Attenzione, sindacalista cattivo
(Grazie a Rossella per il disegno ...)
La pagina principale del sito



Archivio Marzo 2011




26 marzo 2011

ASSEMBLEE SINDACALI PERSONALE DOCENTE IN ORARIO DI LAVORO
Il 23 marzo è stata spedita alle scuole la convocazione che potete leggere sotto (la versione pdf)
Avremo la fortuna di ospitare la Vice coordinatrice nazionale Domenica di Patre

Intervenite numerosi

Segnalateci eventuali inconvenienti nella spedizione della convocazione o nella pubblicazione della stessa presso le vostre scuole



* Chiedeto alla Gilda

A cura di Gina Spadaccino

Protocollo a scuola: spetta al dirigente vistare preventivamente la corrispondenza?
"Si chiede se è fondato che tutti gli atti che debbono essere protocollati a scuola debbano essere vistati dal Dirigente Scolastico prima di essere protocollati dall´assistente della segreteria. Il dsga interpellato sostiene che questo è regolare perché spetta al dirigente stabilire se si tratta di atti da acquisire al protocollo riservato o a quello generale. Quindi è legittimo che egli visioni preventivamente la corrispondenza in arrivo consegnata a mano. Ma cosa è questo protocollo riservato e quali atti vi devono essere per forza contenuti? I documenti scolastici, non sono quasi tutti riservati? A monte, è legittima questa organizzazione della corrispondenza all´interno della scuola?"

Il protocollo di una scuola registra la corrispondenza in entrata ed in uscita. Come tale, dovrebbe essere la rappresentazione di quel che realmente accade e del momento in cui accade.
Le modalità di assunzione a protocollo della corrispondenza costituiscono un aspetto organizzativo, rimesso alle decisioni del dirigente dell´ufficio. Spetta a lui stabilire le regole di funzionamento del servizio, tenendo presente le norme generali e la legittimità sostanziale cui deve attenersi la pubblica amministrazione (imparzialità, buon andamento, ecc.).
Pertanto è legittimo che la consegna a mano della corrispondenza possa andare soggetta ad alcune restrizioni (per esempio, di orario), ma non che possa essere rifiutata o subordinata a valutazioni discrezionali del dipendente o dello stesso dirigente.

Diversa è la questione del protocollo riservato. Spetta senza dubbio al dirigente valutare - questa volta sì in forma discrezionale, anche se motivata - cosa debba esservi registrato.
L´esercizio di tale potere presuppone che il dirigente prenda visione di tutta la corrispondenza prima di chiunque altro; ovvero che, sotto la propria responsabilità, ne affidi il vaglio preliminare a persona di sua fiducia. Ancora una volta, questo passaggio non può tradursi in un sostanziale rifiuto di registrare l´arrivo di un documento o nel rinvio a tempo indeterminato della trascrizione a protocollo.

Un breve excursus normativo per rispondere al quesito posto circa la regolarità della organizzazione della corrispondenza tenuta nella scuola in oggetto.

Le norme che disciplinano l´archivio delle istituzioni scolastiche sono ancora gli articolati del R.D. 30.4.1924 n. 965 e successive modificazioni ed integrazioni. Per quanto riguarda il registro del protocollo riservato esso è disciplinato dall´art. 11 del R.D. citato. Dal combinato disposto dell´articolo 11 e dell´ultimo comma dell´ 85, si evince che le carte registrate nel riservato non possono essere archiviate in altri luoghi se non nel "contenitore" appositamente tenuto dal dirigente scolastico.
Al R.D. 965/1924 è seguita la legge 7 agosto 1990, n. 241 "Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi" e il relativo regolamento applicativo (D.P.R. 27/06/1992 n. 352).
Successivamente il Ministero della Pubblica Istruzione ha emanato il Decreto n. 60 del 10/01/1996 ("Regolamento recante norme per l´esclusione dell´esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi ai sensi dell´art. 24, comma 4, della legge 7 agosto 1990 n. 241 e dell´art. 8 del D.P.R. 27 giugno 1992, n. 352"). L´art. 2 di tale Regolamento precisa quali siano le categorie di documenti sottratti all´accesso: si ritiene siano queste le tipologie di documenti che vanno registrate sul protocollo riservato e inserite nell´apposito "contenitore" da conservare a cura del dirigente scolastico.

Si segnala tuttavia che oramai più d´uno comincia a dubitare che sia legittimo mantenere il protocollo riservato nel contesto delle attuali norme sulla tutela dei dati personali, che (ove correttamente attuate) con l´introduzione del cosiddetto protocollo informatico (D.P.R. 428/1998, D.P.C.M. 31/10/2000 e D.P.R. 28/12/2000, n. 445) offrono già larghe garanzie di protezione della riservatezza dei singoli.
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?plug=faq&idcat=88&area=faq&id=1514


Passaggio di cattedra nella stessa scuola: spetta la continuità del servizio?
"Insegno in un liceo sulla A047 ed ho chiesto per l´a.s. 2011-2012 il passaggio di cattedra su A049 nella stessa scuola. Nel caso lo ottenessi nella compilazione della graduatoria interna è vero che perderei la continuità in istituto ma mi deve essere riconosciuta la continuità nella sede intesa come comune?"

L´allegato D al CCNI per la mobilità è valido sia per i trasferimenti a domanda che d´ufficio. Al capo I, punto C è valutato con punti 6 il servizio di ruolo prestato senza soluzione di continuità nella scuola di attuale titolarità o di servizio dei docenti che presentano domanda di mobilità. Tale punto fa riferimento alla nota 5 successiva, che esplicita le condizioni per l´attribuzione del punteggio. Queste consistono nella concorrenza di due elementi di continuità: la continuità sulla scuola e la continuità sul posto a classe di concorso. Il secondo elemento è quindi requisito essenziale per l´attribuzione del punteggio.
Nel caso in questione il docente che ottiene il passaggio dalla classe di concorso A047 alla classe A049 perderà il secondo ed essenziale elemento di continuità.
Nel punto C per i trasferimenti d´ufficio si fa riferimento alla nota 5 bis che, successiva al numero 5, introduce elementi in più rispetto a quelli già previsti per i trasferimenti a domanda, ma fermo restante quanto precisato nella nota 5. L´elemento in più è un punto per ogni anno di servizio di ruolo prestato nella sede di attuale titolarità, in aggiunta ai punti precedenti e intendendo per sede il comune.
L´espressione che ritiene comunque valide le condizioni già previste nella nota C fa intendere che il requisito di continuità nella scuola e nel comune debbano essere sempre accompagnati da quello di continuità nella classe di concorso.
Poiché il docente in questione con l´esito positivo del passaggio di cattedra perderà tale requisito, egli perderà il punteggio sia per continuità nella scuola che per quella nel comune.
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?plug=faq&idcat=88&area=faq&id=1497

Ricovero ospedaliero e congedo per assistenza figlio maggiorenne ex legge 104/92
"Sono docente a tempo determinato in servizio fino al 30/06/2011 ed usufruisco dei benefici derivanti dalla L. 104 per mio figlio maggiorenne con disabilità grave.
Mio figlio deve essere ricoverato in ospedale per un intervento chirurgico e la sua degenza si prevede non sia di breve durata (8-10 giorni). So che durante il ricovero non posso fruire nemmeno dei tre giorni di permesso mensili. Chiedo pertanto se posso usufruire di un periodo di congedo per l´assistenza a mio figlio a norma dell´art. 42 del Decreto Legislativo n. 151 del 26/03/2001. In caso di risposta negativa come posso risolvere il mio caso?La legge 183/2010 art. 24, non ha modificato nulla rispetto al congedo previsto dall´art. 42 comma 5, del D.L.vo 151/2001 che rimane disciplinato da questa norma anche se alcuni requisiti inderogabili per legge, sono identici: riconoscimento di disabile in situazione di gravità e non ricovero a tempo pieno."

Sulla condizione di ricovero a tempo pieno la recente circolare della Funzione Pubblica n. 13 del 6 dicembre 2010 al punto 5, lettera a) ha confermato che per ricovero a tempo pieno si intende il ricovero per le intere 24 ore che avvenga presso le strutture ospedaliere o comunque le strutture pubbliche o private che assicurano assistenza sanitaria.

Tra le circostanze che fanno eccezione a tale presupposto ricorre la fattispecie del ricovero a tempo pieno di un minore in situazione di handicap grave per il quale risulti documentato dai sanitari della struttura il bisogno di assistenza da parte di un genitore o di un familiare. Nel particolare regime derogatorio non è compresa invece anche le ipotesi di ricovero dei maggiorenni.

In alternativa la collega potrà richiedere, oltre ai 6 giorni di ferie alle condizioni di cui all´art. 13, comma 9 del CCNL, i 3 giorni di permesso retribuito per grave infermità di cui all´art. 4 comma 1 della Legge 53 dell´8 marzo 2000, regolamentato dalle disposizioni contenute nel D.M. 278 del 21 luglio 2000.

Si ricorda che per i docenti a tempo determinato i permessi per motivi personali e familiari previsti dall´art.15, comma 2 del CCNL sono fruibili fino ad un massimo di sei giorni, non sono retribuiti e interrompono la maturazione dell´anzianità di servizio a tutti gli effetti.
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?plug=faq&idcat=88&area=faq&id=1498


Sciopero ed obblighi di servizio del personale docente
"Durante l´ultimo sciopero di un giorno indetto da una organizzazione sindacale la nostra scuola prevedeva un giorno di vacanza scolastica. Il dirigente nei giorni precedenti ha emanato una circolare in cui chiedeva la firma per adesione/non adesione/presa visione ma con l´aggiunta che anche chi firma per presa visione deve presentarsi il giorno dello sciopero per dichiarare la sua presenza. Io non mi sono presentato, trattandosi di giorno di vacanza, e come me molti altri colleghi. Chiedo se 1) la giornata di vacanza mi verrà conteggiata invece come partecipazione allo sciopero; 2) lo sciopero interrompe o no la progressione della carriera."

La risposta è negativa per entrambi i quesiti.

Primo quesito. Quando nella scuola le lezioni sono sospese (vacanze estive, natalizie, pasquali, giorni di sospensione previsti dal calendario regionale, eventuale sospensione in ragione dell´adattamento del calendario scolastico con compensazione delle attività didattiche in altri giorni) i docenti non sono tenuti ad alcuna attività di insegnamento: ciò ai sensi del CCNL 29/11/2007, art. 28 comma 5.
Pertanto in tali giorni essi non sono tenuti a presentarsi a scuola e non possono essere obbligati neanche per attestare, tramite apposizione di firma, la loro presenza in servizio.

Secondo quesito. Lo sciopero è un diritto dei lavoratori riconosciuto dalla Costituzione italiana, ed ha lo scopo di rivendicare dei diritti, per motivi salariali, per protesta o per solidarietà e comporta la detrazione dello stipendio proporzionalmente alla sospensione lavorativa.
Le assenze per sciopero non interrompono la progressione della carriera, ma non sono utili ai fini del superamento del periodo di prova.
Le assenze per sciopero sono, altresì, utili ai fini del trattamento di quiescenza.
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?plug=faq&idcat=88&area=faq&id=1499




* Il TG FGU edizione 25 marzo 2011

REGIA, MONTAGGIO & RIPRESE SUHEL HASSOUN, GIORNALISTA ESTER TREVISAN
Si parla del Caso Parini,  indennità disoccupazione,  valutazione, alternativo a IRC, mobilità e spreco di carta.
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?id=1523



* Esaurimento da graduatorie…

Una panoramica che cerca di fare un po´ di chiarezza dopo l´intervento della Consulta ed in attesa delle prossime disposizioni normative

Sono ormai diversi anni che tiene banco la discussione sulle vicende inerenti le graduatorie ad esaurimento e a tutt´oggi non si hanno ancora informazioni certe che ci possano consentire di mettere la parola fine a questa diatriba. Nelle ultime settimane sono però accaduti diversi fatti ed è utile riassumerli brevemente in modo da fare il punto della situazione e tentare di dare una risposta alla domanda che tutti si pongono; ed ora che succede? [...]
(Antonio Antonazzo, da Professione docente, aprile 2011)
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1528

MIUR: DOPO SENTENZE BASTA INSERIMENTI A PETTINE
miurProt. N. AOODGPER.2287 Roma, 21/03/2011

Ai Direttori degli UUSSRR

Oggetto: CONTENZIOSO SERIALE AVVERSO D.M. 42/2009.

Con riferimento ad eventuali richieste del commissario ad acta relative all'esecuzione delle ordinanze cautelari del TAR Lazio di cui al contenzioso in oggetto, si ritiene di non doversi procedere ai richiesti inserimenti in graduatoria.
Si fa, infatti, presente che le cause innanzi al TAR Lazio in cui è stato disposto il commissariamento sono state sospese e quindi, si rende necessario attendere le determinazioni dell'autorità nuovamente adita dai diretti interessati.

In particolare, il TAR Lazio che, ad avviso della scrivente, dichiarerà il proprio difetto di giurisdizione, uniformandosi ad analoghe sentenze, considerato che il medesimo non possiede più il potere di amministrare la giustizia in materia di graduatorie, secondo il recente orientamento delle Sezioni unite della Cassazione, ovvero il giudice ordinario, in virtù dell'istituto della translatio iudicii, previsto dalla legge di riforma 18 giugno 2009, n. 69.

Il Direttore Generale
F.to Luciano Chiappetta
http://www.gilda-unams.it/Federazione/index.php?option=com_content&view=article&id=720&catid=43&Itemid=95



* Mobilità, nuova tempistica delle operazioni

Modificate le date di acquisizione delle disponibilità e pubblicazione dei movimenti

In considerazione della complessità delle operazioni propedeutiche alla mobilità del personale della scuola, relative alla previsione delle classi e degli organici, e delle numerose segnalazioni pervenute da parte degli Uffici scolastici regionali circa le difficoltà incontrate nello svolgimento delle attività necessarie entro i tempi stabiliti, il Miur con nota prot. n. 2563 di data odierna ha rideterminato l´articolazione delle date concernenti i termini di acquisizione delle disponibilità e, conseguentemente, di pubblicazione dei movimenti relativi al personale docente della scuola dell´infanzia, primaria, secondaria di I e II grado, al personale educativo e al personale A.T.A., fissati nella ordinanza ministeriale del 24 febbraio, n. 11.
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1524
Nuovi Termini per le operazioni di mobilità
(art. 2, comma 2, O.M. 24 febbraio 2011, n. 16, Atto Direttore DGPS MIUR 25.3.2011).

a) personale docente scuola dell’infanzia
1 - termine ultimo comunicazione al SIDI delle domande
di mobilità e dei posti disponibili...............................................3 maggio
2 - pubblicazione dei movimenti...............................…...........23 maggio

scuola primaria
1 - termine ultimo comunicazione al SIDI delle domande di mobilità e dei posti disponibili ...........9 aprile
2 - pubblicazione dei movimenti......................................….....5 maggio

scuola secondaria di I grado
1 - termine ultimo comunicazione al SIDI delle domande di mobilità e dei posti disponibili ......19 maggio
2 - pubblicazione dei movimenti ............................................14 giugno

scuola secondaria di II grado
1 - termine ultimo comunicazione al SIDI delle domande di mobilità e dei posti disponibili ............10 giugno
2 - pubblicazione dei movimenti..............................................…5 luglio

b) personale educativo
1 - termine ultimo comunicazione all’ufficio delle domande di mobilità dei posti disponibili ..............…....9 giugno
2 - pubblicazione dei movimenti........................................….....24 giugno

Personale ATA
1 - termine ultimo comunicazione all’ufficio delle domande di mobilità dei posti disponibili ..............…....27 giugno
2 - pubblicazione dei movimenti........................................…..... 19 luglio

Revoca domande (termine ultimo)
Docenti scuola primaria                    30 marzo 2011
Docenti scuola infanzia                      23 aprile 2011
Docenti scuola secondaria I grado 9 maggio 2011
Personale educativo                           30 maggio 2011
Docenti scuola secondaria II grado 31 maggio 2011




* Indennità di disoccupazione con requisiti ridotti

Termine di scadenza per la presentazione della domanda: 31 marzo 2011

Si ricorda che scade lunedì 31 marzo 2011 il termine per presentare all´Inps da parte del personale docente a tempo determinato la domanda di indennità di disoccupazione con requisiti ridotti.
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1522



* Attività alternative all’ora di religione: le paga il Mef

Il Miur trasmette i chiarimenti concordati con la Ragioneria Generale dello Stato
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1507



* Dotazioni organiche personale docente a.s. 2011/2012

Rese note tutte le disposizioni, confermata la riduzione di 19.700 posti.

Con circolare n. 21 del 14 marzo 2011, il Miur ha anticipato i contenuti dello schema di Decreto Interministeriale da inviare per il prescritto concerto con il Ministro dell´economia e delle finanze, recante disposizioni, per l´anno scolastico 2011/2012, in ordine alla rilevazione delle dotazioni di organico del personale docente, alla relativa quantificazione a livello nazionale e regionale, ai criteri di ripartizione da adottare con riferimento alle diverse realtà provinciali e alle singole istituzioni scolastiche. [...]
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1506

Su Orizzonte scuola numerose segnalazioni di incongruenze e proteste dai docenti delle varie classi di concorso:
http://www.orizzontescuola.it/taxonomy/term/544



* Professione docente - aprile 2011

Sommario Pag. 1 - Futuro precario. Di Rino Di Meglio.
Pag. 2 – Milleproroghe: ovvero l’incapacità di affrontare i problemi della scuola. Di Fabrizio Reberschegg.
Pag. 3 – Esaurimento da graduatorie... Di Antonio Antonazzo.
Pag. 4 - Assurdo agire penalmente sull’opportunità didattica. Di Rino Di Meglio.
Pag. 5 - Più forti del terremoto! Di Luisa Nardecchia.
Pag. 6 - Qualità dei processi formativi e valutazione dei docenti. Di Guido De Marco.
Pag. 7 - Il corvo, lo scrittoio e un re Cavaliere. Di Stefano Borgarelli.
Pag. 8 - Hard Times: in Inghilterra e in Italia tempi difficili per la Scuola. Di Piero Morpurgo.
Pag. 9 - Leggere comprendere e ripetere. Il passato e il futuro dei libri nella scuola italiana. Di Bruno Telleschi.
Pag. 10-11 - Vita in provincia.
http://www.gildaprofessionedocente.it/prd201104/



* Formazione personale ATA.

Formazione ex art. 3 dell'Intesa del 20 luglio 2004. Formazione del personale interessato dalle procedure di attribuzione delle posizioni economica.
Prot. AOODGPER 2560 Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Roma, 25 marzo 2011
http://www.istruzione.it/web/istruzione/prot2560_11




* Adozione dei libri di testo per l'anno scolastico 2011/2012

Chiarimenti per le classi in cui sono presenti alunni non vedenti.
Circolare n. 22 - Prot. n. 1894 Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca 23 marzo 2011
http://www.istruzione.it/web/istruzione/cm22_11



* Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità,

la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni
La composizione:
http://www.istruzioneveneto.it/wpusr/wp-content/uploads/2011/03/CUGdecretocostitutivo.pdf



* Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza

MIURAOODRVEUff.4/n.4449/A32a Venezia, 21 marzo 2011
Oggetto: Comunicazione nominativo RLS all’INAIL – chiarimenti

A seguito delle diverse richieste di chiarimento pervenute, questa Direzione precisa che ai sensi dell’art. 18, comma 1, lettera a, D.Lgs. 81/08 e successive modifiche ed integrazioni, le SS.LL. sono tenute ad inviare per via telematica all’INAIL il nominativo del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza – RLS (qualora eletto o designato).
A tal proposito si sottolinea che l’elezione o la designazione del RLS non si configura come un obbligo in capo al Dirigente Scolastico, bensì quale diritto del personale scolastico in servizio presso la singola Istituzione scolastica. Fermo restando, quindi, il diritto dei lavoratori di eleggere o designare un proprio rappresentante scelto prioritariamente tra le RSU d’istituto, il Dirigente Scolastico dovrà comunicare il nominativo solo nel caso in cui tale elezione o designazione sia giunta a buon fine.
La comunicazione di cui sopra va trasmessa collegandosi al sito www.inail.it, seguendo il percorso “Sicurezza sul lavoro” “Adempimenti della sicurezza” e, successivamente, applicando le istruzioni a video. Per richiedere la password d’accesso o per chiarimenti sulla procedura da seguire, si può contattare la sede provinciale dell’INAIL.
http://www.istruzioneveneto.it/wpusr/wp-content/uploads/2011/03/ComRLSaInail.pdf




* Calendario scolastico per l’anno 2010/11 – Precisazioni

Nota dg del 21 marzo 2011 pdf - Precisazioni calendario : DGR. 294 del 15 marzo 2011 pdf  -
http://www.istruzioneveneto.it/wpusr/archives/8084



* Assegni dei Comuni per il nucleo familiare e per la maternità: i nuovi importi

Circolare Inps n. 56 del 23 marzo 2011



* Scioglimento del contratto di lavoro dalla pa in via di autotutela

La PA quando agisce con i poteri del privato datore di lavoro (Art. 2 D.Lgs 165/2001) incontra diverse limitazioni. La controversia riguarda un'azienda sanitaria, ma gli argomenti sono di sicuro interesse ancheper il personale della scuola.
(Tribunale di Bari – Sezione Lavoro – Dott.ssa Silvia Rubino, Ordinanza 14 marzo 2011)
Un commento e l'ordinanza sul sito www.filodiritto.com (Avv. Fabio Cardanobile)
http://www.filodiritto.com/index.php?azione=archivionews&idnotizia=3024



* Contrattazione di istituto: disaccordo fra i Giudici

"Il Giudice del Lavoro di Bologna dà ragiione a Cgil e Cisl e smentisce il Giudice del Lavoro di Venezia che aveva invece accolto l'interpretazione dell'Anp. Adesso si aspetta il varo di un decreto di interpretazione autentica che è pronto da due mesi."
http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=31372&action=view




* Precari, anche per il Tribunale di Genova i supplenti annuali vanno risarciti

http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=31371&action=view



* Precari: Selezioni per assunzioni a tempo determinato presso la Provincia di Verona-Turismo s.r.l.

Scadenza presentazione domande: ore 12 del 31 marzo 2011
Tre avvisi di selezione pubblica, per titoli ed esami, per la formazione di tre graduatorie per assunzioni a tempo determinato di personale di diverso profilo professionale presso la Società Provincia di Verona-Turismo a r.l.
http://portale.provincia.vr.it/





20 marzo 2011

* Mobilità, prorogate le funzioni on line al 24 marzo

Avviso del gestore del sistema informativo per ovviare alle disfunzioni tecniche riscontrate. Per la scuola dell´infanzia rimane il termine del 21 marzo.

A seguito di numerose segnalazioni relative a disfunzioni tecniche concernenti la procedura polis per l'inserimento delle domande di mobiltà del personale docente , il gestore del sistema informativo ha segnalato la necessità di valutare l'opportunità di prorogare le funzioni di cui trattasi.

Per consentire la completa e corretta conclusione delle operazioni di compilazione on line della domanda di mobilità e della relativa convalida tramite le funzioni POLIS, disponibili ai docenti della scuola primaria e secondaria di I e II grado, sul link domande ol line, in data odierna, a cura del gestore è stato pubblicato un avviso con cui si comunica la proroga delle funzioni polis fino alle ore 14.00 del giorno 24 marzo p.v..

Con l´occasione si raccomanda, a coloro i quali ancora non avessero provveduto in tal senso, di effettuare quanto prima l´operazione di "INVIO" della domanda predisposta e memorizzata in bozza, al fine di renderne efficace la partecipazione alle relative procedure di mobilità.

Si segnala inoltre, che ad oggi sono state inserite il 70% delle domande previste e che lunedi 21, termine di scadenza delle domande,verrà inviata una mail a tutti quei docenti che non hanno ancora dato l´invio alla propria domanda.

Per i docenti della scuola dell´infanzia rimane il termine di scadenza del 21 marzo p.v..
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1496



* Buon compleanno, Italia

L´intervento di Rino Di Meglio per i 150 anni dell´Unità d´Italia

Il coordinatore nazionale della Gilda degli insegnanti, Rino Di Meglio, sottolinea il ruolo centrale e fondamentale della scuola nel nutrire in questi 150 anni, attraverso la conoscenza ed il rispetto del passato, una sana consapevolezza in tutti gli italiani del proprio ruolo di cittadini e quindi di protagonisti della storia del proprio paese.

In questo giorno importante gli auguri della Gilda degli insegnanti.
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1495



* Legittimità della presenza del crocifisso nelle aule

in quanto non integrante opera di indottrinamento.
Corte Europea Diritti Umani - Sentenza del 18-03-11
http://www.dirittoscolastico.it/cedu_-_sentenza_del_18-03-11.html



* Precari, le supplenze si possono accettare fino a 70 anni

"Così si è espresso il Consiglio di Stato, accogliendo il ricorso di una docente che aveva chiesto il reinserimento nella graduatoria provinciale di Roma dopo che lo stesso Usp l’aveva esclusa a seguito del compimento del suo 65esimo anno di età: le norme sul collocamento a riposo d'ufficio vanno intese applicabili al solo personale di ruolo. Intanto per l’aggiornamento delle graduatorie si parla di aprile."
Tecnica della scuola: http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=31306&action=view



* Pagamento attività alternativa alla religione cattolica

"L’attività alternativa alla religione cattolica è ritenuta un servizio strutturale obbligatorio e come tale deve essere pagato a mezzo dei ruoli di spesa fissa."
Tecnica della scuola: http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=31261&action=view



* Le bozze delle nuove classi di concorso.

Dal sito Gilda Venezia: http://www.gildavenezia.it/riforma/riformadoc/2011/tabelle-15.zip



* Disoccupazione requisiti ridotti

http://www.gildavenezia.it/precari/precaridoc/2011/disoccupazione_requisiti-ridotti.pdf



* Lettera di un'insegnante precaria

meridionale che lavora al nord - Brescia, 17.3.2010
http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2011/mar2011/precaria_nord.htm



* Permessi Legge 104

La pagina del ministero della PA:
http://www.innovazionepa.gov.it/lazione-del-ministro/operazione-trasparenza/permessi-legge-104.aspx



* Festività 17 marzo

La relazione tecnica pubblicata da Brunetta, con tutte le fregature:
http://www.innovazionepa.gov.it/lazione-del-ministro/festivita-17-marzo/introduzione-della-festivita-del-17-marzo-.aspx



* Il liceo musicale nasce morto

Un intervento su Orizzonte scuola: http://www.orizzontescuola.it/node/14508



* Trasmissione certificati di malattia

Ministero della P.A. Circolare n.4/2011  del 18 marzo 2011
Trasmissione per via telematica dei certificati dì malattia. Indicazioni operative per i lavoratori dipendenti e datori di lavoro del settore pubblico e privato. In attesa di registrazione presso la Corte dei conti.
http://www.innovazionepa.gov.it/media/648341/circolare_4-2011.pdf




16 marzo 2011

* Merito: ieri, oggi e domani

Il resoconto del convegno nazionale del 12 marzo:
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=79&area=Eventi/Iniziative&id=1494



* Anagrafe professionalità docente

La circolare del Miur con ringraziamenti e prospettive:
http://www.istruzione.it/web/istruzione/prot2214_11



* Provvedimenti di riorganizzazione del sistema scolastico

inammissibilità del ricorso di associazioni ed istituzioni scolastiche.
Consiglio di Stato – Sentenza n. 1540/2011
http://www.dirittoscolastico.it/consiglio_di_stato__sentenza_n_15402011.html



* Il dirigente scolastico non può modificare la nota disciplinare apposta da un docente.

"Il docente che, accertando fatti di rilevanza disciplinare, appone un'annotazione sul registro di classe, pur non insegnando nella classe di appartenenza dello studente, può ritenersi investito di una funzione vicaria degli altri appartenenti al corpo insegnante di quest'ultimo, per un fatto posto alla sua diretta attenzione ed avvenuto all'interno della scuola.
Poiché appare innegabile natura di atto pubblico del registro di classe, l'annotazione di cui si discute non era modificabile in via autoritativa ad opera di un soggetto terzo - ivi compreso il dirigente scolastico - non presente al momento del fatto stesso e all'atto della relativa registrazione."
Consiglio di Stato - Sentenza n. 715 – 2011: http://www.dirittoscolastico.it/consiglio_di_stato_-_sentenza_n_715__2011_.html



* Festa del 17 marzo: come incide sulle “festività soppresse”?

L'analisi di Tecnica della scuola: http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=31260&action=view



* Dotazioni organiche personale docente a.s. 2011/2012: ancora tagli

"Il Miur ha emanato le disposizioni sulla determinazione degli organici del personale docente. Il decreto sarà pubblicato al termine dell’iter della concertazione tra sindacati e Mef. Prevista una riduzione di 19.700 unità."
L'articolo di Tecnica della scuola con il testo dei provvedimenti: http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=31262&action=view



* L'infelice intervento della gelmini alla Rai

Le repliche della Cigl del 14 marzo e del 15 marzo e della cisl
Una raccolta degli interventi sul sito della Gilda di Venenzia



* Quanto guadagnano i capi

Retribuzioni annue lorde dei Dirigenti del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
http://www.orizzontescuola.it/node/14435




11 marzo 2011

* Il TG FGU edizione 11 marzo 2011

 REGIA, MONTAGGIO & RIPRESE SUHEL HASSOUN, GIORNALISTA ESTER TREVISAN
Si parla di tagli agli organici, Precari e graduatorie; Blocco gite; Mobilità
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?id=1489



* Supplenti: quando paga il Ministero

Art. 2, comma 5 del D.L. 147/2007 – Pagamento supplenti maternità
Competenza degli Uffici Provinciali Economia Finanze alla liquidazione del trattamento economico – Chiarimenti
Nota dg Veneto del 9 marzo 2011:
http://www.istruzioneveneto.it/wpusr/art-2-comma-5-del-d-l-1472007-pagamento-supplenti-maternita.html



* Viaggi d’istruzione: in un anno ridotti del 40 per cento

"La denuncia è dei responsabili scuola del Pd: oltre alla privazione di importanti esperienze formative e socializzanti, ben 30.000 lavoratori del turismo rischiano il posto. Una situazione originata dai tagli al Fis, dalla crisi economica delle famiglie e dalla delegittimazione dei docenti, che per protesta non sono più disposti ad accompagnare gli studenti."
Tecnica della scuola: http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=31223&action=view



* Prove Invalsi

Un parere sul pagamento delle attività.
Tecnica della scuola: http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=31194&action=view



* I tagli secondo la Cisl

Gli effetti dei tagli sul personale docente nell'analisi della Cisl: http://www.cislscuola.it/sites/default/files/dossier%20tagli%20docenti%202011.pdf



* Personale ATA - graduatorie 24 mesi

Le indicazione del Ministero della Pubblica Istruzione sul "Modello G" tramite istanze on-line.
Applicazione disponibile dalle ore 9,00 del 29/03/2011 al 28/04/2011.



* Precari

Pensionamenti: i dati provvisori per regione e provincia
dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, 9.3.2011
http://www.gildavenezia.it/com/Archivio/2011/mar01/pensioni_provvisori.htm



* Numero massimo di alunni

Sentenze riguardanti le classi con alunni disabili: http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2011/mar2011/vincolante.htm



* Part-time: scadenza 15 marzo

Un modello di domanda



* Permessi L. 104/92

La circolare del Ministro della P.A. del 10 marzo: http://www.innovazionepa.gov.it/media/644895/circolare_2-2011.pdf



* Riserve di legge nelle assunzioni del personale scolastico

L'articolo del Prof. Raffaele Manzoni sul sito dello Studio Cataldi:
http://www.studiocataldi.it/news_giuridiche_asp/news_giuridica_9787.asp





7 marzo 2011

* Gilda in piazza il 12 marzo per difendere la scuola pubblica statale

Riflettere insieme sull´importanza del pluralismo, valore fondante della scuola pubblica statale. L´invito della Direzione nazionale

La Gilda degli Insegnanti sarà in piazza a Roma sabato 12 marzo in difesa della scuola pubblica statale. La decisione di aderire alla manifestazione è stata assunta dalla Direzione nazionale che si è riunita ieri per discutere delle gravi dichiarazioni del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi.

"Il presidente del Consiglio - afferma il coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, Rino Di Meglio - è riuscito in un colpo solo a offendere tutti gli insegnanti indipendentemente dai loro orientamenti politici, filosofici e religiosi perché ha colpito la loro deontologia professionale. Lo sforzo di ogni docente della scuola pubblica statale, a differenza della scuola privata che è di tendenza, consiste nell´educare gli alunni al pluralismo e a una visione critica della realtà. Quindi - conclude Di Meglio - affermare che questi insegnanti vogliono inculcare un´ideologia è quanto di più lontano dalla verità Berlusconi potesse dire".

Oltre a partecipare alla manifestazione del 12 marzo, la Gilda degli Insegnanti invita tutti i docenti delle scuole di ogni ordine e grado a organizzare incontri e assemblee con genitori e alunni per riflettere insieme sull´importanza del pluralismo, valore fondante della scuola pubblica statale, e smentire le dichiarazioni imbarazzanti, offensive e superficiali del presidente del Consiglio.


Roma, 4 marzo 2011
Ufficio stampa Gilda degli insegnanti
La pagina del sito nazionale della Gilda con lo speciale del TG: http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1480

Il manifesto della Cisl: http://new.cislscuola.it/sites/default/files/I%20VALORI%20DELLA%20SCUOLA.pdf
Una lettera di insegnanti pubblicata dalla FlcCgil di Verona: http://www.flcgil.verona.it/provincia/2010-11/iniziative/lettera%20di%20indignazione.doc
e il comunicato Snals: http://www.snalsverona.it/snalsvr/news2011/febbraio/0228DifesaScuolaStatale.html
Il tentativo di recupero della Gelmini (su Tecnica della scuola): http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=31161&action=view
Il Forum Precari Scuola aderisce alle manifestazioni del 12 e 17 marzo in difesa della scuola statale e della Costituzione:
http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2011/mar2011/FPS_aderisce.htm



* Gelmini: alla ricerca del tempo perduto ...

Rino di Meglio replica alle dichiarazioni del Ministro

"È difficile capire quale tempo abbia perso il ministro Gelmini a trattare con i sindacati e con quali.

Forse parla di incontri riservati ai quali noi non abbiamo partecipato, visto che i suoi colleghi di Governo Brunetta e Tremonti hanno bloccato per legge le contrattazioni fino al prossimo 2013. I rari incontri con il ministro sono consistiti fino a oggi in semplici comunicazioni di questioni, come per esempio i tagli, che erano già state decise per via normativa".

Così il coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, Rino Di Meglio, commenta le parole del ministro dell´Istruzione che, partecipando all´assemblea nazionale dei giovani imprenditori di Confartigianato a Firenze, ha definito "un errore" "aver perso un po´ di tempo al tavolo con i sindacati, pensando che si potesse arrivare in fondo assumendosi ciascuno le proprie responsabilità".

Roma, 4 marzo 2011
Ufficio stampa Gilda degli insegnanti
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1483



* "Merito sì, merito no: buone ragioni per discutere nel merito"

Napoli, 12 marzo 2011, Convegno nazionale dei docenti della scuola di ogni ordine e grado
"Merito sì, merito no: buone ragioni per discutere nel merito" venerdì 4 marzo 2011
La Gilda degli insegnanti organizza un convegno nazionale dei docenti della scuola di ogni ordine e grado
12 marzo 2011 ore 9.30-13.00 Napoli Hotel Oriente Via Armando Diaz, 44
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1482



* Assenze e valutazione alunni

La Cicolare di chiarimenti del Miur:
http://www.istruzione.it/alfresco/d/d/workspace/SpacesStore/ec6d8e5d-4fcb-45a9-8742-7cc11ffa1e63/cm20_11.pdf




* Misure di accompagnamento alla riforma. Accoglimento delle candidature per la formazione in Veneto

Nota dg Veneto del 3 marzo 2011



* Rilevazione Invalsi Apprendimenti Scuola secondaria di II grado – SNV 2010/11 -

Pubblicati i quadri di riferimento per l’italiano e la Matematica.
Chiarimenti in merito ai Seminari di formazione Nota dg Veneto del 4 marzo 2011
http://www.istruzioneveneto.it/wpusr/rilevazione-invalsi-apprendimenti-scuola-secondaria-di-ii-grado-snv-201011.html



* Mobilità – Sedi dei pensionandi dall'01/09/2011

L'UST di Verona ha pubblicat le sedi di servizio dei prossimi pensionandi: http://lnx.istruzioneverona.it/uspvr/?p=7215
Correzioni modulistica, Tecnica della scuola: http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=31140&action=view



* Tagli e organici

Le analisi di tecnica della scuola per
Superiori: http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=31166&action=view
e primaria: http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=31163&action=view
Lo spazio organici della Gilda Venezia: http://www.gildavenezia.it/speciali/organici_11-12.html




* Prove INVALSI

Obbligatorie o lavoro gratuito illegittimo?
L'articolo di Orizzonte scuola: http://www.orizzontescuola.it/node/14140



* Bolzano cerca insegnanti per gli Esami di Stato

Su orizzonte scuola: http://www.orizzontescuola.it/node/14153




3 marzo  2011

* Organici, prosegue l´informativa al Miur

Al sud e nelle isole i maggiori tagli

Nella giornata di ieri è proseguito, tra l´amministrazione e le organizzazioni sindacali, il confronto sulla determinazione dell´organico di diritto relativo al prossimo anno scolastico.

Sono state presentate le tabelle concernenti la ripartizione dei tagli previsti (19.700 posti) suddivisi fra le varie regioni ed i vari gradi ed ordini di scuola. Per quanto i dati forniti siano ancora provvisori, si rilevano tagli devastanti in quasi tutte le regioni ed in particolare in quelle meridionali e nelle isole che registrano un decremento degli alunni iscritti.

Nel prossimo incontro (fissato per lunedì 7 marzo.) ci saranno forniti i dati definitivi ed il testo della circolare ministeriale cui sarà annesso il decreto interministeriale ancora da emanare.

La nostra organizzazione sindacale ha richiesto i dati relativi ai 27.400 pensionamenti suddivisi per tipologia di posti o classi di concorso in ciascun ambito provinciale, per poter valutare l´ entità dell´ esubero e dell´ eventuale disponibilità di posti.
Il dott. Chiappetta, nel confermare gli 8.000 esuberi a livello nazionale, ha fatto presente che circa l´85% può trovare una ricollocazione in base alle abilitazioni o ai titoli di studio posseduti e, quindi, mediante la mobilità volontaria. Solo circa 1.300 unità di personale docente in esubero si trova attualmente a disposizione, in quanto non dispongono di titoli spendibili.

La nostra delegazione ha ribadito la richiesta di conoscere la reale presenza sul territorio dei licei musicali e coreutici istituiti fino al corrente anno scolastico e per il 2011/12. Il direttore generale ha affermato che tali dati saranno forniti nel prossimo incontro direttamente dal direttore generale degli Ordinamenti, dott.ssa Carmela Palumbo.

Inoltre la FGU ha chiesto che venga precisato che:
1) i docenti specializzati della scuola primaria possano insegnare l´inglese solo nelle classi in cui impartiscono altri insegnamenti;
2) la salvaguardia della titolarità dei docenti perdenti posto mediante la costituzione di cattedre eccedenti le 18 ore deve riguardare solo l´ultimo in graduatoria in ciascuna classe di concorso o tipologia di posto.
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1468




* Contrattazione di istituto, vale l´art. 6 del CCNL

Lo ha ribadito il giudice del lavoro di Napoli su ricorso della FGU

La disapplicazione dell´art. 6 del CCNL 2002/05 nella contrattazione integrativa d´Istituto costituisce grave lesione dei diritti, prerogative e libertà sindacali, configurandosi come condotta antisindacale ai sensi dell´art. 28 dello Statuto del Lavoratori (L. 300/1970).

E´ quanto ha stabilito il Tribunale di Napoli, Giudice del Lavoro Dott. Coppola Paolo che, con sentenza n. 52735/2010 depositata il 07/02/2011, ha condannato per comportamento antisindacale la DS di una scuola media di Napoli cha si era rifiutata di avviare la contrattazione integrativa su tutte le materie di cui all´art. 6, ritenendo imperative le norme del cd. Decreto "Brunetta" richiamate in una bozza di C.I.I., proposta alle RSU ed alle OO.SS. territoriali al tavolo negoziale e divulgata da una nota associazione di presidi a cui la DS è iscritta.

Nel ricorso la Fed. GILDA-Unams aveva denunciato la violazione delle norme contrattuali che riguardano la contrattazione integrativa d´istituto dalla quale erano state illegittimamente espunte le materie di cui alle lettere da h) ad m) elencate nell´art. 6 CCNL ritenute di competenza esclusiva della parte datoriale e declassate a materie di informazione preventiva, secondo un´interpretazione unilaterale ed erronea riguardante la presunta inapplicabilità del vigente contratto, in seguito all´emanazione del DLgs 150/2009.

La sentenza di condanna sancisce inequivocabilmente la piena applicabilità del CCNL - che costituisce il quadro normativo e contrattuale di riferimento attualmente vigente - con la conseguenza che continuano a trovare piena applicazione le disposizioni contrattuali di cui all´art. 6 del CCNL nella parte in cui vengono individuate le materie oggetto di contrattazione sindacale a livello di istituzione scolastica, a cui non possono essere illegittimamente sottratte tutte quelle materie riconducibili all´organizzazione degli uffici e alla gestione delle risorse umane.

Confidiamo negli effetti di questa importante sentenza che va ad aggiungersi ad una giurisprudenza consolidata in cui il Giudice del Lavoro ha condannato le amministrazioni pubbliche di fronte ad un´applicazione immediata del D.Lgs 150/2009, ed auspichiamo che ad essa si uniformino tutti quei dirigenti scolastici ripristinando il diritto alla contrattazione di scuola su tutte le materie previste dall´art. 6 del CCNL che, per esplicito rinnovato disposto di legge, rimane in vigore fino al suo rinnovo, ed eliminando dalla stessa ogni previsione di istituti attualmente inapplicabili (quali il merito e premialità).

Napoli, 22 febbraio 2011
Federazione Gilda Unams di Napoli
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1469



* I docenti della scuola di Stato sono orgogliosi di inculcare i principi della Costituzione

A difesa della scuola pubblica italiana interviene l´Associazione docenti - Articolo 33

Nel suo evidente tentativo di attaccare la scuola pubblica italiana, il Presidente del Consiglio non si è accorto di aver fatto un implicito riconoscimento della funzione pubblica e civile della stessa. Ecco le sue parole:

" Libertà vuol dire avere la possibilità di educare i propri figli liberamente, e liberamente vuol dire non essere costretti a mandarli in una scuola di Stato, dove ci sono degli insegnanti che vogliono inculcare principi che sono il contrario di quelli dei genitori".

E´ vero, in un Paese come l´Italia, tristemente riconosciuto come quello in cui si progredisce solo in virtù di legami familiari - e la stessa politica ce ne dà continuamente prova - càpita spesso (e per fortuna) che gli insegnanti vogliano trasmettere principi che sono il contrario di quelli dei genitori.

Càpita, tanto per fare qualche esempio, quando certi principi "familiari" siano opposti a quelli del rispetto delle leggi, delle Istituzioni democratiche e della nostra Costituzione.

Alle parole del Presidente rispondiamo con quelle di Giuseppe Lombardo Radice, pubblicate ne " La Voce" nel 1920:

[ ...] io non educo i miei figli come voglio, se non nel senso che li voglio educare come debbo, e cioè come futuri soci di una società che ha le sue leggi; come collaboratori anzi autori della vita in società, in cui si affermeranno come persone, liberi".

Perciò quando certe famiglie non educano i propri figli come futuri soci di una società che ha le sue leggi, ma come soci di una società in cui la Legge viene disattesa, allora i docenti della scuola statale hanno il preciso dovere di trasmettere e difendere i principi della Costituzione italiana tutt´ora vigente, anche se in contrasto con quelli familiari.

E´ un dovere che discende dalla Costituzione stessa, che attribuisce alla scuola, attraverso i docenti, la funzione educativa di formare i giovani al rispetto delle norme fondamentali del nostro Stato.

Di questo gli insegnanti italiani sono consapevoli e orgogliosi.

Associazione docenti - Articolo 33
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1466

Inaccettabile attacco alla scuola pubblica
Rino Di Meglio replica alle dichiarazioni del Presidente del consiglio dei ministri

"È la prima volta nella storia dell´Italia democratica che un presidente del Consiglio attacca frontalmente la scuola pubblica statale che egli stesso dovrebbe rappresentare. Si tratta di un comportamento inaccettabile".

Così il coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, Rino Di Meglio, commenta le dichiarazioni del presidente del Consiglio sulla scuola pubblica.

"La situazione è esattamente opposta a quanto afferma il premier, perché la scuola pubblica statale è un luogo di confronto pluralistico mentre legittimamente la scuola privata è di tendenza e trasmette determinate convinzioni religiose, politiche e filosofiche.

Al presidente del Consiglio - aggiunge Di Meglio - basterebbe rileggere gli appassionati saggi in cui Luigi Einaudi, che non era certamente un comunista, difendeva il valore della scuola pubblica statale".

Roma, 27 febbraio 2011
Ufficio stampa Gilda degli insegnanti
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1460

Sull'argomento anche due articoli di Tecnica della scuola:
http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=31116&action=view
http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=31100&action=view

Per una rassegna degli interventi, che hanno messo d'accordo sindacati, partiti dell'opposizione e associazioni: www.gildavenezia.it

Il manifesto congiunto delle segreterie regionali dei sindacati scuola del Venento: Venenrdì 11 marzo un minuto di silenzio



* Chiedetelo alla Gilda

A cura di Gina Spadaccino

Docente DOP: ha diritto ad essere nominato commissario agli esami di stato?
"Sono docente titolare su DOP per la scuola media, in possesso di abilitazione per la cl.di concorso A050, sono stata utilizzata e presto servizio un istituto di istruzione superiore per l´insegnamento di materie letterarie per l´intero anno scolastico.
Ho presentato la scheda di partecipazione alle commissioni degli esami di Stato, barrando la lettera H del MOD.ES-1. Ma la scuola mi ha comunicato che il sistema INTRANET non consente l´inoltro della mia domanda perché non avrei i requisiti per presentare la domanda in questione.
La faccenda non mi convince perché se il commissario di italiano fosse stato interno io sarei stata obbligatoriamente individuata come membro interno. Perché poi un docente a tempo determinato di classi terminali può, anzi deve, presentare la domanda e non può farlo invece un docente a tempo indeterminato, sia pure solo utilizzato nella scuola?"


Si condivide il parere della scuola. I requisiti per presentare la domanda di partecipazione agli esami di stato quale commissario esterno sono contenuti nell´art. 6 del D.M. n. 6 del 17/01, requisiti richiamati anche dalla C.M. 14/2011.
Il lungo elenco riportato nel detto articolo non prevede il caso di docente titolare DOP nella scuola media, in possesso di abilitazione all´insegnamento di materie letterarie (cl. di concorso A050) utilizzata in una scuola secondaria di II grado per l´insegnamento di materie letterarie per l´intero anno scolastico.
La stessa Scheda MOD.ES-1 di partecipazione agli esami di stato nella sezione "Posizione giuridica" non contempla il caso. Pertanto la docente di cui al quesito non ha titolo a presentare la scheda di partecipazione agli esami di stato quale commissario esterno.
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?plug=faq&idcat=88&area=faq&id=1470

Precari nominati dal salvaprecari hanno l’obbligo o la facoltà di partecipare agli esami di Stato?
"Un docente della scuola che sia stato assunto con contratto a tempo determinato fino al termine delle lezioni o attività didattiche per meno di 18 ore, su un progetto, attingendo dalla salvaprecari, è obbligato o ha facoltà di presentare la domanda di partecipazione agli esami di stato?"

I docenti impegnati in progetti attivati ai sensi di specifiche Convenzioni stipulate con le Regioni di cui al decreto legge 25 settembre 2009, n. 134, convertito in Legge 24 novembre 2009, n. 167, sono docenti della scuola a tutti gli effetti. Ad essi viene vietata soltanto l´accettazione, durante lo svolgimento dei progetti stessi, di supplenze temporanee con le procedure di cui al D.M. 68/10, salvo diversa previsione delle singole Convenzioni (art. 5/5).
Essi pertanto sono obbligati alla presentazione della domanda qualora, titolari di rapporto di lavoro fino al termine dell´anno scolastico (31 agosto) o fino al termine delle attività didattiche, (30 giugno) ed in servizio in istituti statali d´istruzione secondaria di secondo grado, insegnino nelle classi terminali e non, discipline rientranti nei programmi di insegnamento dell´ultimo anno dei corsi di studio, ovvero materie riconducibili alle classi di concorso afferenti alle discipline assegnate ai commissari esterni, in possesso della specifica abilitazione all´insegnamento o di idoneità di cui alla legge n. 124/1999 o di titolo di studio valido per l´ammissione ai concorsi per l´accesso ai ruoli.
Si ritiene che le discipline rientranti nei programmi di insegnamento dell´ultimo anno dei corsi di studio, ovvero le materie rientranti nelle classi di concorso afferenti alle discipline assegnate ai commissari esterni siano quelle dell´istituto di servizio dei docenti interessati.
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?plug=faq&idcat=88&area=faq&id=1471

Bonus di 10 punti: si perde per un trasferimento interprovinciale?
"Il punteggio una tantum di 10 punti può essere attribuito a coloro i quali hanno usufruito di trasferimento interprovinciale dopo aver maturato la continuità richiesta al punto D, titolo I della tabella di valutazione? La segreteria della scuola ha dubbi perché sono esclusi dall´acquisizione di tale punteggio coloro che, pur avendo maturato la continuità richiesta, abbiano usufruito di trasferimento provinciale."

Nel caso di cui al quesito il punteggio aggiuntivo di punti 10 per la continuità del servizio nella sede, una volta acquisito, non si perde se si ottiene, a seguito di domanda volontaria, il trasferimento in ambito interprovinciale.
Infatti le norme contrattuali che regolamentano la mobilità del personale della scuola per l´anno scolastico 2011/2012 prevedono alla nota 5ter del punto D della tabella di valutazione dei titoli e servizi (allegato D) che il punteggio riconosciuto per il servizio prestato continuativamente per 4 anni nella stessa scuola (quello di arrivo più i tre anni successivi in cui non si è presentata domanda), una volta acquisito, si perde esclusivamente nel caso in cui si ottenga, a seguito di domanda provinciale, il trasferimento, il passaggio o l´assegnazione provvisoria, fatta eccezione il caso di rientro nella scuola di precedente titolarità. Il termine "esclusivamente" limita la perdita del punteggio ai soli movimenti in ambito provinciale.
Quanto sopra è confermato dalla nota ministeriale prot. n. 3915 del 15 aprile 2010 inviata dal direttore generale del personale della scuola del Miur in risposta ad un quesito all´ufficio scolastico regionale per la Campania.
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?plug=faq&idcat=88&area=faq&id=1472

Il servizio prestato in una scuola pareggiata è valutabile nella ricostruzione di carriera?
"Tra i miei servizi pre ruolo ci sono due anni interi di servizio prestati col titolo di sostegno in una scuola pareggiata. La scuola si sta occupando della ricostruzione di carriera ma sostiene che non possano essermi riconosciuti gli anni svolti presso la scuola pareggiata. Anche il sistema informativo confermerebbe questo perché i 2 anni sul sostegno non sono accettati. La cosa mi sembra assurda e chiedo un vostro parere al riguardo."

I servizi prestati nelle scuole pareggiate sono valutabili ai fini della carriera in quanto rientrano tra quelli previsti dall´art. 485 del D.l.vo 297/1994 che testualmente recita: "Al personale docente delle scuole di istruzione secondaria ed artistica, il servizio prestato presso le predette scuole statali e pareggiate, comprese quelle all´estero, in qualità di docente non di ruolo, e riconosciuto come servizio di ruolo, ai fini giuridici ed economici, per intero per i primi quattro anni e per i due terzi del periodo eventualmente eccedente, nonché ai soli fini economici per il rimanente terzo. I diritti economici derivanti da detto riconoscimento sono conservati e valutati in tutte le classi di stipendio successive a quella attribuita al momento del riconoscimento medesimo."......
La norma predetta non fa distinzione tra il servizio prestato su posto di sostegno o su classe di concorso, per cui non possono essere introdotte interpretazioni restrittive non previste dalla norma stessa.
Per ovviare all´inconveniente del SIDI i periodi in questione possono essere inseriti con il codice "tipo servizio : P22" ed alla voce "tipo attività: codice 06 - normale".
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?plug=faq&idcat=88&area=faq&id=1473



* Esame di Stato 2010/2011 - scuole italiane all'estero

Indicazioni del Ministero degli Affari Esteri per la formazione delle commissioni d'esame
http://www.istruzione.it/alfresco/d/d/workspace/SpacesStore/dc30c071-5746-4a0b-be98-3f97d1d0c4c4/esame_di_stato_2010-2011.zip



* Mobilità - Personale della Scuola

L'UST XII di Verona ha pubblicato una nota con indicazioni sulla mobilità del personale docente, educativo ed ATA  a.s. 2011/2012. Nella pagina anche il modello per le autocertificazioni adottato tradizionalmente dall'UST di Verona (Nota 2475/C.03.a del 02/03/2011): http://lnx.istruzioneverona.it/uspvr/?p=7180

Domande di trasferimento e di passaggio per l'anno scolastico 2011/2012: errata corrige
Nota prot. n. 1571 del 3 marzo 2011: http://www.istruzione.it/web/istruzione/prot1571_11

Istanze on line: nuova attivazione delle utenze revocate: l'articolo su Orizzonte scuola: http://www.orizzontescuola.it/node/14062



* Graduatorie ad esaurimento – rettifiche

Rettifica delle Graduatorie Provinciali Definitive ad esaurimento del personale docente ed educativo, anno scolastico 2010/11.
http://lnx.istruzioneverona.it/uspvr/?p=7167



* Edilizia scolastica: rapporto Legambiente

http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=31127&action=view



* INPDAP

Il notiziario di marzo: http://www.inpdap.it/webinternet/download/Giornale/giornale_inpdap_26.pdf
Fra gli articoli: permessi assistenza disabili, detrazioni fiscali, domande per soggiorni in Italia all'estero per figli di dipendenti pubblici e pensionati,  Enam, Stress da lavoro:
http://www.inpdap.it/webinternet/download/Giornale/giornale_inpdap_26.pdf



* Indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato

Cassazione SU Penali: indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato
"Integra il delitto di cui all'art. 316-ter Codice Penale (Indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato) anche la Indebita percezione di erogazioni pubbliche di natura assistenziale, tra le quali rientrano quelle concernenti la esenzione del ticket per prestazioni sanitarie ed ospedaliere, in quanto nel concetto di conseguimento indebito di una 'erogazione' da parte di enti pubblici rientrano tutte le attività di 'contribuzione' ascrivibili a tali enti, non soltanto attraverso l'elargizione precipua di una somma di danaro ma pure attraverso la concessione dell'esenzione dal pagamento di una somma agli stessi dovuta, perché anche in questo secondo caso il richiedente ottiene un vantaggio e beneficio economico che viene posto a carico della comunità".
L'articolo su Filodiritto.com: http://www.filodiritto.com/index.php?azione=archivionews&idnotizia=2966














Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009


I materiali che rendo disponibili in rete, salvo diversa indicazione, si intendono pubblicati con licenza Creative commons per i testi e LGPL per il software (qui trovate una traduzione italiana non ufficiale)

Creative Commons License
This opera by Flavio Filini is licensed under a Creative Commons Attribuzione 2.5 Italia License.