslan, 2004).


La Redazione di " Professione docente"

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2171



A Profumo serve tempo per approfondire Invalsi

Il commento del coordinatore nazionale, Rino Di Meglio,  alle dichiarazioni del titolare di Viale Trastevere


"Il ministro ha bisogno di tempo per approfondire le proprie conoscenze sullo svolgimento delle prove Invalsi".


Il coordinatore nazionale della Gilda, Rino Di Meglio, commenta così le dichiarazioni del titolare di viale Trastevere, Francesco Profumo.

Il sindacato degli insegnanti, quindi, insiste sulla "necessità di rivedere tali prove. Anche perché bisogna smetterla di continuare a scaricare gli oneri della valutazione sugli insegnanti. La tabulazione, ad esempio - spiega Di Meglio - può essere effettuata da qualsiasi impiegato, dal momento che non richiede una particolare preparazione culturale, né tanto meno è assimilabile a una correzione".

Secondo Di Meglio, infine, "non si può pensare di portare avanti i test Invalsi in un sistema scolastico senza dotare l´istituto di valutazione dei necessari mezzi per effettuare le rilevazioni".


Roma, 19 maggio 2012
Ufficio stampa Gilda degli insegnanti

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2168



Riconversione sul sostegno, il Ministero chiarisce i requisiti di accesso

Possono accedervi anche i docenti in posizione di esubero per l´a.s. 2011-2012 nella provincia di titolarità o nella sede di servizio

Con nota prot. n. 3801 del 18 maggio 2012, il Ministero, facendo seguito alla nota n. 2935 del 17/04/2012 di trasmissione del decreto direttoriale n. 7 del 16/04/2012, che istituisce e regolamenta l´istituzione di appositi percorsi formativi finalizzati al "Profilo del docente specializzato per le attività di sostegno", precisa che possono fare richiesta per accedere ai percorsi i docenti in posizione di esubero e i docenti che appartengono a classi di concorso o tipologie che siano interessate da esubero nella provincia di titolarità o in quella di servizio in relazione all´organico di diritto 2011-12. Fanno eccezione le sole classi A075, A076, C555 e C999, che sono da ritenersi in esubero sull´intero territorio nazionale per effetto di modifiche ordinamentali introdotte dal riordino del secondo ciclo. Il termine per la consegna degli elenchi nominativi dei docenti che aspirano a seguire i percorsi formativi in epigrafe, fissato al 25 maggio, è prorogato al giorno 8 giugno p.v.. Le  direzioni regionali dovranno pertanto prorogare a loro volta i termini originariamente fissati per la presentazione delle istanze di disponibilità.

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2170



Ministero degli Affari Esteri - Conferimento supplenze estero

Disposizioni relative alla costituzione delle graduatorie per il conferimento di supplenze per i posti di contingente statale nelle istituzioni e iniziative scolastiche all’estero previste dal D.L.vo 16.4.94 n. 297 e successive modifiche.

Il termine di scadenza per l’invio delle domande è fissato al 18 giugno
2012.

http://www.istruzione.it/alfresco/d/d/workspace/SpacesStore/0ca2dd36-24df-4d9d-aab2-bf46e1830464/avviso180512.zip

Hanno titolo all´inclusione nelle seguenti fasce delle graduatorie:
- prima fascia: gli aspiranti inseriti in Italia nelle graduatorie ad esaurimento per il medesimo posto o classe di concorso, cui è riferita la graduatoria;
- seconda fascia: gli aspiranti forniti, relativamente alla graduatoria interessata, di specifica abilitazione o di specifica idoneità conseguite a seguito di partecipazione a procedure concorsuali o abilitanti;
- terza fascia: gli aspiranti forniti di titolo di studio valido per l´accesso all´insegnamento richiesto

L'approfondimento sul sito Gilda nazionale:

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2172




Art. 9 del CCNL Comparto Scuola – Misure incentivanti per progetti relativi alle aree a rischio…

Nota dg del 17 maggio 2011 pdf – C.M. n. 44 del 15 maggio 2012 pdf -

Entro il 31 luglio la contrattazione delle risorse

http://www.istruzioneveneto.it/wpusr/archives/15538




Concorso per dirigenti scolastici – Comunicato della Commissione – Criteri di massima inerenti alla valutazione della prova orale

http://www.istruzioneveneto.it/wpusr/archives/15574



Riconoscimento del punteggio per incarichi di insegnamento su progetti regionali

"Il Tribunale del Lavoro di Catania (Giudice dott.ssa Valeria Di Stefano), con una serie di pronunzie del 27/3/2012, ha affrontato la questione dell’attribuzione del punteggio di servizio, in seno alle graduatorie ad esaurimento, ai docenti che hanno svolto incarichi d’insegnamento correlati a progetti integrativi dell’offerta formativa in convenzione tra le Regioni e il MIUR (art.1 comma 3 D.L.134/09).

Al riguardo, sia nell’a.s. 2009/10 che in quello successivo, era avvenuto in Sicilia (ma anche in altre Regioni italiane) che, a causa di ingiustificati ritardi nell’attivazione dei progetti, i relativi contratti di lavoro con il personale docente a tempo determinato fossero stati stipulati soltanto ad anno scolastico ampiamente inoltrato, nel mese di maggio, con pattuita durata fino al mese di novembre (senza soluzione di continuità). [...]"

http://www.dirittoscolastico.it/riconoscimento-del-punteggio-per-incarichi-di-insegnamento-su-progetti-regionali/



Graduatoria mobilità personale educativo 2012/13

L'UST di Verona hai pubblicato la graduatoria provvisoria del personale educativo interessato alla mobilità territoriale-provinciale ed interprovinciale nelle istituzioni educative veronesi per l’a.s. 2012/13

http://www.istruzioneverona.it/?p=12273




Pers. ATA -  Graduatoria provvisoria II pos. economica

L'UST di Verona ha pubblicato la graduatoria provinciale provvisoria relativa alla seconda posizione economica del Personale ATA – profilo di Assistente Tecnico.

Gli eventuali reclami dovranno pervenire esclusivamente a mezzo fax al n. 045-8303140 entro e non oltre il giorno 23 maggio 2012.

http://www.istruzioneverona.it/?p=12282




Cassazione: ingiustificata la sanzione disciplinare se il lavoratore rispetta i limiti del diritto di critica nei confronti del datore di lavoro

"La Corte di Cassazione, con sentenza n. 7471 del 14 maggio 2012, ha ribadito che "in tema di esercizio del diritto di critica da parte del lavoratore nei confronti del datore di lavoro, è necessario che il prestatore non travalichi, con dolo o colpa grave, la soglia del rispetto della verità oggettiva con modalità e termini tali da ledere gratuitamente il decoro del datore di lavoro o del proprio superiore gerarchico e determinare un pregiudizio per l'impresa."

"Nel caso di specie, la Corte di merito aveva rilevato che l'esercizio del potere disciplinare (che aveva comportato due sospensioni dal lavoro, rispettivamente di tre e di cinque giorni), era stato del tutto ingiustificato perché il lavoratore, nell'aver segnalato - nella qualità di R.S.A. - al presidente della società datrice di lavoro una serie di irregolarità relative agli appalti di manutenzione, non aveva violato i limiti circa il rispetto della verità oggettiva, né aveva adottato modalità e termini tali da offendere l'onore, la reputazione e il decoro dell'impresa."

Tratto da: Cassazione: ingiustificata la sanzione disciplinare se il lavoratore rispetta i limiti del diritto di critica nei confronti del datore di lavoro (Fonte: StudioCataldi.it)

http://www.studiocataldi.it/news_giuridiche_asp/news_giuridica_11940.asp



Cassazione: illegittimo il licenziamento se la soppressione del posto cui era addetto il lavoratore non è effettiva

"La Corte di Cassazione, con sentenza n. 7474 del 14 maggio 2012, ha affermato che "il licenziamento determinato dalla dedotta soppressione del posto di lavoro a cui era addetto il lavoratore licenziato, intanto è giustificato solo ed in quanto vi sia l'effettiva stabile soppressione del posto di lavoro e l'impossibilità di poter diversamente utilizzare il dipendente."

Tratto da: Cassazione: illegittimo il licenziamento se la soppressione del posto cui era addetto il lavoratore non è effettiva (Fonte: StudioCataldi.it)

http://www.studiocataldi.it/news_giuridiche_asp/news_giuridica_11930.asp




17 maggio 2012

David Kelley: How to build your creative confidence

Is your school or workplace divided into "creatives" versus practical people? Yet surely, David Kelley suggests, creativity is not the domain of only a chosen few. Telling stories from his legendary design career and his own life, he offers ways to build the confidence to create... (From The Design Studio session at TED2012, guest-curated by Chee Pearlman and David Rockwell.)

http://www.ted.com/talks/david_kelley_how_to_build_your_creative_confidence.html

 

 


Veneto. Posti accantonati: via alle nomine in ruolo

da GildaVeneziaNews, 11.5.2012

L'USR per il Veneto intende dare procedere alle immissioni in ruolo sui posti precedentemente congelati e ora disponibili.



Riassumiamo di seguito la situazione degli accantonamenti:

al 31.8.2011 in Veneto risultavano n. 154 posti accantonati per contratti a TI, in base al contingente fissato per le immissioni in ruolo e alle posizioni  occupate nelle graduatorie ad esaurimento dai candidati inseriti a “pettine” di cui alle ordinanze TAR previste dal Commissario ad acta;

in seguito questi posti si erano ridotti a 114: a fine febbraio risultava un unico caso di ricorso in riassunzione innanzi alla magistratura ordinaria (UST VE);

ad oggi, come si vede dal prospetto riportato di seguito, i ricorsi riassunti innanzi al Giudice Ordinario, entro 30 giorni dalla dichiarazione di difetto di giurisdizione da parte del TAR, secondo i dati formalmente comunicati dall’Avvocatura dello Stato, sono 17.

Quindi si procederà all'immissione in ruolo per tutti gli altri posti disponibili.

QUADRO RIASSUNTIVO DEI POSTI ACCANTONATI IN VENETO

(al seguente indirizzo: http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2012/magg2012/posti_congelati.htm)

 

 


La prescrizione in materia previdenziale

Profili problematici e le soluzioni adottate nella recente giurisprudenza della Corte di Cassazione e nella prassi amministrativa

Dott. Franco Castellucci

http://www.filodiritto.com/index.php?azione=visualizza&iddoc=2737

 

 


E' legittima la decurtazione dello stipendio nei periodi di assenza per malattia dei dipendenti pubblici.

Corte Costituzionale – Sentenza n. 120 del 10 maggio 2012

Non sono fondate le questioni di legittimità costituzionale dell’articolo 71 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 (Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria), convertito in legge, con modificazioni, dall’art. 1, comma 1, della legge 6 agosto 2008, n. 133, sollevate, in riferimento agli artt. 3, 32, 36 e 38 della Costituzione, dal Tribunale di Livorno. [...]

http://www.dirittoscolastico.it/corte-costituzionale-sentenza-n-120-del-10-maggio-2012/

 

 


Handicap, discriminazione e tutele (a margine di una importante sentenza del Tribunale di Padova

di Rodolfo Romito, avvocato in Padova

"In tempi di tagli indiscriminati, dettati da piu’ o meno stringenti obiettivi di bilancio, la sentenza del Giudice di Padova mette un po’ d’ordine sui principi costituzionali costituenti il nucleo indefettibile di garanzie apprestate per l’individuo (handicappato, in particolare). [...]"

http://www.dirittoscolastico.it/handicap-discriminazione-e-tutele-a-margine-di-una-importante-sentenza-del-tribunale-di-padova/

 

 


Rilevazione INVALSI – Materiali multimediali

Pubblicati i Materiali multimediali relativi ai Seminari di Formazione Invalsi
Nota dg dell’11 maggio 2012 pdf

http://www.istruzioneveneto.it/wpusr/archives/15388

 

 


Esami di stato 2011/2012 - Modalita' organizzative e svolgimento

Istruzioni e modalità organizzative ed operative per lo svolgimento degli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria di II grado nelle scuole statali e non statali
(O.M. n. 41 dell’11 maggio 2012)

http://www.istruzione.it/alfresco/d/d/workspace/SpacesStore/16027871-f716-4b3e-906b-3a38f1544786/om41_12.zip

Esami di stato 2011/2012 - II grado

Norme per lo svolgimento degli esami di Stato nelle sezioni di liceo classico europeo e nelle sezioni ad opzione internazionale: spagnola e tedesca funzionanti presso istituti statali e paritari
(DD.MM. n.ri 38, 39, 40 del 11 maggio 2012)

http://www.istruzione.it/web/ministero/index0512#dm403938

Esami di Stato II ciclo – Istruzioni e modalità organizzative – Nucleo di Supporto Regionale – Supporto referenti plico telematico

O.M. 41 – Istruzioni e modalità organizzative ed operative per lo svolgimento degli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria di secondo grado nelle scuole statali e non statali.

 

 


Adozione libri di Testo 2012/2013

Prezzi di copertina dei libri di testo della scuola primaria e tetti di spesa per le adozioni libri di testo negli Istituti d’Istruzione secondaria di I e di II grado, per l’anno scolastico 2012/2013.
(DD.MM n.ri 42 e 43 del 11 maggio 2012)

http://www.istruzione.it/web/ministero/index0512#dm43_12

 

 


Risultati elezioni RSU: mancano ancora i dati

Attività delle istituzioni scolastiche – Sollecito accreditamento per le procedure di accreditamento ai fini dell’accesso e invio verbali (Nota prot.n. 3649 del 14 maggio 2012)

http://www.istruzione.it/web/istruzione/prot3649_12

Sembra incredibile, ma anche a Verona, ci sono scuole che "non sono riuscite" a comunicare i dati sulle elezioni RSU all'ARAN

 

 


Giornata internazionale contro l'omofobia - 17 maggio 2012

L'Unione Europea ha proclamato la Giornata per combattere ogni forma di atteggiamento pregiudiziale basata sull'orientamento sessuale. Invito alle istituzioni scolastiche a promuovere iniziative di riflessione, anche nella prospettiva del confronto europeo
(Nota prot.n. 7974 del 10 maggio 2012)

http://www.istruzione.it/web/istruzione/prot7974_12


 

 


Finanziamenti scuole nelle aree a rischio

Contratto collettivo integrativo nazionale sui criteri di attribuzione delle risorse per le scuole collocate in aree a rischio, con forte processo immigratorio e contro la dispersione scolastica per l’anno scolastico 2012/2013 - Esercizio finanziario 2012
(C.M. n. 44 del 15 maggio 2012)

http://www.istruzione.it/alfresco/d/d/workspace/SpacesStore/8b8668b1-2dcd-41dc-85e4-a98d896d0cde/cm44_12.zip

 


Un bel Tre ... Monti!

Dei buoni propositi iniziali non è rimasta traccia alcuna. Dal Centro studi il contributo di Raffaele Salomone Megna

Dal
Centro studi nazionale, nella nuova sezione, Economia e scuola, utile per fornire strumenti di comprensione di questo difficile momento, segnaliamo un contributo in tema di Monti review.

L´assunzione di responsabilità del Governo dei tecnici  prevedeva un intervento volto all´analisi delle voci di spesa delle pubbliche amministrazioni, per evitare inefficienze, eliminare sprechi e ottenere risorse da destinare allo sviluppo e alla crescita.

La razionalizzazione e il contenimento dei costi, informa il Governo sul sito istituzionale, sono infatti fondamentali per garantire, da un lato il raggiungimento degli obiettivi di finanza pubblica, dall´altro l´ammodernamento dello Stato e il rilancio il circuito economico.

Promesse non mantenute, secondo Raffaele Salomone Megna del Centro studi nazionale. Dei buoni propositi iniziali non è rimasta traccia alcuna. Si poteva fare di più, si poteva fare meglio e con maggiore equità.

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2160

 

 


Corsi di riconversione sul sostegno: acquisizione delle disponibilità

Entro il 25 maggio gli USR dovranno comunicare l´elenco dei docenti in esubero che chiedono di accedere ai corsi di formazione




Come è noto
, con decreto 7/12 il Miur ha istituito percorsi formativi, su base volontaria, finalizzati alla realizzazione del "Profilo del docente specializzato per le attività di sostegno", destinanti sia ai docenti individuati come sovrannumerari sia ai docenti che si trovino in servizio su classe di concorso in esubero.

Con nota prot. n. 3508 dell´8 maggio indirizzata alle direzioni regionali, l´amministrazione ha dato l´avvio all´operazione di rilevazione delle disponibilità dei docenti interessati alla partecipazione ai suddetti corsi.

L´elenco dei nominativi, con l´indicazione delle relative classi di concorso e delle tipologie delle istituzioni scolastiche, dovranno essere comunicate entro il 25 maggio 2012.

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2159

 

 

Lutto nella Gilda degli Insegnanti. Il nostro ricordo di Amedeo Milione


E´ on line il nuovo sito del Centro Studi Gilda

Un nuovo design, una nuova struttura e un accesso ai contenuti più agevole

È on-line dall´ 11 maggio la nuova interfaccia grafica del
Centro Studi Nazionale.

Il sito web  è stato ridisegnato per migliorarne la navigabilità e per semplificare la ricerca e la consultazione dei dati da parte dei colleghi.

Il progetto di rinnovamento, in linea con i siti web di "Professione docente" e della Gilda degli Insegnanti con cui il Centro studi forma, secondo un´ottica collaborativa e funzionale, un Gruppo di coordinamento e di lavoro interdipartimentale, si è avvalsa delle competenze progettuali e tecniche della web agency NetPlanet.

Sulla home page del portale si troverà l´accesso a tutti i servizi disponibili. La navigazione del sito è semplice ed intuitiva.

Ai contenuti tradizionali, si aggiunge una nuova sezione "Scuola ed economia", utile per fornire strumenti di comprensione di questo difficile momento. I primi due articoli: "Nessun sacrificio! Separare le banche e salvare la scuola" di Flavio Tabanelli e "Un bel Tre...monti" di Raffaele Salomone Megna.

Auguriamo ai colleghi una buona lettura.

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2163

 

 


TFA ordinari e speciali, incontro al Miur

Molte le criticità, poche le certezze


TFA ordinari e speciali, incontro al Miur
martedì 15 maggio 2012

L´Amministrazione ha incontrato ieri, lunedì 14 maggio, le OO.SS. per discutere sui vari problemi inerenti l´avvio dei TFA
ordinari e "speciali", questi ultimi rivolti a chi ha già insegnato senza abilitazione nella scuola.

 

Sui TFA ordinari

Le OO.SS. hanno fatto rilevare, tra i tanti, in particolare i problemi operativi di seguito riportati.

- Manca ancora una chiarificazione circa le posizioni di punteggio di parità al termine delle prove di accesso laddove la normativa prevederebbe la priorità per il più giovane. Si propone invece di introdurre la deroga che consenta a tutti coloro che si trovano nella stessa situazione di punteggio di essere ammessi ai TFA. Su tale punto l´amministrazione ha dato la sua disponibilità a verificare una possibile modifica dell´attuale normativa.

- Appare grave il problema che si sta verificando in alcune regioni (Toscana, Veneto, ecc.) circa la concomitanza delle prove di alcune classi di concorso dello stesso ambito (in particolare i casi della A043 e A050 e delle lingue) che dovrebbero essere sostenute in città e università diverse nella stessa giornata. La proposta fatta dalle OO.SS. è quella di consentire l´iscrizione al test di accesso contemporaneamente nelle due università trattandosi di test identico. Superato il test si propone che le prove scritte siano organizzate possibilmente in giorni diversi per permettere di continuare l´iter della preselezione. Alla fine, dopo la prova orale potrà essere operata l´opzione. Appare ancora incerta l´interpretazione data dall´amministrazione circa l´attuale e vigente esistenza della classi di concorso all´interno degli ambiti di insegnamento. Resta inalterata la norma circa la validità delle abilitazione a cascata (ad es. la A050 abilita automaticamente per la A043) mentre sembra più complicato far valere l´equipollenza delle abilitazione negli ambiti (ad es. sembra più difficile far passare il principio che un abilitato nella A043 possa essere di fatto abilitato nella A050). Per il momento l´amministrazione universitaria si è detta disponibile a rivedere il meccanismo onde consentire la possibilità di iscriversi a due test contemporanei per poi definire con opzione la prosecuzione delle altre prove di preselezione (prova scritta e prova orale).

- L´amministrazione mediante faq si impegna a rispondere celermente ai quesiti rivolti dai partecipanti garantendo l´iscrizione automatica ai TFA per coloro che avevano già superato le prove di accesso alle ultime SSIS senza poter concludere il corso di formazione (cd "congelati SSIS").

- Mancano ancora riferimenti certi per l´avvio dei TFA ordinari per infanzia, primaria e sostegno.

- Manca ancora l´attivazione dell´AFAM per ciò che concerne l´avvio necessario dei TFA per strumento e materie artistiche.

- Manca ancora una normativa chiara sul diritto allo studio per chi insegna come supplente.

- Mancano ancora regole certe circa la possibilità di frequenza dei TFA in università di regioni diverse da quelle in cui si sta lavorando come supplenti. Su tali temi l´amministrazione si è impegnata a dare risposte certe in tempi brevissimi.

- I TFA vengono fatto sulle vecchie classi di concorso. Per il nuovo regolamento sulle classi di concorso i tempi di approvazione sono di circa 12 mesi.

Sui TFA "speciali "

Sarebbero rivolti solo a coloro che hanno i seguenti requisiti:

- 3 anni di insegnamento nella classe di concorso di riferimento. I tre anni sarebbero riconosciuti mediante supplenze annuali fino al termine delle lezioni, supplenze annuali fino al 31 agosto, supplenze continuative per almeno 180 giorni in un a.s.;

- il periodo che dovrebbe essere riconosciuto per il conteggio dei tre anni va dal 1999-2000 al 2011-12;

- il TFA dovrebbe essere svolto nelle università del territorio riferito all´ultimo anno di supplenza;

- potrebbero partecipare solo i non abilitati nella classe di concorso per cui ha avuto luogo la supplenza;

- i TFA speciali partirebbero in tempi brevi solo per le classi di concorso già attivate con i TFA ordinari;

- per i TFA che interessano gli ITP (TFA sia ordinari che speciali) bisogna produrre un apposito regolamento con tempi non attualmente definibili con certezza.

Le OO.SS. hanno ribadito le loro perplessità circa l´organizzazione di questi corsi.

La delegazione FGU-Gilda degli Insegnanti ha preso atto della proposta dell´amministrazione mettendo in rilievo le seguenti criticità:

- non sembra opportuno limitare il conteggio dei 180 giorni di supplenza al requisito della continuità laddove, soprattutto negli ultimi anni, è invalso l´uso di interrompere il periodo di supplenza a Natale, Pasqua, ecc. Si propone pertanto di conteggiare 180 giorni di supplenza comunque maturati all´interno di ogni anno scolastico;

- bisogna riconoscere la possibilità di far valere l´opzione per la classe di concorso più vantaggiosa per il richiedente: negli ultimi anni di riduzione degli organici molti colleghi infatti hanno lavorato non solo nella loro classe di riferimento, ma anche in classi di concorso affini o dello stesso ambito. E´ quindi opportuno eliminare il vincolo dell´insegnamento dell´ultimo anno nella specifica classe di concorso;

- si sono espresse perplessità circa la tenuta organizzativa dei TFA speciali presso le università e per l´assoluta mancanza di riferimenti rispetto al ruolo dei tutor di scuola, funzione che non trova riscontro nell´attuale CCNL, e rischia di essere fatta gratuitamente.

Si aspetta quindi una bozza definitiva della nuova normativa che dovrebbe essere fatta con urgenza.

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2164

 

 


Scuole nelle aree a rischio: attribuzione delle risorse

Indicate modalità e tempistica per l´attuazione del CCNI

Il Miur ha pubblicato, con la
circolare n. 44 del 15 maggio, l´ipotesi di CCNI, sottoscritto in data 4 aprile 2012 con le OO.SS., finalizzato ai criteri di attribuzione delle risorse per le scuole collocate in aree a rischio, con forte processo immigratorio e contro la dispersione scolastica per l´a.s. 2012/2013, esercizio finanziario 2012.

Complessivamente le risorse a disposizione ammontano a € 53.195.060, che verranno ripartite a livello regionale rispettando la medesima distribuzione dello scorso anno. ,

Di seguito modalità e tempistica per l´attuazione del CCNI da parte delle direzioni regionali:- avvio della contrattazione per la stipula dei contratti integrativi regionali con le OO.SS., che dovranno essere definitivamente sottoscritti all´esito della procedura di certificazione del contratto integrativo nazionale, comunque entro la data del 20 giugno 2012;

- comunicazione contestuale alle scuole dell´avvio delle procedure di presentazione dei progetti. Gli organismi, commissioni o comitati regionali, che gli U.S.R. incaricheranno di selezionare e valutare i progetti presentati dalle scuole, provvederanno a definire gli elenchi delle scuole e dei progetti finanziabili, in relazione alle risorse disponibili per l´art. 9 e ad altre risorse eventualmente intervenute, sulla base dei criteri e delle priorità individuati nel territorio, e a dare comunicazione a ciascuna scuola beneficiaria dell´importo assegnato entro il 31 luglio 2012, in tempi compatibili con l´avvio della programmazione educativa per l´anno scolastico 2012/2013;

- inserimento degli elenchi definitivi e approvati, contenenti nominativi, codici e importi delle scuole beneficiarie tramite apposita procedura online a cura di ciascun USR, a garanzia dell´esattezza dei codici inseriti, al fine di consentire alla D.G. per il Bilancio e la Politica finanziaria, di emettere i mandati ed erogare le risorse finanziarie alle scuole selezionate senza errori o ritardi.

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2166

 

 


Progetto Vales e Bozza di regolamento nuove classi di concorso

Resoconto dell´incontro informativo al Miur

Il giorno 15 maggio 2012 presso il Miur si è tenuta una riunione informativa tra Amministrazione e OO.SS. su progetto di sperimentazione Vales e presentazione della bozza delle nuove classi di concorso.




Progetto Vales

Verrà seguito dal dipartimento dell´Istruzione. La gestione del progetto sarà affidata ad Invalsi con la costituzione di un comitato tcnico-scientifico. Le scuole saranno scelte applicando i criteri già notificati con apposita circolare ministeriale. Il numero di scuole che possono essere scelte è di 330 (su 1032 domande pervenute al Miur). In mancanza di una definizione certa dei finanziamenti stanziati si prevede che saranno investite dal progetto 200 scuole delle regioni di convergenza (Campania, Puglia, Calabria, Sicilia) che posso accedere a finanziamenti europei, mentre le altre 130 saranno scelte sul territorio delle altre regioni con fondi propri del Miur.

Bozza di regolamento delle nuove classi di concorso

- Il Ministro ha spinto per una più incisiva riduzione delle classi di concorso che vengono riaccorpate rispetto alla bozza del 2011, bozza che aveva già terminato il percorso dei pareri obbligatori (informativa alle OO.SS., parere del CNPI, parere delle Commissioni Parlamentari). Il Ministro confida che il percorso di approvazione del nuovo regolamento termini entro l´autunno del 2012. Si dubita fortemente della possibilità che tutto ciò possa accadere in tempi così ravvicinati. Si deve infatti ripercorrere tutto l´iter dei pareri obbligatori.

- Il Ministro conta nella rapida approvazione per indire i nuovi bandi di concorso ordinario a cattedra che dovrebbero applicare, almeno parzialmente, le novità del regolamento.

- Da 174 classi concorso si va ad un riordino con 82 classi di concorso per tutte le tabelle. 

- Sono previste specifiche classi di concorso per il sostegno (3 classi). Non appare ancora chiaro se queste vadano a superare l´attuale necessaria specializzazione incardinata ad una classe di concorso specifica all´insegnamento. La volontà politica sembra quella di creare vere e proprie classi chiuse specifiche per sostegno distinte per scuola del primo ciclo, scuola secondaria di primo grado e scuola secondaria di secondo grado. Ciò rappresenterebbe una innegabile rivoluzione rispetto all´esistente e le OO.SS. hanno fatto notare le loro perplessità in ordine alla preparazione e alle competenze disciplinari e ai problemi di organizzazione nella fase transitoria.

- Le questioni di maggiore complessità investono la fase transitoria, in attesa che nel futuro le abilitazioni si configurino sui nuovi percorsi. Viene introdotto, anche per simulare di fatto una ulteriore riduzione delle classi di concorso, un sistema di sottocodici che parzialmente salvaguarda le posizioni sulle attuali classi di concorso per molti insegnamenti. La confluenza non avviene pertanto su tutti gli insegnamenti ma solo per una parte di insegnamenti contraddistinti da sottocodici.

- Anche per il personale inserito nelle graduatorie ad esaurimento vale il meccanismo del sottocodice. Nulla vieta che il personale possa ampliare il proprio ambito di abilitazione per coprire tutti gli insegnamenti della classe. 

- Concorsi: si può partecipare ai concorsi pur essendo inserito in un sottocodice per ampliare l´ambito di abilitazione (di fatto il concorso diventerebbe a cattedra e di integrazione all´abilitazione). Si intende creare così maggiore mobilità per i docenti tra licei e istruzione tecnica e professionale. L´esempio può essere fatto nel caso delle classi accorpate di matematica e lettere.

- Esistono ancora problemi circa alcune determinazioni operative per il settore artistico e musicale che abbisogna di uno specifico intervento Afam.

L´Amministrazione ha invitato le OO.SS. a segnalare osservazioni e proposte di modificazione entro dieci giorni. Il giorno 31 si terrà l´incontro di sintesi al Miur con le OO.SS.

La delegazione FGU-Gilda degli Insegnanti ha preso atto della nuova bozza evidenziando la necessità di analizzare la proposta e invitando il Miur a consegnarne copia digitale alle OO.SS. per favorire il coinvolgimento del maggior numero di colleghi.  

Si esprimono per l´immediato le seguenti perplessità:

- La riduzione delle classi di concorsi con l´applicazione delle sottoclassi comporta la cristallizzazione di alcune posizioni (vedi la situazione della ex A050 e A051) con conseguenti problemi di formazione degli organici in applicazione della riforma nella secondaria di secondo grado.

- Si aprono problemi di non semplice soluzione circa la formazione futura delle cattedre pur essendoci all´art. 3 del Regolamento norme di garanzia per il mantenimento della titolarità degli insegnamenti vigenti.

- Tali problemi risultano ancora più rilevanti per ciò che concerne la salvaguardia delle abilitazioni e delle idoneità per i docenti inseriti nelle Gae, fatto stante che i futuri concorsi dovranno essere banditi al 50% per gli inseriti nelle Gae con la possibilità di titoli di accesso non congruenti.

- Appaiono ancora poco chiari gli effetti della creazione delle tre classi di concorso per il sostegno (saranno incardinate ad una abilitazione disciplinare?).

La Delegazione FGU-Gilda degli Insegnanti si riserva di esprimere perciò le necessarie osservazioni critiche con documento specifico da comunicare al più presto al Miur.

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2165

 

 


Precari: ancora una sentenza del Tribunale di Verona favorevole al riconoscimento degli scatti biennali di anzianità.

"Il Tribunale di Verona, con sentenza n. 221/2012, ha accolto il ricorso dello Snals volto al riconoscimento degli scatti biennali di anzianità in favore dei docenti precari, condannando il Miur al pagamento delle differenze stipendiali spettanti a seguito dell’applicazione degli scatti di anzianità. [...]"

http://www.snalsverona.it/snalsvr/news2012/maggio/0510SentenzaScatti.html

Buone notizie in vista dell'udienza dell'analogo ricorso promosso dalla Gilda e fissata in luglio.







10 maggio 2012

Organico di diritto personale docente scuola secondaria di 1° grado a.s. 2012/13

MIUR/AOODRVE/UFF.III/6256/C21 Venezia, 9 maggio 2012

OGGETTO: Organico di diritto personale docente scuola secondaria di 1° grado a.s. 2012/13

ASSEGNAZIONE CONTINGENTE POSTI INTERI E CONTINGENTE POSTI TEORICI DERIVANTI DA ORE RESIDUE

Facendo seguito alla propria nota prot. n. 5585 del 24 aprile 2012, con la quale sono state fornite indicazioni di carattere generale relative alla definizione dell’organico di diritto, si comunica il contingente dei posti interi (cattedre interne e cattedre tra più scuole) nonché il contingente teorico, derivante dalla somma delle ore residue rapportata a posti interi, che è possibile attivare in ogni provincia in sede di definizione dell’organico di diritto per l’a.s.2012/13.

In merito ai criteri di determinazione dei predetti contingenti è stata fornita, in data odierna, la prescritta informativa ai rappresentanti regionali delle Organizzazioni sindacali del comparto scuola.

Si ritiene utile informare che il MIUR ha autorizzato a questa regione, a seguito di specifica richiesta dello scrivente Ufficio, 150 posti in più rispetto a quelli indicati nelle tabelle annesse allo schema di decreto interministeriale allegato alla C.M. n. 25/2012.

Questa Direzione, dopo aver accertato le effettive esigenze delle scuole secondarie di 1° grado, ha ritenuto di incrementare di 40 posti il contingente di tale settore formativo, che ammonta pertanto, relativamente all’organico di diritto, a complessivi 10.506 posti interi (10.466, come da tabella del MIUR, + 40).

Nella medesima nota ministeriale di assegnazione dei 150 posti, viene anche fissato l’obiettivo complessivo finale, comprensivo delle ore residue, da raggiungere in sede di definizione dell’organico di fatto, calcolato come segue: numero posti complessivi attivati in organico di fatto 2011/12, riferiti alle scuole di ogni ordine e grado (47.121), ai quali va aggiunto l’incremento di 173 posti indicato nella tabella F allegata allo schema del citato decreto interministeriale, per un totale di 47.294 posti.

Per quanto riguarda la scuola secondaria di 1° grado, l’obiettivo (posti più ore residue), da raggiungere in organico di fatto, è pari a complessivi 11.109 posti (11.158 posti attivati in organico di fatto 2011/12, meno i 49 posti indicati nella tabella C allegata al predetto decreto interministeriale).

Con la presente nota, pertanto, oltre all’assegnazione dei posti interi da attivare in organico di diritto, si comunica anche il contingente relativo ai posti teorici, derivanti dalla somma delle ore residue rapportate a posti interi, in modo da rispettare, sin da ora, l’obiettivo fissato per l’organico di fatto, che dovrà comprendere, oltre ai posti – cattedra, anche il totale delle ore residue.

Nella tabella seguente sono riportati i citati contingenti:

Provincia

Numero massimo posti interi organico di diritto a.s.2012/13

Numero massimo posti teorici (totale ore residue/18)

Contingente complessivo

(obiettivo organico di fatto a.s.2012/13 posti + ore residue)

Belluno

469

46

515

Padova

1.946

87

2.033

Rovigo

455

47

502

Treviso

1.978

106

2.084

Venezia

1.717

77

1.794

Verona

1.881

156

2.037

Vicenza

2.060

84

2.144

TOTALE

10.506

603

11.109

Per quanto qui non ripreso, si fa riferimento al contenuto della citata nota di questo Ufficio prot. n. 5585 del 24 aprile 2012.

Con riserva di ulteriori comunicazioni in merito alla definizione dell’organico di fatto, si inviano cordiali saluti e si ringrazia per la preziosa collaborazione.

IL VICE DIRETTORE GENERALE

F.to Gianna Marisa Miola

 

 


Organici: scuole con numero di alunni inferiore al limite

Dai dati forniti dall'USR Veneto, hanno un numero di alunni inferiore al minimo previsto le seguenti scuole:

IC Dolcè-Peri

IC Casaleone

IC Badia Calavena

IC Tregnago

IC Salizzole

IC 01 Borgo Milano - Verona

IC 22 Buttapietra

IC 20 San Michele

IP Fermi

ITC Pasoli

Nel Veneto, in totale, risultano sotto la soglia minima 48 scuole del primo ciclo e 25 superiori

 

 


JP Rangaswami: Information is food

How do we consume data? At TED@SXSWi, technologist JP Rangaswami muses on our relationship to information, and offers a surprising and sharp insight: we treat it like food.

http://www.ted.com/talks/jp_rangaswami_information_is_food.html

 

 


Cambio di residenza, in vigore le nuove regole

Dal 9 maggio è possibile presentare le dichiarazioni anagrafiche, di residenza e di trasferimento all'estero, senza recarsi allo sportello del comune, ma spedendole per posta oppure inviandole via fax o e-mail.

Il Ministero dell’Interno, con una circolare del 27 aprile 2012, fornisce le indicazioni operative sulla disciplina introdotta dal decreto “Semplifica Italia”, nonchè la necessaria modulistica.

In base alle nuove norme, l'ufficiale d'anagrafe, nei due giorni successivi alla presentazione delle dichiarazioni anagrafiche, effettua le registrazioni delle dichiarazioni ricevute; gli effetti giuridici delle stesse decorrono dalla data di presentazione.

Fonte: Ministero dell'Interno

http://www.governo.it/Notizie/Ministeri/dettaglio.asp?d=67966

 

 


Indicatori congiunturali sul mercato del lavoro ed economici nazionali ed internazionali

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali pubblica la Nota Flash di maggio 2012, relativa ai principali indicatori congiunturali sul mercato del lavoro ed economici nazionali ed internazionali.

http://www.lavoro.gov.it/Lavoro/Notizie/20120504_Notaflash_2.htm

 

 


Gli anticipi nella scuola dell’infanzia e primaria

Un fenomeno diffuso con esiti critici

di Giovanni Campana

http://www.adiscuola.it/adiw_brevi/?p=7939

 

 


Precari: Bando d’esame per guida turistica, sessione 2012

Non è una notizia sulla scuola, ma viste le prospettive forse può tornare utile ...

Esame per accedere alla professione di guida turistica e relative estensioni territoriali e linguistiche. Scadenza: ore 13 del 7 giugno 2012.

La Provincia di Verona ha indetto l’esame di abilitazione per accedere alla professione di guida turistica per la provincia di Verona e relative estensioni

Le domande devono pervenire al protocollo dell’ente entro le ore 13 del 7 giugno 2012.

http://portale.provincia.vr.it/avvisi/bando-d2019esame-per-guida-turistica-sessione-2012

 

 


Personale ATA - Anpa: no ai DSGA tappabuchi

Integrazione dell’incontro di ieri al MIUR. 07-05-2012

• Mobilita’ professionale e posti ATA accantonati per docenti inidonei

L’Amministrazione ha presentato un prospetto con i dati dei docenti inidonei ricollocati nella qualifiche del personale ATA, dal quale è emerso che non tutti i docenti interessati hanno accettato il nuovo inquadramento. Sarebbe auspicabile la restituzione ai profili professionale A.T.A. per le immissioni in ruolo dalle graduatorie 24 mesi dei posti non attribuiti ai docenti inidonei.

• Organico DSGA 2012/13

Nella riunione del 07-05-2012 i rappresentanti del MIUR hanno illustrato i contenuti di una nota che consentirà di assegnare un posto di DSGA in organico di diritto a due o più scuole sottodimensionate, con l’istituzione di relativi posti attraverso un decreto del Direttore regionale.

Ciò comporterà esuberi anche in questa figura professionale, che saranno trattati in sede di mobilità annuale.

In merito, per quanto ci riguarda la nostra valutazione è nettamente negativa:

- Non abbiamo mai avvallato questo selvaggio dimensionamento e conseguenzialmente non avvalliamo chi propone l’utilizzo dei DSGA su DUE istituzioni scolastiche sottodimensionate;

- Non abbiamo mai avvallato e non avvalliamo l’utilizzo dei DSGA negli UTP a smaltire montagne di arretrati di ricostruzione carriera o pratiche di pensionamenti

ANPA NAZIONALE

 

 


Graduatoria ad esaurimento del personale docente delle scuole dell'Infanzia del Comune di Verona

Sul sito del Comune di Verona è stato pubblicato il bando approvato con determinazione dirigenziale n. 1971 del 2 maggio 2012, ai fini della presentazione delle domande di permanenza/aggiornamento della propria posizione nella graduatoria ad esaurimento del personale docente delle scuole dell'infanzia del Comune di Verona, approvata con determinazione dirigenziale n. 4615 dell'11 settembre 2009, nonchè per i candidati iscritti con riserva nella sopra indicata graduatoria, per la conferma dell'iscrizione con riserva o per il suo scioglimento.

Informazioni e contatti:

Ufficio Concorsi e Selezioni

Piazza Bra 1 Verona

Tel. 0458077246 -7269 -8546

http://portale.comune.verona.it/nqcontent.cfm?a_id=34050

 

 


L’attualità della “Carta dei diritti del fanciullo al gioco e al lavoro”

Dott.ssa Margherita Marzario

Abstract:

Conducendo un esame filologico e culturale di un documento nazionale, passato per molti versi inosservato, l’Autrice ne riscopre l’attualità nel felice connubio tra gioco e educazione.

Il testo compelto dell'articolo all'indirizzo:

http://www.filodiritto.com/index.php?azione=visualizza&iddoc=2729

 

 


Formazione docenti neo assunti - materiali

L'UST di Verona ha pubblicato il materiale “Professionalità docente e processo di insegnamento apprendimento”.

http://www.istruzioneverona.it/?p=12215

 

 


Dimensionamento – Graduatorie definitive DSGA

L'UST di Verona ha pubblicato le graduatorie definitive del personale D.S.G.A. coinvolto nel piano di dimensionamento – a.s. 2012/13.

http://www.istruzioneverona.it/?p=12232

 

 


Avviso di selezione pubblica mediante procedura comparativa per titoli finalizzata alla individuazione di tutor preposti alla formazione del personale docente D.M. n. 8 del 31 gennaio 2011

La selezione è indetta dall’Educandato statale “San Benedetto ” di Montagnana (PD), su affidamento del MIUR, ed è volta ad individuare n. 15 tutor nell’ambito del Corso di Formazione docenti della scuola primaria in possesso dei requisiti di cui all’art. 3 del D.M. n.8/11 , di docenti di musica e di strumento della scuola secondaria di I e Il Grado.

Termine presentazione domanda prorogato al 15 maggio 2012

Decreto proroga pdf -

Nota MIUR del 20 aprile 2012 + materiale zip -

http://www.istruzioneveneto.it/wpusr/archives/15080

 

 


Materiali scaricabili : Interventi del Seminario “Misurazione delle performance e produzione di valore”

L'USR Veneto ha pubblicato gli interventi dei relatori del Seminario Regionale di Venezia del 17 aprile 2012

http://www.istruzioneveneto.it/wpusr/archives/15294


 

 

 


Personale ATA - Posti residuati dalle operazioni di nomina della Mobilità professionale – Decorrenza immissioni in ruolo.

Con riferimento all’oggetto, si trasmette la nota del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca prot. 3377 del 3.5.2012 che modifica la precedente nota MIUR prot. 1985 del 16.3.2012.

E’ appena il caso di precisare che le immissioni in ruolo da disporre sui posti non utilizzati per la mobilità professionale riguardano solo le nomine non effettuabili per esaurimento delle graduatorie e non per carenza di posti vacanti e disponibili che, invece, vanno rinviate agli anni scolastici successivi.

Si invitano pertanto i Dirigenti degli Uffici Scolastici Territoriali a procedere alle immissioni in ruolo utilizzando la graduatoria provinciale permanente valida per l’a.s. 2011/12 e, nel contempo, a riaprire i termini per la presentazione delle domande di mobilità per l’assegnazione della sede definitiva, nei confronti del personale neo immesso in ruolo, secondo quanto previsto al punto 1) dell’art. 3 dell’O.M. n. 20 del 5.3.2012.

A disposizione per eventuali chiarimenti, si ringrazia per la consueta  collaborazione.

IL DIRIGENTE

f.to Rita Marcom

http://www.istruzioneveneto.it/wpusr/archives/15297

 

 


Concorso per il reclutamento di dirigenti scolastici

COMUNICATO della COMMISSIONE

La commissione informa i candidati ammessi alla prova orale che essi hanno facoltà di iniziare il colloquio trattando – solo oralmente e senza apporto di materiali scritti, multimediali o altro – un argomento prescelto fra quelli inclusi nel programma fissato nel bando.

Resta inteso che l’area inerente al tema prescelto sarà esclusa dal sorteggio dei quesiti che seguiranno.

I criteri inerenti alla valutazione della prova orale saranno pubblicati non appena la commissione stessa sarà integrata dai componenti aggiunti esperti in informatica e lingua straniera.

9 maggio 2012

f.to Il Presidente: dott. Italo FRANCO

I Componenti:prof.ssa Maria Giuliana BIGARDI

dott. Roberto SPAMPINATO

 

 


Apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale

E' stato sancito in conferenza Stato-Regioni l'Accordo per la certificazione delle competenze acquisite in apprendistato tra il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, il MIUR, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano a norma dell'articolo 6 del decreto legislativo 14 settembre 2011, n. 167.

L'Accordo sarà recepito con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

http://www.istruzione.it/alfresco/d/d/workspace/SpacesStore/9dd49dea-a4da-4299-a389-648db84fdf26/rep96_12.pdf

 

 


ANSAS-INDIRE, RECLUTAMENTO, TFA, ORGANICI, CLASSI DI CONCORSO, SOSTEGNO E CORSI DI FORMAZIONE SU SOSTEGNO, INSEGNANTI DIPLOMATI

RELAZIONE INCONTRO 3 MAGGIO 2012 AL MIUR

Il giorno 3 maggio alle ore 17.30 le OO.SS. sono state invitate ad un tavolo tecnico su una serie di questioni che dovranno essere definite con atti normativi specifici in tempi brevi. In sentesi alcune delle questioni affrontate.

ANSAS-INDIRE: l'amministrazione ha ribadito che Ansas deve cessare di esistere il 31 agosto per trasformarsi in INDIRE.

Alcune sigle sindacali hanno espresso preoccupazione per il futuro dei docenti comandati e ne hanno richiesto la conferma. Stellacci ha confermato che, stante così la legge, i docenti comandati dovranno tornare ad insegnare, mentre è più incerto il futuro dei co-co-pro assunti nelle sedi di Firenze, Roma e Napoli.

ORGANICI: dopo la riunione Stato-Regioni si prospetta verso la fine del mese la reale possibilità dell'attuazione del percorso di trasferimento di molte competenze sugli organici dallo Stato alle Regioni.

Tutto ciò deve essere visto anche nell'ottica della spending review. Il MEF ha confermato che non potranno esserci aumenti dell'organico per l'a.s. 2012-13 confermando l'applicazione del piano di tagli triennale.

Poiché la norma di razionalizzazione non fa distinzione tra organico di diritto e organico di fatto l'amministrazione ha deciso di assegnare agli UU.SS.RR. la facoltà di compensare tra organico di fatto e organico di diritto (trasformazione di posti dall'organico di fatto a quello di diritto) scaricando la responsabilità amministrativa, contabile e penale sui dirigenti regionali.

Di fatto questo scaricabarile comporterà la cristallizzazione della situazione attuale.

Appare inoltre problematico il calcolo dell'organico da cristallizzare (quello di quest'anno? Quello del 2010-11?).

Su tale quantificazione il MEF calcola il famoso 30% dei risparmi da spostare sul "merito" o che possono essere utilizzati per il pagamento degli scatti.

Un eventuale spostamento di risorse all'organico di diritto potrebbe determinare perciò una riduzione della quota di risparmi e la riduzione delle risorse utilizzabili per gli scatti.

RELAZIONI SINDACALI: si va verso un accorso quadro sulla nuova riorganizzazione del pubblico impiego (anche nella visione della riorganizzazione del mercato del lavoro nel P.I.).

La Funzione Pubblica ha riconosciuto l'opportunità di dare specificità al settore scuola.

CLASSI DI CONCORSO: entro il 15 maggio il MIUR intende varare una bozza di regolamento per le nuove classi di concorso.

Sono convocate in questo senso riunioni con le OO.SS. il 14 e il 15 maggio.

Dopo l'approvazione l'iter prevede il passaggio al CNPI (che ha già dato in passato un suo parere favorevole) e alle commissioni parlamentari. Si possono fare ancora le ultime osservazioni.

SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE: il MIUR intende entro maggio varare il Regolamento sul Sistema Nazionale di Valutazione insieme al Regolamento sul corpo ispettivo.

Al centro il ruolo dell'INVALSI. Il 15 maggio si discuteranno i regolamenti su Classi di Concorso, Sistema di Valutazione e Corpo Ispettivo.

Mancano i fondi per Vales. Stellacci ha proposto di utilizzare per le regioni di convergenza i Fondi Europei.

RECLUTAMENTO: nelle more dell'avvio dei concorsi ordinari promessi dal Ministro, il MIUR (Stellacci-Chiapetta) hanno proposto una soluzione per il problema del conseguimento dell'abilitazione per i docenti che hanno lavorato e stanno lavorando come supplenti non abilitati da anni nella scuola.

La proposta più semplice, fatto stante che un concorso-corso abilitante speciale avrebbe bisogno di un atto avente valore di legge che potrebbe facilmente essere cassato dal MEF, è quella di implementare i futuri TFA con quote aggiuntive di docenti in possesso di almeno tre anni di servizio (in applicazione con la direttiva dell'UE sulla stabilizzazione).

In concreti per il primo ano farebbero un TFA con moduli ristretti senza prove di accesso i docenti che hanno più di 7-5 anni di servizio, il secondo coloro che hanno 3.-4 anni di servizio, il terzo ano ecc.

L'ipotesi è di usare i TFA già attivati dalle università senza oneri aggiuntivi per il MIUR (mancano i soldi..).

RICONVERSIONE SU SOSTEGNO: di fronte alle perplessità della GLDA-UNAMS e della CGIL circa l'inopportunità di procedere ad una troppo rapida e insufficiente formazione per i docenti di ruolo con passaggio al sostegno, fatto che pregiudicherebbe l'applicazione del dispositivo della legge 104 e il diritto dei docenti precari in possesso di specializzazione, l'amministrazione ha chiarito che la circolare apre la possibilità di formazione su sostegno a tutti i docenti di ruolo e non solo ai docenti soprannumerari e che con tutta probabilità non ci sono i tempi per attivare da subito i primi moduli di formazione (vista anche la situazione confusa di ANSAS).

In ogni caso sarebbero utilizzati i docenti che passano il primo modulo di formazione in subordine alla chiamata per i docenti di ruolo e non di ruolo in possesso della specializzazione.

Solo di fronte alla mancanza di docenti specializzati o in possesso del passaggio del primo modulo sarà possibile chiamare docenti non specializzati.

TFA: mancano ancora informazioni effettive su costi, sedi, diritto allo studio, ecc. La prossima settimana il dott. Livon (Università) sarà invitato a relazione alle OO.SS. Non partono ancora i TFA per sostegno, primaria e infanzia.

QUESTIONE DOCENTI DIPLOMATI (riconversione): il problema di fondo è l'incommensurabilità del titolo di accesso o di abilitazione.

Gli ITP sono docenti diplomati e per essere riconvertiti dovrebbero essere in possesso della laurea.

E' un problema complesso. L'amministrazione sta pensando di far valere come crediti formativi aggiuntivi corsi di formazione, certificazioni, ecc. per tentare l'equipollenza del diploma alla laurea per i docenti diplomati di ruolo.

Soluzioni molto fumose in mancanza ancora di una normativa di applicazione della mobilità intercompartimentale.

La GILDA-UNAMS propone in attuazione dell'organico funzionale dell'autonomia la loro utilizzazione sui progetti e sulle attività laboratoriali anche nel percorso liceale.

Roma, 4 maggio 2012

La delegazione FGU-Gilda degli Insegnanti

http://www.gilda-unams.it/Federazione/notizie/1075.html

 

 


Docenti inidonei all’insegnamento, il Miur chiarisce

Deve essere revocata la dispensa eventualmente già disposta e riattivata la partita di spesa fissa per il pagamento dello stipendio


Con la nota prot. n. 3391 del 4 maggio 2012 il Miur ha fornito indicazioni agli Uffici Scolastici Territoriali relativamente al personale permanentemente inidoneo alla funzione docente e, in particolare, alla possibilità o meno di disporne la dispensa anche dopo l´entrata in vigore del DPR n. 171/2011.

A tale proposito il Ministero informa di aver chiesto un incontro con le Amministrazioni interessate: Dipartimento Funzione Pubblica, IGOP, INPS/INPDAP.

Nelle more delle indicazioni che ne deriveranno, il Miur precisa che il personale a cui sia stata eventualmente sospesa l´erogazione della pensione, a seguito di provvedimenti di dispensa non registrati dagli organi di controllo o non recepiti dall´INPS/INPDAP, dovrà essere temporaneamente reinserito nel posto su cui era stato precedentemente utilizzato (biblioteca, segreteria scolastica, ecc), revocando la dispensa già disposta e riattivando la partita di spesa fissa per il pagamento dello stipendio.

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2154

 

 


Classi di concorso atipiche, il Miur emana i primi chiarimenti

Le ore di geografia devono essere assegnate prioritariamente ai titolari della 39/A e solo in via residuale ai titolari della 60/A

Il Miur con la
nota 679 del 4 maggio 12 è intervenuto sulle assegnazioni degli insegnamenti alle classi di concorso previste con la nota 2320/12. del 29 marzo scorso.

La precisazione riguarda l´insegnamento della Geografia negli Istituti tecnici "Amministrazione, finanza e marketing" e "Turismo".

Si legge nella nota che l´insegnamento di geografia nel pregresso ordinamento riferito agli indirizzi confluiti in quelli sopra riportati, era ricondotto esclusivamente alla classe di concorso 39/A. Solo, in fase di utilizzazione, i titolari della 60/A potevano accedere a tale insegnamento in assenza di ore riferite alla propria classe di concorso.

Di conseguenza, ad integrazione e a chiarimento di quanto comunicato con la nota n. 2320 del 29 marzo 2012, si precisa che le ore di geografia devono essere assegnate prioritariamente ai titolari della 39/A e, solo in fase residuale, al fine di evitare la creazione di situazioni di esubero, ai titolari della 60/A. Ne consegue che, in presenza di soprannumero, non deve procedersi alla redazione di una unica graduatoria tra i titolari delle due classi di concorso.

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2153

 

 


Caso Bisazza, continua l´inerzia dell´amministrazione

Amarezza e perlessità della Gilda di fronte alla risposta del Governo all´interrogazione parlamentare presentata dall´onorevole Alessandra Siragusa


Amarezza e perplessità: così la Gilda degli Insegnanti accoglie la
risposta data dal Governo all´interrogazione parlamentare presentata dall´onorevole Alessandra Siragusa, componente della Commissione Cultura della Camera, in merito al caso della preside Anna Maria Gammeri e del collaboratore scolastico Nicola Gennaro dell´istituto Bisazza di Messina condannati in primo grado per il reato di truffa aggravata.

Il sindacato guidato da Rino Di Meglio critica l´inerzia da parte dell´Amministrazione scolastica che, nonostante l´esposto avanzato dalla Gilda sulle ritorsioni messe in atto dalla dirigente scolastica nei confronti del personale che ha testimoniato nel corso del procedimento disciplinare, non ha assunto alcun provvedimento e ha lasciato che la preside continuasse a ricoprire l´incarico nella stessa scuola a dispetto della gravità dei fatti.

Inoltre la Gilda definisce inesatta la notizia diffusa dalla Direzione scolastica regionale secondo cui dei dieci testimoni intervenuti nel procedimento penale, soltanto quattro avrebbero chiesto il trasferimento in un´altra scuola: "I dipendenti che, a causa delle ritorsioni messe in atto dalla Gammeri dopo le deposizioni in tribunale, sono stati costretti a chiedere il trasferimento, non sono quattro bensì sette, cioè tutti quelli di accusa, essendo stati gli altri tre citati a difesa della preside".


Roma, 7 maggio 2012
Ufficio stampa Gilda degli insegnanti

 

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2151

 

 


TFA: niente esame di ammissione per i docenti con 36 mesi di servizio

Ma il primo corso TFA sarà attuato senza alcuna modifica. Comunicato Miur

A proposito del TFA il Ministero comunica quanto segue:



1. Il primo corso di TFA, bandito con decreti rettoriali del 3 maggio u.s., nell´osservanza delle norme contenute nel D.M. n. 249/2010, sarà attivato con la preselezione nazionale nelle date già fissate e proseguirà secondo le modalità e i tempi fissati da ciascuna Università, indipendentemente dal diverso percorso abilitante previsto per i docenti con 36 mesi di servizio, laureati ma senza il possesso della prescritta abilitazione. Tali percorsi, infatti avranno tempi e modalità di espletamento diversi dai primi, dovendosi procedere ancora alla stesura del provvedimento amministrativo di istituzione dei suddetti percorsi e di individuazione degli aventi titolo, oltre all´acquisizione preventiva delle prescritte autorizzazioni e consensi.

2. La procedura per i docenti con 36 mesi di servizio sarà costituita da un percorso formativo e da un esame da sostenere e superare per conseguire l´abilitazione. Tale procedura fa eccezione alla logica programmatoria cui è improntato il TFA disciplinato dal D.M. n.249 ma cerca di dare risposta all´esigenza di regolarizzare la situazione di migliaia di persone che hanno permesso negli ultimi anni alle scuole statali e paritarie di funzionare nonostante l´assenza di abilitati.Ove si trascurasse questa emergenza, potremmo incorrere, oltre che in un aggravamento della presenza di non abilitati nella scuola, in probabili sentenze di condanna dell´Amministrazione a dare attuazione al D. Leg.vo 9/11/2007 n. 206 che, in esecuzione della direttiva comunitaria 2005/36 CE, relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali, fa discendere il riconoscimento dell´abilitazione anche all´effettivo svolgimento dell´attività professionale per almeno tre anni sul territorio dello Stato membro in cui è stato conseguito o riconosciuto il titolo di laurea, previo apposito percorso di abilitazione.

3. Contrariamente a quanto previsto dalla precedente legge n.124/99 secondo la quale il conseguimento dell´abilitazione comportava l´automatica inclusione nelle graduatorie permanenti (oggi GAE), allo stato della normativa vigente (l. Finanziaria n.244/2007 art.2 comma 416) l´abilitazione che si consegue a seguito della frequenza del TFA o dei corsi di laurea in Scienza della formazione primaria rappresenta solo la conclusione del percorso di formazione iniziale dell´insegnante e costituisce il presupposto per la partecipazione alle procedure concorsuali. Abilitarsi, dunque, non significa diritto al posto e quindi non significa neppure aggravio della spesa pubblica.

4. Relativamente ai prossimi concorsi, abbiamo attivato la procedura per bandire un concorso a cattedre per abilitati, limitatamente alle classi di concorso ed alle Regioni in cui vi siano posti effettivamente vacanti, che si svolgerà presumibilmente nell´a.s. 2012-2013, secondo la normativa vigente. I posti disponibili per questo concorso corrisponderanno, ovviamente, al 50% della totalità e saranno assegnati ai vincitori a partire dall´a.s. 2013-14.

5. Contemporaneamente stiamo lavorando alla predisposizione del nuovo regolamento sul reclutamento previsto dall´art. 2 comma 416 della l.244/2007 che introdurrà modalità innovative, attualmente allo studio. Subito dopo l´approvazione del suddetto regolamento, presumibilmente nella primavera prossima, sarà bandito un nuovo concorso cui avranno accesso tutti gli abilitati, ivi compresi quelli del TFA.

6. La normalizzazione del sistema si avrà solo conservando le graduatorie ad esaurimento nella loro struttura attuale fino all´effettivo esaurimento e rispettando la ciclicità dei concorsi, le cui graduatorie avranno validità solo per il numero dei posti messi a concorso.

7. Si è appena completato il riesame delle classi di concorso che ne ha prodotto un notevole snellimento, più funzionale alla gestione ed allo sviluppo della moderna scuola dell´autonomia. Il regolamento che deve recepire le nuove classi di concorso, dall´iter particolarmente complesso, entrerà in vigore dal 2013-14 e se ne terrà conto nel bando concorsuale della prossima primavera.

(dal sito del Miur)

 

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2155

 

 


Mobilità annuale, in dirittura d´arrivo il CCNI

Entro fine mese probabile la conclusione dell´ipotesi di accordo


E´ giunto ormai alle battute finali il
confronto tra le Organizzazioni sindacali e l‘Amministrazione in vista del rinnovo del contratto annuale sulle utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie.

Nel tardo pomeriggio di lunedì 7 maggio le parti hanno esaminato la sequenza delle operazioni ed entro la fine del mese si dovrebbe arrivare alla conclusione dell´ipotesi di accordo.

Dopo di che il testo negoziale sarà sottoposto al vaglio del Mef e della Funzione pubblica, se non saranno mossi rilievi, subito dopo vi sarà la sottoscrizione definitiva, così da consentire all´amministrazione di fissare termini congrui per la presentazione della domande.

Prima dell´incontro l´Amministrazione ha presentato alle Organizzazioni sindacali una bozza di circolare riguardante la costituzione di posti di Dsga in organico di diritto tramite l´abbinamento delle scuole che non raggiungono i parametri fissati dalla legge. Ciò comporterà esuberi anche in questa figura professionale, che saranno trattati in sede di mobilità annuale.

L´Amministrazione ha presentato anche un prospetto con i dati dei docenti inidonei ricollocati nella qualifiche del personale Ata, dal quale è emerso che non tutti i docenti interessati hanno accettato il nuovo inquadramento.

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2156

 

 


Spending review: la scuola ha già dato ... i dati (del Governo) parlano chiaro

I nuovi tagli, che vanno sotto l'accattivante voce di "spending review", non risparmieranno la scuola.

Eppure i dati del Governo parlano chiaro (http://www.governo.it/GovernoInforma/spending_review/index.html), analizzando la "Composizione della spesa per i servizi pubblici dal 1990 al 2009" si nota che la'Scuola è passata dal 23.1% del 1990 al 17.7% del 2009.

Nello stesso periodo, la Sanità passa dal 32.3% al 37% e le "Altre spese" dal 36.7% al 37.4%. In calo proporzionale la spesa per l'Ordine pubblico 8.9% 7.9%.

Nonostante ciò, tra le proposte di revisione della spesa (tagli, nella traduzione in lingua comune) si trova, per il Ministero dell'istruzione, la voce "Riequilibrio della rete scolastica regionale e della proporzione tra docenti e classi di alunni."

A pensare male ...

Mentre altre indicazioni possono, almeno a prima vista sembrare più logiche "Snellimento della struttura centrale attraverso: utilizzo dei sistemi informatici, riduzione dal 2014 del 50% di spese per fitti passivi e gestione immobili (già dal 2013 riduzione del 10%); riduzione organici dirigenziali e riconversione profili.
Riorganizzazione della struttura territoriale con riduzione delle articolazioni provinciali e trasferimento di funzioni. Razionalizzazione distacchi e comandi personale"
, tutto dipenderà da come verranno applicate nella pratica o se si tradurranno semplicemente in più lavoro per i soliti noti.

 

A seguito delle elezioni dell'8 maggio 2012, i nuovi organi statutari della Gilda degli insegnanti di Verona sono i seguenti:

 

 

Direzione Provinciale (elezioni 2012)

Adriana Fattori (Coordinatrice provinciale)

  • Lorena Brugni

  • Ilenia Cicero

  • Flavio Filini
  • Alessia Franchini

  • Antonina Gulotta (Vice coordinatrice)
  • Elisabetta Lora
  • Anna Maria Pilloni
  • Paola Stimamiglio (Tesoriere)

 

Probiviri:

  • Francesca Girardello

  • Giuliana Arvedi

 

Controllori dei Conti:

  • Rita Olivo

  • Anna Maria Scauso





4 maggio 2012


Martedì 8 maggio 2012

la sede Gilda di Verona rimarrà chiusa


Vi aspettiamo tutti all'assemblea provinciale congressuale

presso l'ITI Marconi (le votazioni proseguono fino alle ore 17,30)



Gilda, maggio congressuale

In attesa del congresso nazionale del 25-27 maggio a Tivoli per l´elezione del coordinatore e della direzione nazionale

Maggio dedicato ai Congressi: si stanno svolgendo in tutte le province italiane i Congressi riservati alle elezioni per il rinnovo degli organismi provinciali della Gilda e dei delegati che, dal 25 al 27 maggio 2012, a Tivoli parteciperanno all´ Assemblea nazionale per il rinnovo delle cariche nazionali della Gilda.

Tutta l´ operazione vede impegnati i dirigenti nazionali e provinciali a predisporre momenti di discussione e di confronto tra gli iscritti della Gilda che, in ogni provincia, sono chiamati ad esprimere le loro posizioni e a votare democraticamente i candidati in lizza.

Le modalità di svolgimento dei Congressi seguono modalità uniformi su tutto il territorio nazionale.

L´ Assemblea nazionale di maggio eleggerà il Coordinatore nazionale, la Direzione nazionale e tutti gli altri organismi statutari.

L´appuntamento rappresenta il momento centrale nella vita democratica della Gilda degli insegnanti, che ha sempre fatto della continuità e dell´attenzione ai cambiamenti e all´innovazione un suo modo di essere nella società italiana, col fine di raggiungere sia migliori condizioni per tutti i docenti, sia il fondamentale riconoscimento della specificità della funzione docente e della libertà di insegnamento.

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=79&area=Eventi/Iniziative&id=2149



Mobilità annuale, proseguono gli incontri al Miur

In corso la trattativa per il rinnovo del contratto nazionale integrativo

Nel pomeriggio di ieri, 2 maggio, è proseguito al Miur il confronto per la definizione dell´Ipotesi di CCNI, relativo a utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente educativo ed ata per l´a.s. 2012/13.

Si è discusso l´ art. 6 bis in merito alle utilizzazioni nei licei musicali e coreutici. Per tali operazioni sarà prevista l´utilizzazione per gli insegnamenti di "esecuzione e interpretazione" e "laboratorio di musica d´insieme", in subordine ai docenti forniti dei titoli previsti dalla nota 2320 del 29/3/2012 - allegato E - Tabella licei, dei docenti titolari della classe 77a, graduati in base alla tabella relativa alla mobilità professionale, allegata al CCNI 29/2/2012, purchè in possesso del diploma di conservatorio dello specifico strumento, dando priorità ai docenti appartenenti a classe di concorso in esubero.

Si è posta, inoltre, l´ attenzione sull´ art. 7 per quanto riguarda il vincolo quinquennale di cui alla L. 106/11 per gli immessi in ruolo con decorrenza giuridica dal 01.09.2011, ai quali - contrariamente a quanto previsto dalla L. 124/99 che ha sempre permesso le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie interprovinciali - non è consentito fruire neanche della mobilità annuale per il suddetto quinquennio, salvo che non appartengano a categorie tutelate da norme speciali.

In base alle suddette leggi speciali potranno avvalersi della mobilità annuale, oltre alle categorie di neoimmessi in ruolo che hanno titolo a fruirne in sede di mobilità definitiva:

a) le lavoratrici madri con prole entro i 3 anni di età;

b) i coniugi di militari e categorie equiparate, purchè trasferiti d´ ufficio;

c) gli amministratori locali.

Si è iniziata inoltre, la lettura dell´allegato 3 - sequenza operativa - utilizzazioni, assegnazioni provvisorie e assegnazioni di sede provvisoria - personale docente; tale lettura proseguirà nell´incontro già programmato per il pomeriggio del giorno 7 maggio p.v.

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=2148



Scuole dell'infanzia e del primo ciclo: esiti monitoraggio

Sito Miur: presentazionei esiti del monitoraggio sulle Indicazioni nazionali relativi al settore della scuola secondaria di I grado

http://www.istruzione.it/web/istruzione/prot2085_12



Materiali sulla sicurezza

Materiali – Incontri provinciali di informazione sulle tematiche della sicurezza 2011/2012

Sul sito dell'USR Veneto i materiali relativi agli incontri provinciali di informazione svoltisi nei mesi di marzo e aprile

http://www.istruzioneveneto.it/wpusr/archives/15217



Concorso Dirigenti scolastici – Pubblicazione elenco ammessi alle prove orali e calendario svolgimento prove – Presentazione titoli

Avviso pubblicazione elenco ammessi e calendario:

Nota dg del 2 maggio 2012 pdf – Elenco ammessi pdf – Calendario orali pdf –

Criteri di valutazione della seconda prova scritta: criteri valutazione pdf -

Presentazione titoli culturali, professionali e preferenze a parità merito

Nota dg presentazione titoli pdf -


http://www.istruzioneveneto.it/wpusr/archives/15182



Formazione docenti neoassunti a.s. 2011/12

L'USP ha pubblicato il file corretto “Elenco generale corsisti sedi corsi” con i nominativi dei docenti in formazione e relativa costituzione corsi parte specifica, (che sostituisce quello pubblicato in pari data nella news Formazione docenti neoassunti) – a.s. 2011/12.

http://www.istruzioneverona.it/?p=12198




Protezione dei lavoratori dai rischi di esposizione a campi elettromagnetici

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, comunica che sulla Gazzetta Ufficiale della Comunità europea n. 101 del 24 aprile 2012, è stata pubblicata la Direttiva n. 2012/11/UE che proroga il termine di cui all’articolo 1, comma 13, della direttiva 2004/40/CE, al 31 ottobre 2013.

Ne consegue che – per quanto disposto dall’articolo 306, comma 3, primo comma, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, e successive modifiche e integrazioni – il termine di entrata in vigore delle disposizioni di cui al Capo IV del Titolo VIII del “Testo Unico” è fissato al 31 ottobre 2013, in luogo del precedente (30 aprile 2012), individuato dall’originario termine di direttiva.

http://www.pinodurantescuola.com/?p=17135



Invalsi sì o no?
Istruzioni per l’uso


Ringraziamo la Gilda degli insegnanti di Venezia

L’INValSI (Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema dell'Istruzione) è nato dalla trasformazione del CEDE (Centro Europeo per l’Educazione creato nel 1974) con il DL n. 258/1999. La configurazione e la denominazione attuali (INVALSI Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione) derivano dal riordino del precedente istituto a seguito dell’approvazione del decreto legislativo n. 286 del 19 novembre 2004.

Si tratta pertanto di un ente che è frutto di scelte di vari governi di diverso orientamento politico. Le finalità dell’Invalsi, in particolare definite nella gestione Berlinguer, erano di stabilire un sistema di valutazione mediante dati uniformati sui quali promuovere politiche di intervento e di miglioramento degli standard formativi del sistema scolastico italiano.

In tutti i paesi europei e nel Nord America esistono enti e istituti che hanno analoghe funzioni ed è pertanto coerente che l’Italia abbia un proprio sistema integrato di valutazione del sistema scolastico; anche per ottemperare agli accordi europei che prevedono PISA (Programme for International Student Assessment), un’indagine internazionale promossa dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) per accertare con periodicità triennale i risultati dei sistemi scolastici in un quadro comparato.

Nel nostro Paese inoltre pare opportuna l’esistenza di un ente di valutazione degli standard del settore scolastico di fronte alla presenza di numerose scuole private e parificate che offrono “servizi” di bassa qualità e che competono scorrettamente con la scuola statale.

Gilda degli Insegnanti ha fin dall’inizio contestato non tanto l’esistenza di una istituzione autonoma di valutazione del sistema scolastico, quanto le modalità di gestione e l’uso spesso strumentale degli esiti dei test e degli strumenti di valutazione proposti/imposti alle scuole e agli insegnanti. Il fatto che tali test siano diventati col tempo prove dell’esame obbligatorie alla fine del percorso della scuola secondaria di I grado (peraltro valutabili in 10 decimi come qualsiasi altra prova) è sempre stato motivo di contestazione da parte dei docenti di questo ordine di scuola: perché pregiudicano percorsi didattici consolidati negli anni, progettati sul principio dell’individualizzazione del percorso didattico e formativo e quindi calibrati sulle necessità educative di alcuni di loro (diversamente abili, stranieri, DSA, disagio sociale).

L’intenzione poi di elevare in un futuro non tanto lontano queste modalità di valutazione a prove dell’esame di Stato sostitutive di discipline considerate da un certo punto di vista “oggettive” (Matematica, Lingua, Terza prova) rischia di espropriare gli insegnanti dell’ambito della valutazione didattica e formativa dei loro allievi.

Infine non va dimenticato che i test, come tutti gli strumenti di analisi statistica, possono essere curvati per legittimare o delegittimare scelte politiche di fondo nel campo dell’educazione e della formazione. Possono inoltre essere lo strumento più potente per limitare la libertà di insegnamento obbligando i docenti e le scuole a conformarsi agli obiettivi di conoscenza e di competenze decise da un nucleo ristretto di esperti autocrati e autoreferenziali. Ciò appare ancora più sconcertante nel nostro paese a fronte di un istituto nazionale INVALSI privo di risorse sufficienti per operare con adeguata indipendenza e costretto anno dopo anno ad utilizzare il lavoro (gratuito) dei docenti per porre in essere gli strumenti di analisi e valutazione che dovrebbero essere gestiti direttamente e con personale indipendente dallo stesso INVALSI.

Nell’attuale clima politico e ideologico in cui una astratta e pericolosa ideologia meritocratica volta ai docenti ha creato una cultura della caccia ai fannulloni, alle inefficienze, agli sprechi addirittura prefigurando per legge quote di docenti “bravi” da contrapporre alla massa di coloro che operano normalmente nelle loro classi, strumenti di valutazione come quelli proposti da INVALSI sono giustamente interpretati da moltissimi insegnanti come potenziali strumenti di controllo finalizzati a premiare i “buoni” e a sanzionare i “cattivi”. Strumenti che portano ad una progressiva deprofessionalizzazione dei docenti costretti a insegnare a fare, somministrare e correggete test organizzati e imposti dall’alto. Il teaching to the test è a nostro avviso una sventura per la scuola italiana e per la professionalità dei docenti.

Considerando che negli ultimi anni i docenti sono stati oggetto di campagne politiche e di stampa denigratorie, di un blocco del contratto che dura da cinque anni, del blocco degli scatti di anzianità, sulla cui restituzione continuano a calare colpevoli silenzi del governo e di altre forze sindacali, di un aumento di attività accessorie e burocratiche che nulla hanno a che fare con il lavoro vero dei docenti, ecc., è logico che i test INVALSI siano vissuti come ennesima incombenza burocratica, come un ulteriore lavoro non pagato in cui il ruolo di valutazione dei docenti viene ristretto in ambiti predefiniti, decontestualizzati e con caratteristiche prevalenti di natura impiegatizia.

La legge 35/2012 (art. 51, comma 2 del DL 5/2012) – “Decreto semplificazioni”- assegna alle istituzioni scolastiche il compito di partecipare come attività ordinaria di Istituto alle rilevazioni nazionali degli apprendimento degli studenti gestito da INVALSI. Si tratta di un provvedimento gravissimo imposto unilateralmente da governo nel segno di logiche tecnocratiche ed efficientistiche che nulla hanno a che vedere con il miglioramento dell’offerta formativa del settore scolastico e che interpretano la funzione docente come mera mansione esecutiva.

ANCHE IN PRESENZA DELLA NUOVA NORMATIVA SULL’INVALSI GILDA DEGLI INSEGNANTI RIBADISCE CHE L’ATTIVITA’ DI TABULAZIONE E CORREZIONE DELLE PROVE INVALSI DEVE ESSERE OGGETTO DI ADEGUATO RICONOSCIMENTO DAL PUNTO DI VISTA CONTRATTUALE. IN PARTICOLARE L’ATTIVITA’ DI CORREZIONE, CHE DOVREBBE PER CORRETTEZZA ESSERE EFFETTUATA DA ESTERNI ALLA SCUOLA, NON TROVA RISCONTRO TRA QUELLE RETRIBUITE DAL CCNL VIGENTE. La nota 2792 del 20/4/2011 stabilisce che “il riconoscimento economico per tali attività potrà essere individuato in sede di contrattazione integrativa di istituto, ex art. 6 e 88 del ccnl”.

INVECE NULLA OSTA AL FATTO CHE LE PROVE POSSANO ESSERE SOMMINISTRATE ALL’INTERNO DELL’ORARIO DI SERVIZIO DEI DOCENTI.


GILDA DEGLI INSEGNANTI, ANCHE PER LE ANALISI SUESPOSTE, INVITA PERTANTO I DOCENTI DELLE SCUOLE COINVOLTE A RIFIUTARE DI EROGARE LAVORO AGGIUNTIVO E NON RICONOSCIUTO DAL CCNL DERIVANTE DALL’EROGAZIONE DEI TEST INVALSI.



Come evitare di essere costretti
a lavorare gratis per INVALSI:
Istruzioni per l’uso



Attenzione: se le prove INVALSI sono state inserite nel POF, approvato dal Collegio dei Docenti all’inizio di quest’anno scolastico come elementi essenziali per il monitoraggio e il sostegno della didattica, esse diventano di fatto progetto della scuola. Ciò prevede il riconoscimento in sede RSU delle attività aggiuntive che devono essere retribuite anche forfetariamente. Si consiglia pertanto di NON inserire  MAI nel POF le prove INVALSI, fatto stante che le loro modalità e finalità possono cambiare in corso d’opera.


La normativa esistente obbliga le scuole a provvedere alla somministrazione delle prove che deve pertanto essere fatta all’interno dell’orario normale delle lezioni con i tempi e le modalità definite da MIUR e INVALSI. Non esiste alcun obbligo di sostegno e sorveglianza diretta dei docenti delle aree disciplinari coinvolte. La somministrazione può pertanto essere fatta anche da docenti di discipline diverse, sempre nel loro orario di servizio giornaliero.


Non c’è alcun obbligo per i docenti alla compilazione dei moduli allegati alle prove, né tantomeno di provvedere alle attività di “correzione” e di validazione degli esiti. Queste funzioni devono essere a  nostro avviso affidate ad INVALSI.


Se il dirigente obbliga i docenti attraverso una circolare a provvedere alla correzione dei test e alla compilazione dei moduli allegati si invitano i docenti a rispondere con atto di rimostranza (fac simile lo trovate allegato) che determina per il dirigente l’obbligo di rinnovare l’ordine di servizio per iscritto ad personam. Se viene reiterato l’obbligo di servizio siamo costretti ad adempiere, ma ciò ci consente di chiedere al dirigente il pagamento diretto delle prestazioni non previste dal CCNL.


Si ricorda che nel caso della somministrazione delle prove INVALSI previste per l’esame di terza media NON possiamo esimerci dalle prestazioni di valutazione e correzione poiché i test fanno parte integrante della valutazione complessiva delle prove d’esame.



Al Dirigente Scolastico ………………………………

Sede

Oggetto: Atto di rimostranza scritta ai sensi dell’art. 17 del DPR 3/57 dell’ins./prof.

…………………………………………………………………………………………………………


Il/La sottoscritto/a ……………………………………………………………… docente con contratto a tempo indeterminato/determinato:

PREMESSO CHE

-    il POF del nostro istituto del 2011/12 non prevede alcuna attività riconducibile all’INVALSI, né per i docenti, né per gli studenti; quindi le famiglie non sono state informate in merito al momento dell’iscrizione;

-   né i Consigli di classe né i primi Collegi dei Docenti dell’anno scolastico 2011/12, ai quali spetta deliberare la programmazione didattica di tutto l’anno, hanno indicato alcuna priorità, né previsto alcuna attività riconducibile all’INVALSI;

-     il Piano delle attività del 2011/12 non prevede prove di valutazione INVALSI;

-   la valutazione che spetta alle scuole è quella prevista dalla L. 53/2003, art. 3, comma 1 e solo per essa è previsto un obbligo di servizio per i docenti;

-   il Contratto Collettivo Nazionale di lavoro non prevede per gli insegnanti alcun impegno riconducibile all’INVALSI, né tra gli obblighi di servizio, né nella funzione docente;

-   nessuna normativa stabilisce che le attività di correzione e inserimento dei dati relativi ai test e alle prove INVALSI siano obbligatorie per i singoli docenti

METTE IN RILIEVO

che l’ordine di servizio che prevede prestazioni di correzione e compilazione dei modelli predisposti da INVALSI si pone in contrasto con ogni norma di carattere giuridico o contrattuale e rappresenta un’illecita richiesta di prestazione aggiuntiva non obbligatoria

TUTTO CIO’ CONSIDERATO

dichiara di non poter ottemperare alla disposizione impartita relativa alla correzione delle prove INVALSI ritenendosi, al contempo, esente da ogni responsabilità di tipo disciplinare, amministrativa, civile e penale

DICHIARA

di essere fin da ora disposto/a ad ottemperare all’eventuale reiterazione scritta dell’ordine di servizio, riservandosi comunque ogni tutela in via sindacale e giudiziaria.

In fede

Data:………….…………………….….            firma ………………………….

http://www.gildavenezia.it/com/Archivio/2012/apr12/invalsi_istruzioni.htm



Professoressa uccisa dall'amianto

Inchiesta di Guariniello su una scuola media «I pavimenti erano deteriorati»

Alberto Gaino La Stampa, 1.5.2012

Una professoressa di 60 anni è morta di mesotelioma. Il collegamento con l’amianto è scattato in automatico, ma è stato solo dopo la ricostruzione della sua vita fra casa e lavoro che si è risaliti alla scuola dove aveva insegnato per trent’anni matematica e scienze: la media inferiore Vivaldi. [...]

http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2012/magg2012/uccisa.htm



Brenda Brathwaite: Gaming for understanding

It's never easy to get across the magnitude of complex tragedies -- so when Brenda Brathwite's daughter came home from school asking about slavery, she did what she does for a living -- she designed a game. At TEDxPhoenix she describes the surprising effectiveness of this game, and others, in helping the player really understand the story.

http://www.ted.com/talks/brenda_brathwaite_gaming_for_understanding.html



Permessi negati? Non aspettate ad impugnare.

Il giudice del lavoro di Verona ha recentemente dichiarato inammissibile il ricorso promosso dalla Gilda contro il rifiuto di un dirigente scolastico di riconoscere un giorno di permesso ex art. 15 .c 2 CCNL (i tre giorni di permessi per motivi personali o di famiglia) perché la domanda è stata presentata dopo la data del convegno a cui il collega voleva partecipare.

Attenzione quindi, cercare di trovare soluzioni concordate o assecondare comportamenti dilatori dei dirigenti può portare all'impossibilità di far valere i propri diritti.

In caso di dubbio, quindi, non esitate a contattare il sindacato.













Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009


I materiali che rendo disponibili in rete, salvo diversa indicazione, si intendono pubblicati con licenza Creative commons per i testi e LGPL per il software (qui trovate una traduzione italiana non ufficiale)

Creative Commons License
This opera by Flavio Filini is licensed under a Creative Commons Attribuzione 2.5 Italia License.