Attenzione, sindacalista cattivo
(Grazie a Rossella per il disegno ...)
La pagina principale del sito






Archivio Ottobre 2010


26 ottobre 2010

* Direttive Invalsi e Ansas

Invalsi
Ansas


* Graduatorie ad esaurimento

Consiglio di Stato - Sentenza n. 7595-2010: Divieto di spostamento del punteggio in un'altra classe di concorso - legittimità.
Sentenza e commento su dirittoscolastico.it: http://www.dirittoscolastico.it/consiglio_di_stato_-_sentenza_n_7595-2010.html


* Mobilità prof.le ATA – Calendario assunzioni a T.I.

27 ottobre 2010 - ore 15:00
L'Ufficio XII ha pubblicato il calendario delle convocazioni per le assunzioni a tempo indeterminato per mobilità professionale del Personale A.T.A per l’anno scolastico 2010/11 e gli elenchi dei convocati distinti per profilo.
http://lnx.istruzioneverona.it/uspvr/?p=6302


* Pers. docente ed ATA – Elenchi prioritari provvisori

L'Ufficio XII ha pubblicato gli elenchi prioritari provvisori distinti per distretto, di cui ai DD.MM. 68/2010 e 80/2010, del personale docente, educativo ed ATA.
Eventuali reclami vanno presentati entro il 29/10/2010 esclusivamente via fax al n. 045-8303140
http://lnx.istruzioneverona.it/uspvr/?p=6272


* Il quadro europeo dei titoli universitari

http://www.istruzione.it/web/universita/il-quadro-dei-titoli-italiani


* Utilizzo del mezzo proprio

Una circolare della Ragioneria dello Stato pubblicata da Pino Durante: http://www.pinodurantescuola.com/?p=8767
Quasi nessuna novità per i peones


* Permessi diritto allo studio (150 ore)

Una guida di Orizzonte scuola: http://www.orizzontescuola.it/Permessi_diritto_allo_studio
Scadenza 15 novembre




24 ottobre 2010

* Il TG FGU edizione 22 ottobre 2010

 REGIA, MONTAGGIO & RIPRESE SUHEL HASSOUN, GIORNALISTA ESTER TREVISAN
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?id=1107
Si parla di graduatorie ad esaurimento; di indennità di buonuscita e dell'annullamento dei corsi "militari" in Lombardia

* La Gilda di Verona a Job & Orienta

La Gilda di Verona sarà presente alla nota manifestazione il 25 novembre.
Saranno disponibili materiali informativi, sarà possibile confrontarsi con componenti del direttivo provinciale e, speriamo, molti colleghi ...
La manifestazione è a ingresso libero.
Fiera di Verona, 25–27 novembre (20a edizione) - Salone nazionale dell’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro.

20 anni di JOB&Orienta: il bilancio di due decenni di storia della scuola, della formazione e del lavoro in Italia.

Compie vent’anni JOB&Orienta, la mostra convegno nazionale che ogni anno apre una finestra importante sull’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro, mettendo in rassegna le eccellenze e offrendo alti momenti di dibattito e confronto sui temi. L’appuntamento prossimo è dal 25 al 27 novembre 2010, presso la Fiera di Verona: sarà l’occasione per tracciare un bilancio di questi vent’anni di vita dell’evento, dal 1980 punto di riferimento per docenti, dirigenti scolastici e operatori del settore, studenti e giovani in cerca di lavoro, famiglie.

Il sito di riferimento della manifestazione: http://fair.veronafiere.it/joborienta/home.html
I Convegni istituzionali: http://fair.veronafiere.it/joborienta/convegni_ist.html

* Permessi e precedenze per chi assiste i disabili, ecco le novità

Approvato in via definitiva il Collegato lavoro che contiene modifiche all´articolo 33 della Legge 104/1992.

Per fruire dei permessi per assistere il disabile grave non sarà più necessario convivere con l´assistitito. Ma non potranno più fruirne i parenti o gli affini di terzo grado.
Lo prevede il Collegato lavoro che è stato approvato in via definitiva dalla Camera il 19 ottobre scorso.

E´ prevista un´eccezione nel caso in cui i genitori o il coniuge della persona con handicap in situazione di gravità abbiano compiuto i sessantacinque anni di età oppure siano anche essi affetti da patologie invalidanti o siano deceduti o mancanti. In questo caso i permessi potranno continuare ad essere fruiti anche dai parenti o affini di terzo grado. In ogni caso i permessi potranno essere utilizzati da una sola persona tra gli aventi titolo, mentre, qualora si tratti di genitori che assistano il figlio, potranno fruirne entrambi, sebbene non contemporaneamente.
Il diritto alla precedenza nei trasferimenti avrà valore solo se le sedi di preferenza saranno comprese tra quelle più vicine al domicilio dell´assitito.
Pubblichiamo il testo dell´art.24 del Collegato, che reca le modifiche alla normativa sui permessi e il testo degli articoli interessati dalle modifiche, coordinati con le nuove disposizioni.
Il provvedimento entrerà in vigore dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, una volta trascorsi i 15 giorni previsti dalla legge (c.d.vacatio legis).
La pagina di riferimento sul sito nazionale della Gilda: http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1106

La legge prevede anche una delega al Governo per modificare con decreto la normativa su permessi e assenze di tutto il personale, con buona pace della "privatizzazione". Vedremo cosa succederà nei prossimi 6 mesi (data di scadenza entro cui emanare i decreti).

* Graduatorie ad esaurimento: inserimento a pettine

Il 16 novembre la Corte di Cassazione dovrebbe decidere in merito ad un ricorso patrocinato dalla Gilda.
Il nostro sindacato sostiene che i ricorsi per l'inserimento "a pettine" non dovevano essere presentati al TAR ma al giudice ordinario.
Il Procuratore Generale ha condiviso questa impostazione nelle conclusoni preliminari depositate in questi giorni.
Se anche la Corte accoglierà le tesi della Gilda, i ricorsi presentati ai TAR per l'inserimento a pettine perderanno valore.
In proposito un articolo di Italia Oggi: http://www.gildains.it/public/documenti/1102DOC-453.pdf


* SICUREZZA NELLE SCUOLE: LA GILDA - UNAMS PRONTA A DIFFIDARE L'AMMINISTRAZIONE


"L'ufficio legale nazionale dalla GILDA-UNAMS ha predisposto  la diffida che è a Vostra disposizione al fine di compulsare l'Amministrazione al. rispetto della normativa in materia di sicurezza nelle scuole.
Se la situazione delle singole scuole ha da rilevare ulteriori violazioni della normativa sulla sicurezza (oltre a quelle,eventualemente, riportate nel documento sulla valutazione dei rischi ) è opportuno integrare la diffida con tali denunce integrative.
Si evidenzia che è sempre possibile proporre ricorso, avverso il silenzio inadempimento dell'Amministrazione, fintanto che perdurino le violazioni di legge in materia.
Per ogni ulteriore chiarimento, l'Ufficio è a Vostra disposizione il lunedì dalle ore 17 alle ore 19 al recapito telefonico 328/0563426.
Per valutare le singole situazioni, sono a Vostra disposizione le sedi territoriali della Gilda - Unams. "
F.to avv. Tommaso de Grandis

* Avviamento pratica sportiva, utilizzo delle economie

Lo scorso 19 ottobre presso il MIUR si è tenuto un tavolo di confronto tra il MIUR (Ufficio 7° - Dott. Filisetti e Pilo) e le OO.SS., così come previsto dall´intesa del 18 maggio scorso, per dirimere eventuali problematiche insorte in conseguenza della citata intesa e per stipulare eventuali ulteriori accordi al fine di definire la destinazione di eventuali economie derivanti all´accordo medesimo.
La relazione sull'incontro sul sito nazionale della Gilda: http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1109


* Formazione docenti (inglese alle primarie e CLIL), incontro al Miur

Proposte dell´amministrazione relative alla formazione dei docenti dalla scuola primaria alla scuola secondaria.
Si è tenuto ieri, mercoledì 20 ottobre, un incontro al Miur sui temi della formazione dei docenti della scuola primaria per la lingua inglese, della formazione finalizzata al CLIL nella secondaria superiore e degli indirizzi che il MIUR vorrebbe proporre per la formazione complessiva dei docenti con particolare riferimento alla scuola secondaria.
La relazione sull'incontro sul sito nazionale della Gilda: http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1105

Nello stesso incontro anche istruzione degli adulti e Licei musicali (la relazione Uil): http://www.uil.it/uilscuola/web/notizie/notizie_2010/211010.htm

* Scioperi in ordine sparso

- CUB sciopero generale 29 ottobre: http://www.istruzione.it/web/istruzione/prot10130_10
- Anief: comparto scuola 3 novembre: http://www.istruzione.it/web/istruzione/prot9938_10
- Sciopero Flc-Cgil bloccato da Commissione di Garanzia? Tecnica della scuola riporta la decisione della Commissione di Garanzia che ritiene lo sciopero Cgil troppo vicino a quello dei CUB (http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=30010&action=view) che però a sua volta è troppo vicino a quello dell'Anief.
In proposito anche un altro articolo di Tecnica della Scuola che riporta i dati ministeriali: nel 2009 20 scioperi dihiarati nel settore scuola (sui 31 totali nella P.A.) http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=30022&action=view

* Il codice disciplinare dei dirigenti scolastici

In applicazione del contratto dei dirigenti scolastici il Miur ha pubblicato il codice disciplinare:
http://www.istruzione.it/getOM?idfileentry=1400121


* Scuole paritarie cessate e modificate

L'USR ha comunicato le cessazioni e le nuove scuole paritarie
Nuove:
Scuola dell'infanzia "L'isola che non c'è", avente sede in NEGRAR (VR)
Scuola dell'infanzia “Il Paese dei Balocchi”,avente sede in SAN PIETRO IN CARIANO (VR) località Pedemonte
Scuola dell'infanzia "Terre d'Infanzia", avente sede in SOMMACAMPAGNA (VR)
Scuola dell'infanzia “Scuola Comunale Benigno Zaccagnini”, avente sede in MOZZECANE (VR)
Liceo Musicale e Coreutico - Sezione Coreutica “M. Buonarroti”, avente sede in VERONA (VR)
Cessate:
Scuola secondaria di I grado “Istituto De Vedruna”
Istituto Professionale Industria e Artigianato paritario “L. da Vinci”
Istituto Professionale Industria e Artigianato paritario - Servizi Commerciali e Turistici “Bon Brenzoni”
http://www.istruzioneveneto.it/wpusr/wp-content/uploads/2010/10/nuovescuolecessazioni.pdf
Sempre l'USR ha comunicato le confluenze delle scuole paritarie nei nuovi ordinamenti previsti dal frullato delle scuole secondarie di II:
http://www.istruzioneveneto.it/wpusr/scuole-paritarie-secondarie-di-ii-grado-confluenze-nei-nuovi-a-s-201011.html

* Integrazione alunni stranieri

Con nota del 18 ottobre l'USR ha comunicato l'elenco finale delle istituzioni scolastiche e delle somme assegnabili da parte degli Uffici centrali nell’ambito del finanziamento a.s.2010/11 di cui all’Art. 9
http://www.istruzioneveneto.it/wpusr/wp-content/uploads/2010/10/notausrv13881.zip


* Liquidazione più "leggera"

L'analisi della Cgil sulla circolare Inpdap che penalizza ulteriormente i dipendenti pubblici. Sull'argomento sono attesi chiarimenti.
Purtroppo sembra che la beffa sia confermata anche da Tuttoscuola.com che segnala l'intenzione dell'Inpdap di continuare con le trattenute (che per il TFR non dovrebbero sussistere): http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2010/ott2010/continua.htm

* L’apprendistato a 15 anni è Legge

"Il 18 ottobre la Camera ha approvato, in settima lettura, il ddl lavoro. Ora manca solo la formalità della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Tra le novità contenute nei 50 articoli complessivi, c’è quella che anticipa di un anno l’ingresso in azienda degli studenti."
L'articolo di Tecnica della scuola: http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=30027&action=view

* Relazione al Parlamento sullo stato della PA

Brunetta reinventa la Costituzione "Introdurre nella Costituzione i concetti di qualità, efficienza e tempestività delle amministrazioni"


* Sostegno

Tar Campania - Sentenza n. 17532-2010
Minore disabile - sussistenza del diritto all'assegnazione di un numero di ore di sostegno adeguato alla patologia - insussistenza del diritto al preventivo accertamento del numero di ore di sostegno negli anni futuri.
Sentenza e commento su diritto scolastico.it: http://www.dirittoscolastico.it/tar_campania_-_sentenza_n_17532-2010.html


* Mobilità professionale ATA – Graduatorie definitive

L'Ufficio XII ha pubblicato il 20 ottobre le graduatorie provinciali definitive relative alla mobilità professionale del personale Ata – profili: DSGA, assistente amministrativo e assistente tecnico.
http://lnx.istruzioneverona.it/uspvr/?p=6252


* Il tonfo della scuola inglese

L'impietosa analisi della scuola inglese sulle pagine de  "L'Avvenire": http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2010/ott2010/tonfo.htm

* Latino alle elementari? No grazie

Interpellato da Apcom, Di Meglio ritiene "molto importante la cultura e la lingua latina", ma "non opportuno introdurla come materia di studio nella scuola primaria. Con gli alunni di età compresa fra i 6 e i 10 anni, invece, occorre concentrarsi soprattutto sull'insegnamento della lingua italiana quale strumento fondamentale di comunicazione". Il coordinatore della Gilda coglie quindi l'occasione per invitare "le amministrazioni comunali a occuparsi delle questioni di loro stretta pertinenza, senza invadere i settori di competenza della scuola".
http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2010/ott2010/latino_gilda.htm


* Precari: diritto alla retribuzione estiva

Diverse cause andate a buon fine suggeriscono che a chi insegna per almeno tre anni spetta la retribuzione anche nei mesi estivi:
la notizia su Tuttoscuola.com: http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2010/ott2010/altri_docenti.htm



19 ottobre 2010


* Scatti anzianità - Ragioni di un pessimismo

Sugli scatti del personale della scuola forse saremo pessimisti, ma riteniamo che fino ad oggi la situazione ci autorizzi ad esserlo.
Forse, a differenza di altri, saremo pessimisti, ma riteniamo sino ad oggi che la situazione ci autorizzi ad esserlo ed è per questo che dal 28 settembre abbiamo iniziato ad essere portavoce della legittima protesta di migliaia di insegnanti.
                                                                                   di Rino Di Meglio

Lo scorso 5 ottobre, quasi contemporaneamente, sono intervenuti alle camere i Ministri Tremonti e Gelmini. Il primo ha illustrato il DFP, documento di finanza pubblica, nel quale sono riportati i risparmi derivanti dal blocco delle progressioni di carriera del personale della Scuola per il triennio 2011, 2012, 2013. Il Ministro dell´Istruzione ha invece da una parte confermato la volontà di pagare gli scatti di anzianità congelati dal Decreto legge n 78 del 31 maggio, dall´altra ha dichiarato per l´ennesima volta che gli scatti di anzianità dovranno essere eliminati e sostituiti con un sistema "meritocratico".

Vediamo ora di ricapitolare sotto il profilo giuridico, brevemente, la complicata situazione che si è verificata nella vicenda degli scatti di anzianità, i cosiddetti "gradoni", a partire dallo scorso maggio.

Il DL 78, all´art. 9, comma 1, ha bloccato il trattamento economico di tutti i pubblici dipendenti sui livelli del 2010. In sede di conversione in legge è stato precisato che tale blocco non si riferisce ad eventuali arretrati o passaggio a funzioni diverse.

Il comma 21 afferma che per il personale contrattualizzato, quindi anche quello della scuola, le progressioni di carriera, comunque denominate ed i passaggi tra le aree eventualmente disposte negli anni 2011, 2012, 2013, hanno effetto per i predetti anni ai fini esclusivamente giuridici.

Tale affermazione viene poi parzialmente contraddetta dal successivo comma 23 che testualmente dice che per il personale docente e ATA della Scuola gli anni 2010, 2011 e 2012 non sono utili ai fini della maturazione delle posizioni stipendiali e dei relativi incrementi economici previsti dalle disposizioni contrattuali vigenti.

In sede di conversione in legge è stata aggiunta la dizione fatto salvo quanto previsto dall´art. 8, comma 14.
L´articolo 8, comma 14, si riferisce alla quota del 30 % dei risparmi ottenuti dai tagli di organico n ella Scuola, risorse che dovrebbero essere utilizzate per la valorizzazione ed il merito.
Viene aggiunto che la destinazione di queste risorse verrà decisa con decreto interministeriale di Istruzione ed Economia, sentiti i sindacati rappresentativi.

Come si evince dalla lettura, non mancano dubbi e contraddizioni, sia rispetto agli anni considerati, sia rispetto alla sorte degli sfortunati che avrebbero maturato uno scatto nel triennio, o semplicemente il diritto ad una ricostruzione di carriera, in quanto magari entrati in ruolo dopo lunghi anni di precariato.
Da una parte si parla di riconoscimento solo giuridico, dall´altra si dice che, semplicemente, il triennio non è utile, quindi viene cancellato.

Dopo aver tentato di dare un quadro oggettivo, per quanto possibile, sul piano giuridico, veniamo alle considerazioni di carattere politico sindacale.

La GILDA ha immediatamente denunciato, sin dal mese di maggio, l´ingiustizia cocente perpetrata nei confronti del personale della scuola, colpito non solo con il blocco dei contratti, come gli altri pubblici dipendenti, ma anche con quello degli scatti di anzianità, con la conseguenza di una sottrazione di fondi contrattuali ottenuti in passato.

Con convinzione abbiamo partecipato alla manifestazione di protesta indetta a Roma, insieme a CISL, UIL e SNALS, riservandoci immediatamente di continuare le proteste (come è poi avvenuto) e rivolgendo, anche in quella sede, un inascoltato appello all´unità dei sindacati della scuola.

Tuttavia, profondi dubbi hanno suscitato in noi le parole con cui il Ministro Tremonti, in diretta durante la manifestazione, ha espresso il suo impegno. Mai il Ministro Tremonti ha detto una frase semplice e chiara, del tipo "vi ridaremo gli scatti". Egli ha detto solo che capiva il problema e che per risolverlo si sarebbero potuti utilizzare i risparmi dei tagli.

In effetti quanto detto dal Ministro ha trovato riscontro nell´emendamento che non ha ridato gli scatti, ma ha offerto la "possibilità" di utilizzare i risparmi, anche per quella finalità.

Il come non è dato ad oggi di saperlo in quanto sono passati giorni, settimane e ormai mesi ed i sindacati non sono ancora stati "sentiti".

Forse, a differenza di altri, saremo pessimisti ma riteniamo sino ad oggi che la situazione ci autorizzi ad esserlo ed è per questo che dal 28 settembre abbiamo iniziato ad essere portavoce della legittima protesta di migliaia di insegnanti che si sono uniti a noi, proteste che proseguiremo con il blocco delle gite scolastiche e delle attività aggiuntive non indispensabili all´insegnamento.

(da Professione Docente, novembre 2010)

* Proteste a Verona

Dopo i dati sulla provincia di Venezia ecco la pagina della FlcCgil di Verona con alcuni documenti di azioni di protesta di scuole veronesi: http://www.flcgil.verona.it/provincia/2010-11/iniziative/iniziative.htm
Molti colleghi nelle scuole ci hanno però contattato perplessi, nel volantino diffuso dalla stessa FlcCgil per la campagna "lascia lo spezzone" che abbiamo diffuso anche su questo sito, si legge:
" Attività aggiuntive prestate in attuazione del POF
Altra cosa sono le attività aggiuntive prestate da docenti e Ata in attuazione del Piano dell'offerta formativa. E' il caso dei progetti, delle funzioni strumentali, degli incarichi specifici Ata, delle ore per la pratica sportiva, delle attività di recupero rivolte agli studenti con debiti formativi, delle uscite, dei viaggi di istruzione, dei campi scuola.
Tali prestazioni rappresentano un valore aggiunto. È nell'interesse dei docenti e del personale Ata, oltre che della scuola e degli alunni, svolgerle al meglio.
Queste prestazioni sono retribuite tramite il Fondo di istituto, materia oggetto di contrattazione con le RSU, e occasione anche di arricchimento professionale e di esercizio dell'autonomia delle scuole.
La protesta e la mobilitazione proposta dalla FLC non vogliono certo danneggiare gli alunni né le loro famiglie. Anzi, al contrario vogliono rilanciare l’autonomia didattica, organizzativa e la contrattazione nelle scuole come antidoto all’autoritarismo dei provvedimenti del Governo che blocca i salari, taglia i posti di lavoro e cerca di riportare in un ambito amministrativo le relazioni sindacali.
Con le nostre denunce e le nostre iniziative di lotta vogliamo invece favorire l'informazione, promuovere la consapevolezza della gravità dei danni che i tagli e i provvedimenti di riordino stanno producendo nel corpo vivo della scuola, tessere ed ampliare alleanze, produrre una inversione di tendenza: fermare i tagli, investire nella scuola pubblica, innovarla.
Protesta e mobilitazione si intrecciano e si rafforzano nell'impegno per la qualità della scuola, della sua offerta formativa, delle relazioni che la animano.
Noi lottiamo per un sistema dell'istruzione pubblico che risponda ai bisogni formativi delle giovani generazioni e alle esigenze di una società democratica. E sappiamo che per riuscirci c'è bisogno dell'orgoglio e della valorizzazione professionale di coloro che nella scuola lavorano.
Questa iniziativa “lascia lo spezzone” si inserisce nel quadro della campagna di mobilitazione (assemblee sindacali, sciopero ad intermittenza, i sabati della conoscenza) che la FLC ha promosso da settembre fino a dicembre."

I docenti che intendono bloccare gite e/o attività aggiuntive possono contare sull'appoggio della Gilda, sperando che almeno la Cgil cambi idea.
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=79&area=Eventi/Iniziative&id=898


* Continuano gli scioperi in ordine sparso

Anief 3 novembre: http://www.istruzione.it/web/istruzione/prot9938_10
Cgil 25 ottobre 1 ora: http://www.istruzione.it/web/istruzione/prot9850_10


* Precari - Tribunale di Viterbo: scatti di anzianità solo per gli ATA.

Una insolita sentenza consultabile, assieme al commento dell'Avv. Francesco Orecchioni sul sito www.dirittoscolastico.it: http://www.dirittoscolastico.it/tribunale_di_viterbo_-_sentenza_n_837-2010.html

* Precari: i dati sulle domande per gli elenchi prioritari

La Cisl pubblica i dati sulle domande del "salvaprecari".
Nel Veneto si passa dai 454 docenti e 28 ATA del 2009 ai 581 docenti e 695 ATA del 2010. http://www.cislscuola.it/node/19493


* Portogallo. Quando la valutazione diventa un’ossessione che stravolge la didattica

L'analisi di Piero Morpurgo, FGU – Gilda Vicenza 18.10.2010: http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2010/ott2010/ossessione.htm

* Cambiano i governi rimangono gli investimenti

La Svezia continua ad investire nella scuola: http://www.adiscuola.it/adiw_brevi/?p=4442

* Troppe polemiche, in Lombardia salta il corso militare per studenti delle superiori

L'articolo di Tecnica della scuola: http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=30008&action=view

* Scuola: abolizione dell’uso del mezzo proprio. Urge una correzione

di Domenico Sarracino da ScuolaOggi 18.10.2010: http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2010/ott2010/urge.htm


* Allontanamento giustificato dal posto di lavoro

Se un lavoratore non si sente bene può legittimamente allontanarsi del luogo di lavoro anche senza aver sentito il capo. Basta che abbia annunciato il suo allontanamento ai colleghi. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione (sentenza n.21215/2010 della sezione Lavoro)
Il commento della sentenza sul sito dello Studio Cataldi: http://www.studiocataldi.it/news_giuridiche_asp/news_giuridica_9140.asp


* Le guide dell'Agenzia delle entrate

Agevolazioni fiscali per disabili (dal sito di Pino Durante) e il Vademecum del contribuente 2010



17 ottobre 2010

* Il TG FGU edizione 15 ottobre 2010

REGIA, MONTAGGIO & RIPRESE SUHEL HASSOUN, GIORNALISTA ESTER TREVISAN
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?id=1100
Si parla dell'incontro al ministero sull'orario di lavoro; del compenso per spostamenti tra sedi; sciopero attività aggiuntive; spa gestione scuole

* Pensioni

La circolare n. 18 dell'8 ottobre dell'Inpdap sulle novità pensionistiche: http://www.inpdap.it/archiviofile/normativa/interna/08-10-2010circ18.pdf

* TFS/TFR

Cambiano le modalità di rivalutazione e calcolo del TFS. La circolare 17 dell'Inpdap: http://www.inpdap.it/archiviofile/normativa/interna/08-10-2010-CIRC17.pdf
L'eventuale passaggio da TFS a TFR può avvenire entro il 21 dicembre 2010

* Ex Enam

L'Inpdap, che ha incamerato il patrimonio dell'Enam, pubblica i bandi per le prestazioni di assitenza: http://www.inpdap.it/webinternet/concorsi/Concorsi.asp


* INPS: tempi per erogazione servizi

L'Inps ha pubblicato il provvedimento che definisce i tempi dei provvedimenti previsto dalla Legge 69/2009:
http://www.inps.it/newportal/default.aspx?iMenu=1&NewsId=665


* Fondi alle scuole: resi noti i parametri di calcolo

Nel corso della riunione del 7 ottobre scorso, la delegazione della FGU ai fini di una maggiore trasparenza sulle risorse assegnate alle scuole per l´anno 2010/2011 aveva espresso la necessità di far conoscere ad ogni Scuola i parametri utilizzati per il calcolo.
Il Miur ha diffuso sulla rete Intranet - finanziamento diretto alle scuole -  le tabelle nelle quale sono riportati, per singola istituzione scolastica, quale quota parte dei totali esposti nel documento sull´organico di diritto per l´anno scolastico 2010/2011:
• i punti di erogazione del servizio;
• l´organico di diritto di tutto il personale;
• l´organico di diritto del personale docente presso ciascun istituto secondario di secondo grado.
I parametri sono stati ripresi dal Miur da quelli rilevati al Sidi.
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1098


* La Gilda degli insegnanti ad Adro, al fianco dei docenti e della Scuola

Per un fronte di difesa a livello nazionale dei dettami costituzionali in ordine al diritto di studiare e apprendere

venerdì 15 ottobre 2010
Si è svolta ieri mattina ad Adro l´assemblea dei docenti dell´ormai noto "Istituto comprensivo fratelli Dandolo", assurto all´onore delle cronache per i simboli del sole delle Alpi fatti apporre nottetempo dal sindaco del paese, Oscar Lancini, già conosciuto a livello locale per questioni di fanghi inquinanti e per la chiusura del plesso scolastico di Torbiato, prontamente demolito e rimpiazzato da blocchi abitativi, e a livello nazionale per il "caso mensa".

Erano presenti i rappresentanti di CGIL, SNALS, CISL e naturalmente della FGU.

Unico punto all´ordine del giorno, a prescindere dal rituale "varie ed eventuali", le "problematiche di inizio anno scolastico", che ha posto inevitabilmente l´accento sullo scontro in atto tra un collegio docenti compatto nel voler preservare l´Istituto da qualunque ingerenza esterna e il sindaco, caparbiamente orientato a seguitare sulla sua strada, proprio mentre il Consiglio di Istituto all´unanimità si è espresso contro i simboli partitici e ha ribadito il nome ufficiale dell´Istituto, rispetto alla gigantesca scritta che intitola il polo all´"ideologo" leghista Gianfranco Miglio. Simboli che, ricevuto finalmente l´appoggio del dirigente scolastico regionale, dott. Giuseppe Colosio, sono stati fatti rimuovere dal dirigente scolastico.

Interesse centrale nell´assemblea da parte della FGU era quello di cogliere gli umori e le proposte dei colleghi e di raccogliere i loro bisogni e le loro proposte.

Il sentimento prevalente espresso dai docenti e dal personale ata presenti è stata la grande preoccupazione di chi lavora con passione e professionalità - passione e professionalità pesantemente messe in dubbio dal primo cittadino a mezzo organi di informazione - di preservare la serenità degli alunni e tenerli lontani dal clamore mediatico e dalle tensioni innescate nel territorio da questo conflitto, l´impegno a mediare e intervenire come educatori senza esasperare gli animi con la polemica.

Alcuni docenti, non senza qualche accento critico, si sono anche chiesti come i sindacati intendano agire, visto il senso di isolamento e di accerchiamento avvertito dai lavoratori della scuola.

La posizione della FGU a tal proposito è chiara e inequivocabile ed è stata largamente apprezzata: totale sostegno - non solo a parole - a questa lotta per la democrazia e la libertà d´insegnamento; disponibilità dell´ufficio legale FGU per consulenza e azioni mirate; in caso di ripristino forzato dei simboli assemblea di un´ora in tutte le scuole della provincia come segno tangibile di solidarietà, strumento questo certo più efficace del solito fallimentare sciopero di pochi.

La nostra associazione professionale è convinta che Adro non sia solo un caso locale, ma un fronte di difesa a livello nazionale dei dettami costituzionali in ordine al diritto di studiare e apprendere.

Adro non è sola.
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1099


* Sciopero del 15 ottobre 2010

Miur - Ufficio Stampa
Roma, 15 ottobre 2010
Scuola, Miur: Ha aderito allo sciopero il 3,1% del personale
La percentuale di adesione allo sciopero di oggi è stata del 3,1% del personale scolastico.
http://www.istruzione.it/web/ministero/cs151010bis
e l'articolo di Tecnica della Scuola: http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=29987&action=view

* Esami di Stato conclusivi dei corsi di studio d'istruzione secondaria di secondo grado per l'anno scolastico 2010/2011

Candidati: Termini e modalità di presentazione delle domande di partecipazione.
http://www.istruzione.it/web/istruzione/cm85_10
La modulistica sul sito USR

* Ata, modalità attuative mobilità professionale

L'articolo di Tecnica della scuola: http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=29977&action=view
e la nota operativa del 15 ottobre sul sito dell'ANPA

* Flc-Cgil: altro sciopero in programma per il 25 ottobre?

Un articolo di Tecnica della scuola: http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=29975&action=view


* Regione Sicilia contro la Riforma Gelmini

"Votato un ordine del giorno presentato dai deputati del PD. L'assessore regionale Centorrino dà il parere favorevole per conto del Governo regionale: "Non pensavamo che i tagli sarebbero stati lineari""
La cronaca di tecnica della Scuola: http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=29963&action=view


* "Rompiamo il silenzio", flash dalla scuola epocalmente riformata

Una selezione di messaggi di protesta pubblicati dalla FlcCgil


* La Cisl Verona e la Cisl Scuola Verona denunciano: emergenza scuola

Una documentata denuncia sul sito della Cisl di Verona: http://www.cislscuolavr.it/vedi_articolo.php?id=744


* Frullato superiori

L’Ufficio Scolastico Territoriale di Verona propone tre incontri di formazione in servizio, rivolti ai Dirigenti e ai Docenti delle Istituzioni scolastiche di secondo grado, finalizzati a raccogliere le esigenze legate all’attuazione del riordino nei diversi settori dell’istruzione.
http://lnx.istruzioneverona.it/uspvr/?p=6175


* Punto di ascolto per il bullismo e il disagio sociale

L’Ufficio Scolastico di Verona riattiverà, a partire dall’inizio dell’anno scolastico 2010/2011, lo “sportello” di ascolto rivolto a dirigenti scolastici, docenti, personale ausiliario e famiglie, con l’obiettivo di fornire consulenze per contrastare i fenomeni di bullismo e disagio scolastico e sociale, nell’ottica della prevenzione dei comportamenti a rischio.
http://lnx.istruzioneverona.it/uspvr/?p=6166


* Alunni stranieri: la seconda generazione

Qualche dato a cura della Fondazione Agnelli: http://www.fga.it/home/novita/tutte-le-news/dettaglio-news-statistica/article/diamo-i-numeri-sulla-scuola-lo-sapevate-che-220.html


* LA MOBILITAZIONE NELLE SCUOLE STA FUNZIONANDO MOLTO BENE

Il volantino della Gilda Venenzia: http://www.gildavenezia.it/com/Archivio/2010/ott10/comunicato_mobilitazioni.pdf e i documenti votat dai collegi docenti di Venezia: http://www.gildavenezia.it/speciali/archivio/documenti-collegi_2010.html


* Ci siano pure scuole di partito o scuole di chiesa. Ma lo Stato le deve sorvegliare, le deve regolare; le deve tenere nei loro limiti e deve riuscire a far meglio di loro. La scuola di Stato, insomma, deve essere una garanzia, perché non si scivoli in quello che sarebbe la fine della scuola e forse la fine della democrazia e della libertà, cioè nella scuola di partito.

Non si ricorda mai abbastanza il discorso di Calamandrei (1950): http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2010/ott2010/privilegiata.htm


* Vademecum integrazione sindrome di Down

Un documento con raccolta normativa dell'associazione CoorDown: http://www.gildavenezia.it/sostegno/sostegno_doc/vademecum_coordown2010.pdf
e un documento su handicap e legalità dell'Osservatorio Legalità:
http://www.gildavenezia.it/sostegno/sostegno_doc/H_diritto_studio2010.htm


* Le industrie che vivono di scuola

A cura di Norberto Bottani - Il mercato pedagogico, con i suoi lati oscuri, esaminato in un opuscolo di Pierre Moeglin
sul sito dell'ADI: http://www.adiscuola.it/adiw_brevi/?p=4386


* Decreto Salvaprecari e indennità di disoccupazione: ancora una volta a pagare sono i lavoratori

Un inquietante articolo di Orizzonte scuola: http://www.orizzontescuola.it/node/11975




12 ottobre 2010

* Fondi contrattuali alle scuole: assegnate le risorse per l´a.s. 2010-2011

La FGU ha chiesto maggiore trasparenza onde far conoscere ad ogni scuola i parametri utilizzati per il calcolo

Il pomeriggio del 7 ottobre 2010 Il MIUR ha convocato le Organizzazioni Sindacali della Scuola per fornire informativa in ordine ai finanziamenti alle Scuole.
In particolare sono stati forniti delucidazioni e chiarimenti sul contenuto della nota ministeriale n. 9245 con la quale il Ministero ha comunicato alle Istituzioni scolastiche l´assegnazione del FIS e della Pratica Sportiva per l´anno scolastico 2010/2011.
L´assegnazione, come è noto, finanzia gli istituti contrattuali di cui all´art. 88 del CCNL 29.11.207 e quelli di cui agli artt. 30 (ore eccedenti per la sostituzione dei colleghi assenti), 33 (funzioni strumentali) e 62 (incarichi specifici per il personale ATA), 87 (attività complementari di educazione fisica).
A favore delle scuole secondarie di secondo grado le risorse del FIS saranno integrate per la presenza di docenti di sostegno in organico di fatto.
Con la stessa nota il MIUR ha fornito alle scuole anche informazioni relative alle aree a rischio ( art. 9 del CCNL).
Durante l´incontro il Direttore Generale dott. Filisetti ha fatto presente che le risorse assegnate con la citata nota per i 4/12 costituiscono integrazione della risorsa finanziaria assegnata con nota del 14 dicembre 2009 e sono pertanto da accertare nell´esercizio finanziario corrente (2010) mentre per i restatiti 8/12 saranno fornite ulteriori disposizioni nella circolare relativa al Programma annuale del 2011, anche in considerazione dell´applicazione di quanto previsto dall´art. 2 comma 197 della Legge finanziaria per il 2010 (cedolino unico) che prevede a partire dal 1° gennaio 2011 che il pagamento dei compensi accessori sarà curato dalle direzioni del tesoro.
Per il finanziamento delle attività complementari di educazione fisica è stato chiarito che le relative risorse saranno assegnate alle scuole che entro il 10 ottobre 2010 hanno presentato agli Uffici Scolastici Regionali le schede di progetto.
Le risorse sulle aree a rischio, saranno comunicate appena il MIUR avrà ricevuto l´elenco delle Scuole finanziate dagli Uffici Scolastici regionali. tardo rallenta l´assegnazione di questi fondi alle scuole.
Durante l´incontro i rappresentanti del MIUR hanno fornito informazione in ordine alle economie realizzate nell´anno scolastico 2009/2010 ammontanti a circa euro 79.000.000 di cui 9.000.000sulle attività di pratica sportiva e 70.000.000 sul FIS.; il Ministero ha anticipato la volontà di destinale dette economie ad incrementare la disponibilità finanziaria per il pagamento delle ore eccedenti per la sostituzione dei colleghi assenti.
La nostra delegazione insieme alle altre organizzazioni sindacali presenti ha chiesto:
• maggiore trasparenza sulle risorse assegnate per l´anno 2010/2011 con la necessità di far conoscere ad ogni Scuola i parametri utilizzati per il calcolo;
• la predisposizione di una scheda da cui ogni Scuola possa conoscere in ogni dettaglio i finanziamenti relativi all´anno scolastico 2009/2010 al fine di poter, in sede di chiusura dell´esercizio finanziario 2010, riaccertare in maniera corretta e puntuale i residui attivi e passivi;
• l´utilizzo delle economie per incrementare le risorse destinate al pagamento delle ore eccedenti dovrà essere considerato fatto eccezionale; per il futuro bisogna ribadire ai dirigenti scolastici che docenti assenti andranno sostituiti da subito con supplenti temporanei per i quali come si sa il Ministero garantisce attraverso l´invio dei flussi mensili il finanziamento:
• la comunicazione in tempi brevi alle scuole delle altre risorse necessarie per il funzionamento amministrativo e didattico.
Al termine della riunione si è convenuto sulla necessità di un nuovo incontro sul Programma annuale 2011 e sul regolamento concernente l´ introduzione del cedolino unico, fissato per il prossimo 19 ottobre 2010.
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1084


* Domande e risposte dalla Gilda nazionale

A cura di Gina Spadaccino
Può il dirigente rilevare l´effettiva partecipazione dei docenti alle assemblee sindacali in orario di servizio?
Il dirigente scolastico ha diffuso una circolare nella quale si comunica che nel caso di assemblee sindacali da svolgersi durante l´orario di servizio provvederà a rilevare la effettiva presenza a dette assemblee dei docenti che hanno dichiarato di voler prendervi parte. E´ ammissibile una tale circolare?

L´art. 8 del CCNL regola il diritto di assemblea in applicazione dell´art 20 della legge n. 300/1970 e dell´art. 42 del D.Lgs. 165/2001; in nessuna di tali fonti si fa menzione di forme di controllo sul reale impiego da parte del lavoratore delle ore di astensione dal servizio cui ha diritto per partecipare alle assemblee in orario di lavoro.
Inoltre la Corte di Cassazione con sentenza n. 6442 del 17.5.2000 ha affermato che il pubblico datore di lavoro non ha alcun potere di controllo dello svolgimento dell´assemblea e dell´effettiva partecipazione da parte dei lavoratori alla stessa, che può essere tenuta sia all´interno che all´esterno dei luoghi di lavoro senza che in quest´ultima evenienza venga meno l´obbligo retributivo.
La comunicazione del dirigente deve ritenersi pertanto illegittima.
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?plug=faq&idcat=88&area=faq&id=1091


* Dirigenti Tecnici - Reclutamento

Miur - AVVISO Roma, 04 ottobre 2010
Oggetto: “Concorso pubblico, per esami, a centoquarantacinque posti di dirigente tecnico, da assegnare agli Uffici dell’Amministrazione centrale e periferica del Ministero della Pubblica Istruzione, al fine di concorrere alla realizzazione delle finalità di istruzione e di formazione, affidate alle istituzioni scolastiche ed educative, oltre all’attività di studio, di ricerca e di consulenza tecnica per il Ministro e i direttori generali”, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 10 - 4a Serie speciale - “Concorsi ed esami”, del 05.02.2008.
Si comunica che la pubblicazione del diario delle prove scritte del concorso di cui all’oggetto è rinviata alla Gazzetta Ufficiale - 4a Serie speciale -“Concorsi ed esami”, del 14 gennaio 2011.
IL DIRETTORE GENERALE
F.to Antonio Coccimiglio
http://www.istruzione.it/web/istruzione/dettaglio-news/-/dettaglioNews/viewDettaglio/13951/11210

* Art. 9 CCNL Comparto Scuola

Misure incentivanti per progetti relativi alle aree a rischio…2010/11 – Scuole finanziate (sul sito dell'USR)
Nota dg del 30 settembre 2010 pdfallegati zip


* Le idee di Fini sulla scuola

Un articolo di Tecnica della scuola: http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=29950&action=view


* Accorpamento classi di concorso e sistema di governance della scuola: due Pareri del Cnpi

"Due importanti Pareri sono stati espressi dal Cnpi in data 6 ottobre 2010. Uno riguarda la razionalizzazione e l’accorpamento delle classi di concorso a cattedra e a posti di insegnamento, l’altro la revisione degli organi collegiali e il sistema di governance della scuola italiana.
Si tratta dei Pareri prot. n. 7047 e prot. n. 7046 entrambi del 6 ottobre 2010."
Il testo dei due pareri sul sito di Tecnica della scuola: http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=29956&action=view


* Precari - convocazioni dell'Ufficio XII

- Posti-disponibili per le nomine a T.D. scuola Primaria per la convocazione del 13/10/2010: http://lnx.istruzioneverona.it/uspvr/?p=6158
- Calendario di convocazione del personale docente per nomina a T.D.scuola primaria per il giorno 13 ottobre 2010: http://lnx.istruzioneverona.it/uspvr/?p=6131
- Calendario di convocazione per nomine a T.D. del personale docente di scuola secondaria di II grado per il giorno 13 ottobre 2010:
http://lnx.istruzioneverona.it/uspvr/?p=6138


* Mobilità professionale ATA- Graduatorie provvisorie

L'Ufficio XII ha pubblicato l'11 ottobre le graduatorie provinciali provvisorie relative alla mobilità professionale del personale Ata – profili: DSGA, assistente amministrativo e assistente tecnico.
Eventuali reclami vanno presentati entro il 16/10/2010, esclusivamente per errori materiali relativi alla posizione in graduatoria
http://lnx.istruzioneverona.it/uspvr/?p=6145


*  Valutazione  alunni in Trentino

Il regolamento sulla valutazione periodica e annuale degli apprendimenti e della capacità relazionale degli studenti, nonché sui passaggi tra percorsi del secondo ciclo: http://www.vivoscuola.it/Circolari/viewprofile.asp?Item=291283&Id=2010&Struttura=A028




9 ottobre 2010

* Il TG FGU edizione 8 ottobre 2010

 REGIA, MONTAGGIO & RIPRESE SUHEL HASSOUN, GIORNALISTA ESTER TREVISAN
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?id=1080
Registrazione di interventi del Convegno organizzato dalla Gilda in occasione della Giornata mondiale degli insegnanti del 5 ottobre 2010; dell'audizione Gelmini in Parlamento; degli sponsor privati a scuola


* Il rigetto del nulla osta per il trasferimento d´ufficio del dirigente sindacale

A cura di Antimo Di Geronimo

Il trasferimento per incompatibilità ambientale dei dirigenti sindacali non può essere disposto senza il nulla osta dell´organizzazione sindacale di appartenza. Questo principio deriva, oltre che dall´art. 22 della legge 300/70 (Statuto dei lavoratori) anche e soprattutto dall´art. 18 del CCNQ del 7. 8. 1998, che al comma 4 così dispone: "Il trasferimento in un´unità operativa ubicata in sede diversa da quella di assegnazione dei dirigenti sindacali indicati nell´art. 10, può essere predisposto solo previo nulla osta delle rispettive organizzazioni sindacali di appartenenza e della RSU ove il dirigente ne sia componente."Il trasferimento per incompatibilità ambientale, che rientra nel novero dei trasferimenti d´ufficio (e cioè dei provvedimenti di mobilità autoritativa) non va confuso con quello riguardante i soprannumerari. L´art. 4-bis, del CCNQ del 1998, infatti, prevede una deroga, per effetto della quale, il potere di veto dell´Organizzazione sindacale non si applica.

Ecco il testo dell´art. 4-bis: "Nel comparto scuola il disposto del comma 4 non si applica nei casi in cui si debba procedere all´individuazione del personale soprannumerario, docente ed Ata, in conseguenza della rideterminazione dell´organico dell´istituzione scolastica o educativa. Non si applica, altresì, in tutti i casi nei quali l´assegnazione della sede sia stata disposta in applicazione di istituti che prevedono una permanenza annuale nella sede stessa.".

Sul sito nazionale un fac-simile di lettera per rigettare una eventuale richiesta di nulla osta da parte dell´Amministrazione scolastica, ai fini di un trasferimento per incompatibilità ambientale di un nostro dirigente sindacale.
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1082


* Le ore alternative alla Religione la paga il Tesoro

Lo hanno ricordato ai dirigenti scolastici i direttori generali degli uffici scolastici dell´Emilia Romagna e della Lombardia.

Le ore eccedenti per le attività alternative all´insegnamento della Religione cattolica vengono retribuite direttamente dal Ministero dell´economia. Lo hanno ricordato ai dirigenti scolastici i direttori generali degli uffici scolastici dell´Emilia Romagna e della Lombardia con due circolari emesse, rispettivamente, il 29 e il 27 settembre scorso.
Sono stati definitivamente eliminati, dunque, gli ostacoli economici che impedivano alle scuole di assegnare ore eccedenti ai docenti per adempiere a questi obblighi che, peraltro, discendono direttamente dalla legge 121/1985 e dal relativo accordo tra l´Italia e la Santa Sede del 1984.
La disposizione di queste ore non necessita di alcun autorizzazione e i dirigenti scolastici sono tenuti ad attribuirle ai docenti interni oppure ai supplenti. In caso contrario, oltre al danno nei confronti degli alunni interessati, sussiste anche la lesione del legittimo interesse dei docenti che potrebbero avere titolo alle relative ore.
E´ illegittima, dunque, la prassi invalsa secondo la quale gli alunni che scelgono di non fruire dell´insegnamento della Religione cattolica vengono costretti ad entrare a scuola un´ora dopo oppure ad uscire un´ora prima.
Invitiamo i docenti a vigilare sulla corretta applicazione della legge e a segnalare le eventuali inadempienze alle nostre sedi provinciali.
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1081


*  Firenze, assemblea unitaria dei precari della scuola

Un´assemblea unitaria indetta da FLCCGIL- CISLScuola- FGUGILDA allo scopo di stabilire un percorso condiviso con il coinvolgimento di tutte le componenti del mondo della scuola
Sul sito nazionale della Gilda la piattaforma della manifestazione: http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1075


* “ Poco lungimirante la politica che non destina investimenti alla scuola”

Con il suo saluto al nostro Convegno del 5 ottobre a Roma, il Presidente della Camera, on. Gianfranco Fini, ha concesso anche un´ intervista a " Professione docente", nella quale ha affrontato tutti i temi più importanti e più delicati relativi alla scuola, alla sua funzione e al suo futuro.

giovedì 7 ottobre 2010
E´ dovere dello Stato promuovere e sostenere il settore dell´istruzione come imprescindibile fattore di progresso e di emancipazione. La finalità della scuola non deve essere quella di dare un lavoro, ma di fornire una formazione di qualità alle giovani generazioni.
La scuola deve saper trasmettere innanzitutto quei valori che sono il fondamento della identità stessa della Repubblica e della Nazione, ma questo non significa che la scuola non debba essere attenta a valorizzare anche la storia locale, come parte di una più ampia storia nazionale. Una politica impegnata a migliorare e a valorizzare la scuola è innanzitutto quella che concepisce quest´ultima come struttura portante della società, come elemento cardine di un processo di rafforzamento del patrimonio morale e civile di tutti gli Italiani.
A cura di Renza Bertuzzi

1) Signor Presidente, recentemente lei ha dichiarato che "l´investimento su ricerca, sapere, eccellenza e scuola è un investimento doveroso". Perché, a Suo parere, è doveroso? Che cosa rappresenta la Scuola per un Paese e per il suo futuro?

Sono convinto che non destinare adeguati investimenti all´educazione e alla scuola sia una politica poco lungimirante, destinata a condannare un Paese all´impoverimento culturale, alla decadenza economica e sociale. Lo sviluppo degli Stati moderni coincide, infatti, con la diffusione dell´istruzione e con le conquiste della scienza. Tutte le statistiche internazionali confermano che, tra le nazioni industrialmente avanzate, hanno le più ampie opportunità di crescita quelle che maggiormente investono in un sistema di istruzione di qualità. Per queste ragioni è dovere dello Stato promuovere e sostenere il settore dell´istruzione come imprescindibile fattore di progresso e di emancipazione.

2) Eppure, la scuola sta attraversando un momento particolarmente delicato, caratterizzata com´è da tagli di posti di insegnamento e da un aumento delle situazioni di precarietà, quindi da pochissimi investimenti.

Su questo punto credo sia giusto fare chiarezza.
In Italia la scuola è stata per troppo tempo considerata come uno strumento per risolvere il problema della disoccupazione intellettuale: tanti insegnanti, pagati poco, socialmente sempre meno valorizzati. La finalità della scuola non deve essere quella di dare un lavoro, ma di fornire una formazione di qualità alle giovani generazioni. Detto questo non si possono nemmeno utilizzare per anni docenti regolarmente abilitati, in buona parte ormai a seguito di concorso o di corsi finalizzati alla formazione all´insegnamento (Ssis), e dunque legittimamente in attesa di una assunzione, senza fornire loro prospettive concrete. E´ necessario prevedere un sistema che, valutando anche la possibilità di prevedere dei prepensionamenti, consenta di programmare un percorso volto a riassorbire, in tempi ragionevoli, i precari, dando certezze circa tempi, numeri e modi della loro assunzione in ruolo. Non dimentichiamoci che abbiamo una classe docente fra le più anziane d´Europa.

3) In questi ultimi anni, l´idea di scuola sembra essersi allontanata da una matrice nazionale per rivolgersi a visioni locali ("La scuola deve rispondere alle esigenze del territorio", si ripete spesso). Come giudica questa trasformazione?

La scuola deve saper trasmettere innanzitutto quei valori che sono il fondamento della identità stessa della Repubblica e della Nazione. Per questo, lo studio della storia e della lingua italiana devono restare un pilastro del nostro sistema formativo. Questo non significa che la scuola non debba essere attenta a valorizzare anche la storia locale, come parte di una più ampia storia nazionale.
Per quanto riguarda gli aspetti tecnico-professionali della formazione è evidente l´utilità di considerare con particolare attenzione il collegamento con il territorio e le opportunità da esso offerte. Detto ciò, dobbiamo pensare alla scuola come ad uno strumento efficace per il superamento delle barriere di carattere sociale, per agevolare una effettiva parità di condizioni, a cominciare da quelle etnico-linguistiche, e dunque per realizzare quella promozione sociale indispensabile a garantire ad ogni giovane la pienezza dei diritti di cittadinanza, secondo i principi della nostra Carta costituzionale.

4) Quali sono gli ambiti dell´Istruzione su cui occorrerebbe intervenire per migliorarla e per restituire alla scuola del nostro Paese quel prestigio di cui in passato essa ha goduto?

Una politica impegnata a migliorare e a valorizzare la scuola è innanzitutto quella che concepisce quest´ultima come struttura portante della società, come elemento cardine di un processo di rafforzamento del patrimonio morale e civile di tutti gli Italiani. Si tratta di una sfida ambiziosa che richiede il contributo di tutti, a cominciare dalle istituzioni politiche che devono garantire il principio di pari opportunità e di riconoscimento del merito. L´efficacia degli interventi riformatori dipenderà da un ampio ed effettivo coinvolgimento del corpo insegnante.
L´appiattimento retributivo appare senz´altro inadeguato ad incoraggiare la qualità dell´insegnamento. Occorre riuscire ad individuare meccanismi idonei a premiare economicamente gli insegnanti che più si impegnano e che ottengono risultati di qualità. Nel contempo diventa essenziale una valutazione di tutte le scuole e dei risultati da esse ottenuti. Non si deve poi dimenticare che il nostro Paese è fra quelli che meno investono in dotazioni scolastiche (biblioteche, laboratori, strumentazioni).
Per incoraggiare l´interesse verso le materie scientifiche la pura teoria non basta, occorre maggiore pratica sperimentale.
In termini più generali, dobbiamo ricordare che se l´Italia vuole ambire ad essere un Paese davvero avanzato, è necessario privilegiare il settore della ricerca e valorizzare gli studi tecnico-scientifici, specie quelli di più alto livello. I ricercatori e gli scienziati rappresentano una grande ricchezza; a essi devono essere garantite prospettive economiche e di carriera capaci di attirare e motivare le migliori intelligenze.
L´istruzione, insieme alla ricerca costituiscono un inscindibile binomio che ci permetterà di costruire davvero un futuro migliore per il Paese e per i nostri figli.
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1074

* Sciopero dell'8 ottobre solito balletto di cifre e i soliti insulti alla scuola

Secondo il Miur: http://www.istruzione.it/web/ministero/cs081010
Ufficio Stampa
Roma, 8 ottobre 2010
Miur: Ha aderito allo sciopero il 5,5% del personale scolastico
Secondo gli ultimi dati ufficiali del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca la percentuale di adesione allo sciopero di oggi è stata circa del 5,5% tra dirigenti scolastici, insegnanti e personale Ata.
Mentre per Unicobas e Cgil le cifre sono molto più alte. L'articolo di Tecnica della scuola: http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=29933&action=view
E quello di Orizzonte scuola con le dichiarazioni della gelmini su chi vorrebbe usare la scuola come luogo di indottrinamento della sinistra: http://www.orizzontescuola.it/node/11910

Il resoconto della manifestazione studentesca di Treviso: http://www.oggitreviso.it/5000-studenti-contro-gelmini-29204

* Il contributo del Forum Precari Scuola al dibattito sull'istruzione

Sul sito della Gilda Venezia - inviato da Brunello Arborio, 7.10.2010: http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2010/ott2010/contributo_forum.htm

* Sezioni primavera - Accordo in Conferenza unificata.

MIURAOODGOS prot. n. 7116 dell'8/10/2010
Oggetto: Sezioni primavera - Accordo in Conferenza unificata.
Si rende noto che in data 7 ottobre 2010 la Conferenza unificata Stato-Regioni e Autonomie locali ha definito l’Accordo per la prosecuzione del servizio educativo per bambini della fascia di età 2-3 anni, denominato sezioni primavera, anche per il corrente anno scolastico.
Sulla base di tale Accordo, ciascun Ufficio scolastico regionale potrà procedere alla definizione della Intesa con la Regione.
Si fa riserva di inviare quanto prima il testo dell’Accordo e il piano di riparto dei fondi statali.
Il Direttore Generale
Mario G. Dutto
http://www.istruzione.it/web/istruzione/prot7116_10

* Potrebbero essere reintegrati a breve gli scatti di anzianità per il personale della scuola

dalla Coordinatrice della Gilda degli insegnanti di Catania, prof.ssa Concetta Cavallaro
http://www.gildavenezia.it/com/Archivio/2010/ott10/reintegrati.htm

* In arrivo pure l’anagrafe dei docenti

Corsi, voti di laurea etc etc per scegliere i docenti migliori o schedatura ingiustificata?
Un articolo di Tecnica della scuola: http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=29931&action=view


* Paritarie, arrivano 130 milioni di euro per il 2009/10

Tecnica della scuola:
"La decisione conseguente all’ok della Conferenza Stato-Regioni e le “acrobazie” finanziarie del ministero dell’Economia, che ha così superato il blocco imposto in Finanziaria. I fondi alle scuole probabilmente arriveranno già nei prossimi giorni: ai diretti interessati, in testa docenti e creditori, nel mese di novembre." http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=29934&action=view
Il comunicato stampa della Regione Veneto: http://www.regione.veneto.it/Notizie/Primo+Piano/Istruzione.htm

* Precari & pensioni

Una notizia pubblicata sul sito della FlcCgil di Verona sul perché l'Inps ha oscurato la sezione del proprio sito dedicata al calcolo della pensione dei precari (parasubordinati): http://www.flcgil.verona.it/provincia/2010-11/10%208ott%20pensionePrecari.htm


* Valutazione degli studenti e discrezionalità tecnica – ambito e limiti del corretto esercizio.

Consiglio di Stato - Sentenza n. 4663-2010 pubblicata da www.dirittoscolastico.it: http://www.dirittoscolastico.it/consiglio_di_stato_-_sentenza_n_4663-2010.html
Nel respingere il ricorso contro la non ammissione alla classe successiva il CdS ha chiarito l'ambito di valutazione dell'attività delle scuole.
Il consiglio è quello di leggere l'intera sentenza. Ecco comunque qualche stralcio:
"Appare superato in altre parole, nel giudizio in questione, il principio della sindacabilità degli atti discrezionali sul piano del controllo solo formale ed estrinseco dell’iter logico seguito, dovendo invece tale giudizio estendersi all’attendibilità delle operazioni tecniche effettuate"
[...]
"In base ai principi generali sopra sintetizzati (con particolare riguardo a quello – da ultimo indicato – della separazione dei poteri e della intangibilità dell’apprezzamento, espresso nel merito dall’Autorità competente) appare di assoluta evidenza la delicatezza del sindacato giurisdizionale in materia di valutazioni scolastiche, indirizzate non a selezionare i più meritevoli in base a parametri preordinati, come nelle prove concorsuali, ma a garantire un’efficace formazione dei giovani, secondo le finalità proprie dell’istruzione pubblica. Dette finalità possono configurare la non ammissione alla classe superiore non come soccombenza rispetto ad altri soggetti, né come giudizio in assoluto negativo, ma come riconoscimento della necessità che alcuni singoli scrutinati rafforzino le proprie cognizioni di base, per affrontare senza sofferenza e maggiori possibilità l’ulteriore corso degli studi. Correlativamente l’interesse degli allievi e dei genitori, esercenti la patria potestà, deve identificarsi non nel perseguimento in ogni caso della cosiddetta promozione, ma nel corretto esercizio della potestà pubblica, finalizzata alla migliore possibile formazione culturale degli studenti."


* Docenti Secondaria – Avviso calendario nomine T.D.

Il calendario di convocazione del personale docente della scuola secondaria, previsto per il giorno 10 ottobre, festivo, sarà pubblicato il giorno 11 ottobre 2010. f.to Il Dirigente Giovanni Pontara
La pubblicazione avverrà sul sito www.istruzioneverona.it


6 ottobre 2010

* Il numero di Ottobre di Professione Docente

http://www.gildaprofessionedocente.it/prd201010/
Sommario  Pag. 1 - La politica della beffa. Di Rino Di Meglio. - Pag. 2 – Precari e stipendi docenti: dichiarazioni Brunetta fantasiose e offensive - Pag. 3 - La docente fantasma. Di Cristina Ventura  -   La scuola “macellata”. Di Maria Carmela Salvo  - Pag. 4 - Rinnovato il sito della Gilda! - Pag. 5 - Orario di servizio.   - Pag. 6-7 - Prove Invalsi e valutazione del docente - Sulla valutazione del merito.  Di Cettina Lupoi.  -  Pag. 8 - La fabbrica delle cattedre al Sud con i «furbetti del sostegnino». Di Gianfranco Meloni - “Le orme dei giovani sulla strada della scuola”. Di Chiara Moimas - Pag. 9 - La semplicità del segreto finlandese. Di Piero Morpurgo - Pag. 10 - La Scuola italiana dal centralismo alla regionalizzazione: parabola o nuovo impulso? - Pag. 11 - Di cosa parliamo quando parliamo di scuola. Di Renza Bertuzzi

* Giornata mondiale degli insegnanti

Quest'anno al Miur si sono sprecati. Resta il dubbio su cosa intende il Miur quando dice che l'Italia celebra la Giornata mondiale degli insegnanti, nelle scuole nessuno se n'è accorto.

A V V I S O
5 ottobre 2010: anche l’Italia celebra con più di cento paesi la Giornata mondiale degli insegnanti

La Giornata Mondiale degli Insegnanti, che dal 1994 si svolge ogni anno il 5 ottobre, commemora l’anniversario della firma collegiale delle “Raccomandazioni sullo Status degli Insegnanti”, stilata dall’ILO-UNESCO nel 1966 e aspira ogni anno a sottolineare il fondamentale ruolo degli insegnanti nel fornire un’elevata qualità di educazione, a tutti i livelli.
In occasione della Giornata Mondiale degli insegnanti centinaia di migliaia di studenti, di genitori e di lavoratori in tutto il mondo renderanno omaggio a tutti gli insegnanti che sono stati colpiti direttamente o indirettamente da una crisi senza precedenti: a causa di una crisi umanitaria, come i terremoti che hanno colpito Haiti e la Cina o a causa della crisi economica mondiale che ha devastato moltissimi sistemi economici sviluppati. La ricostruzione ha bisogno degli insegnanti e tutti coloro che lottano per fornire un’educazione di qualità ai bambini nel mondo possono unirsi agli insegnanti e alle loro organizzazioni rappresentative per celebrare la professione e manifestare il proprio sostegno.
“La ripresa inizia con gli insegnanti”: questo il manifesto per l’edizione del 2010; l’istruzione, quale catalizzatore per la crescita e lo sviluppo, è essenziale per il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (Millennium Developments Goals) e per il raggiungimento dei target di “un’educazione di qualità per tutti entro il 2015”, così come affermato dall’organizzazione Internazionale dell’Educazione -I.E (www.ei-ie.org) che ricorda che "mancano 15 milioni di insegnanti a livello mondiale per raggiungere l'obiettivo di un'educazione di qualità per tutti entro il 2015", e che altri milioni di docenti lavorano in condizioni precarie, in classi sovraffollate e senza supporti didattici.
La Giornata Mondiale degli Insegnanti rappresenta una significativa presa di coscienza e un apprezzamento del contributo indispensabile che i docenti forniscono all’educazione e allo sviluppo; in tal senso la Giornata vuole anche ribadire il ruolo centrale dei docenti, mettendo in rilievo l’importanza degli insegnanti nel percorso di formazione, educazione e guida delle nuove generazioni.
Sostenere la necessità di valorizzare e rilanciare il ruolo dell’insegnante, trasformando la docenza in vera e propria “professione” fondata su standard professionali, così come auspicato dalla “Raccomandazione sullo status degli insegnanti” fatta dall’UNESCO nel lontano 1966 è oggi più che mai una sfida che il nostro paese ha il dovere di intraprendere.
Per maggiori informazioni: http://www.unesco.org/en/teacher-education/advocacy/world-teachers-day/
http://www.istruzione.it/web/istruzione/dettaglio-news/-/dettaglioNews/viewDettaglio/13921/11210

Ecco intanto un primo resoconto di Tecnica della scuola sul Convegno organizzato dalla Gilda
Federalismo, al convegno Gilda la Lega annuncia un nuovo ddl sul reclutamento: http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=29913&action=view

e quello, sempre di Tecnica della scuola, sull'inquietante audizione della gelmini alla Camera
http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=29911&action=view Unica nota positiva le promesse di mantenere gli scatti fino al 2012. Il ministro non ha spiegato come la promessa si sposi con le ripetute dichiarazioni, sempre dello stesso ministro, di voler abolire qualsiasi progressione stipendiale basata sull'anzianità. Speriamo bene ...

* Frullato superiori

Misure di accompagnamento al riordino del secondo ciclo… – Il piano dell’avvio dell’anno scolastico per le scuole del Veneto
Sintesi delle iniziative realizzate dall’USR Veneto Nota dg del 4 ottobre 2010: http://www.istruzioneveneto.it/wpusr/piano-avvio.html


* Il TAR Puglia in difesa degli alunni

Il commento ad una recente sentenza pubblicato dalla FlcCgil di Verona: http://www.flcgil.verona.it/archivio/sentenze/10%2030set%20TarPuglia.htm


* Ore alternative

Le scuole non chiedono i fondi perché non sanno che ci sono.
da Tuttoscuola, 6.10.2010: http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2010/ott2010/non_sanno.htm


* Lo Stress-Lavoro-Correlato,il rischio oncologico e la prevenzione:

l’art. 28 del T.U. e il dirigente scolastico. Vittorio Lodolo D'Oria, Burnout, 4.10.2010.
http://www.gildavenezia.it/mestiere/documenti/2010/Stress-Lavoro-Correlato.htm


* Precari ATA

Convocazione (http://lnx.istruzioneverona.it/uspvr/?p=6042) e rinvio a data da destinarsi della convocazione (http://lnx.istruzioneverona.it/uspvr/?p=6072).


* ATA: mobilità professionale

Il MIUR,  facendo seguito all’incontro con le OO.SS. avvenuta nel pomeriggio del 5-10-2010, in pari data ha diramato agli URS, la nota prot. 8962, e l'allegato contingente provinciale per il biennio 2009-2010 e 2010-2011,  con la quale vengono fornite le indicazioni operative per effettuare la mobilità professionale.
Nota Prot. N. 8962 del 05-10-2010:
 http://www.tuttoata.it/home/progressione-carriera/Nota%20prot.%208962%20del%205%20ottobre%202010.pdf
Ripartizione contingente provinciale:
http://www.tuttoata.it/home/progressione-carriera/Nota%20prot.%208962%20del%205%20ottobre%202010.pdf

e l'esito dell'incontro MIUR-OO.SS.del 5 Ottobre 2010 nel resoconto dell'ANPA
http://www.tuttoata.it/home/index.php?option=com_content&view=article&id=87:mobilita-professionale-esito-miur-ooss&catid=38:sindacali&Itemid=37


3 ottobre 2010


* Il TG FGU edizione 1 ottobre 2010

REGIA, MONTAGGIO & RIPRESE SUHEL HASSOUN, GIORNALISTA ESTER TREVISAN
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?id=1062
Si parla del Convegno organizzato dalla Gilda in occasione della Giornata mondiale degli insegnanti del 5 ottobre 2010; della manifestazione del 28 settembre e degli scatti di anzianità; della circolare sui certificati medici.

* Invece di polemizzare, contrastiamo la politica ingiusta del Ministro

E´ tempo di unità sindacale, non di polemiche
giovedì 30 settembre 2010

La Cisl in un proprio comunicato, pubblicato nel suo sito, ci riserva un accenno polemico in relazione alla vicenda del pagamento degli scatti di anzianità, scaduti a settembre.
Stupisce che la nostra lettura della legge - peraltro condivisa anche da autorevoli giornali - possa costituire motivo di contrasto, soprattutto in un momento così difficile per la scuola che richiederebbe la maggiore unità possibile tra i sindacati; unità che i docenti continuano a richiedere a gran voce in ogni assemblea pubblica.
Per quel che ci riguarda, non siamo interessati alle polemiche con gli altri sindacati ma alle soluzioni delle ingiustizie e per questo riteniamo positivo ogni intervento mirato a restituire gli scatti di anzianità ai docenti.
Siamo invece attenti ed interessati a contrastare l´orientamento del Ministro dell´Istruzione che non perde occasione, l´ultima il 26 settembre scorso, per dichiarare che "non vede l´ora di eliminare gli scatti di anzianità".
Al Ministro vorremmo semplicemente chiedere: "Perché alla sua colf paga gli scatti di anzianità mentre vorrebbe toglierli agli insegnanti?"

Roma, 30 settembre 2010
Ufficio stampa Gilda degli insegnanti
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1061

In proposito un articolo di Tecnica della scuola: http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=29860&action=view e le dichiarazioni della Cisl: http://www.cislscuola.it/node/19472

* Accordi separati senza la RSU

Secondo l'Ordinanza del Tribunale Bari n. 14235 del 28 settembre 2010 non sono validi i contratti d'istituto firmati in assenza delle RSU.
Dal sito della FlcCgil: http://www.flcgil.it/notizie/news/2010/ottobre/gli_accordi_separati_senza_la_rsu_non_sono_validi

* Valutabile il servizio prestato alle materne nelle scuole superiori

Tribunale di Lanciano - Sentenza n. 390-2010
Il Tribunale di Lanciano (Sentenza n. 390/10 del 21 settembre 2010) ha confermato la valutabilità del servizio reso nelle scuole materne in caso di passaggio alla scuola secondaria.
L'Amministrazione ritiene invece valutabile tale servizio solo in caso di passaggio alla scuola elementare.
Dopo alcune incertezze interpretative, la giurisprudenza più recente ritiene invece (Consiglio di Stato n. 4512 del 27.08.2001, Consiglio di Stato n. 6861 del 27.12.2000, Consiglio di Stato n. 5693 del 01.10.2003, Consiglio di Stato n. 6587 del 29.12.2008, Consiglio di Stato n. 1878 del 31.03.09, nonché Tribunale di Cassino 26.01.07 proc. n. 702/2005) che tale servizio sia pienamente valutabile, seppure limitatamente a quello di ruolo.
Avv. Francesco Orecchioni sul sito www.dirittoscolastico.it: http://www.dirittoscolastico.it/tribunale_di_lanciano_-_sentenza_n_390-2010.html

* Frullato superiori

Ufficio Stampa Miur
Roma, 30 settembre 2010
"Scuola, Miur: nessun cambiamento nell’attività di tecnici e professionali
La notizia secondo la quale il Ministero debba rivedere completamente tutti gli organici delle classi 2°, 3° e 4° degli Istituti tecnici e professionali è priva di ogni fondamento. Secondo la sentenza del Consiglio di Stato il Miur dovrà semplicemente tener conto del parere del Consiglio Nazionale della Pubblica Istruzione (parere non richiesto precedentemente) nella determinazione degli organici per le classi a cui fa riferimento la sentenza. Non si verificherà quindi alcun cambiamento nell’attività e nella programmazione scolastica prevista."
http://www.istruzione.it/web/ministero/cs300910
Un articolo di Tecnica della scuola: http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=29849&action=view

* Contratto Collettivo Integrativo Regionale – Iniziative di formazione ed aggiornamento del personale della scuola a.s. 2010/11

Sul sito dell'USR


* Berlusconi: arrogante ed ignorante sui problemi della scuola

Comunicato della Gilda degli insegnanti di Venezia 1.10.2010

Nella sua relazione al Senato del 30 settembre il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi si è lanciato ad invettive gratuite e disinformate sulla scuola e sul problema del precariato. Rivolgendosi alla “sinistra” ha affermato: "Avete trasformato la scuola in un enorme ammortizzatore sociale, assumendo 200 mila precari senza curarvi della qualità degli insegnanti e dell'insegnamento".
Ricordiamo al disinformato Presidente del Consiglio che le immissioni in ruolo negli ultimi dieci anni sono state ben al di sotto della cifra annunciata, che i docenti sono tutti laureati ed in possesso di abilitazione conseguita per concorso pubblico o corsi di specializzazione pubblici e certificati dallo Stato.
Rammentiamo infine al Presidente del Consiglio che l’attuale situazione di caos nelle supplenze e nella scuola è stata determinata in gran parte dalla mancanza di scelte chiare da parte di tutti i governi che si sono succeduti negli ultimi trent’anni, compresi i governi presieduti dallo stesso Berlusconi. Il riconoscimento delle code nelle graduatorie è un tipico esempio di allargamento delle aspettative per i precari fatto dal Ministro Gelmini.
Invitiamo pertanto il Presidente del Consiglio a informarsi meglio sui problemi della scuola evitando di cadere in affermazioni false e assolutamente demagogiche che arrecano danno all’immagine dell’istruzione pubblica del nostro Paese.
http://www.gildavenezia.it/com/Archivio/2010/ott10/ignorante.htm

E come non bastasse ci insultano su Libero. Ecco due pagine di risposta pubblicate dalla Gilda di Venezia:
http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2010/ott2010/Risponde_offese.htm
http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2010/ott2010/Risposta_oltraggi.htm
Non è più tempo di tacere: fatevi sentire.

* Una bolgia di responsabilità nella sostituzione dei docenti durante le assenze brevi

AetnaNet: http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2010/ott2010/bolgia.htm


* Precari, posto fisso per sentenza

Sentenza del giudice di Siena: i supplenti di lungo corso vanno assunti. Il ministro Gelmini condannato ad assumere una docente
Alessandra Ricciardi da ItaliaOggi, 1.10.2010: http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2010/ott2010/posto_sentenza.htm
La sentenza, di primo grado, va ben oltre il riconoscimento degli scatti di anzianità arretrati.
http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2010/ott2010/posto_sentenza.htm

* Precari: vinta causa anche a Treviso

La sentenza riguarda il primo gruppo di ricorrenti patrocinati dalla Gilda di Treviso: http://www.gildatreviso.it/attachments/183_sentenza.pdf

* Possesso del cellulare durante gli esami

Tar Lombardia - Sentenza n. 3320-2010
Secondo il TAR il semplice possesso di un telefono cellulare non integra la fattispecie dell’illecito disciplinare sanzionabile con l’esclusione dagli esami ma è necessario il suo utilizzo.
www.dirittoscolastico.it: http://www.dirittoscolastico.it/tar_lombardia_-_sentenza_n_3320-2010.html

* Precari, convocazioni Ufficio XII

- Rettifica disponibilità sostegno – convocazione personale docente della scuola secondaria di 2° grado destinatario di contratti a tempo determinato a.s. 2010/11: http://lnx.istruzioneverona.it/uspvr/?p=6016
- Posti disponibili per le nomine a T.D. suola primaria per la convocazione del 04/10/2010: http://lnx.istruzioneverona.it/uspvr/?p=6011



*  Tasso annuo di rivalutazione dei montanti retributivi

Con il messaggio 024433 del 30/09/2010 l’Inps comunica il tasso annuo di capitalizzazione per la rivalutazione dei montanti contributivi relativamente all’anno 2010. Il tasso ha effetto per le pensioni da liquidare con decorrenza 2011.
Il tasso medio annuo composto di variazione del prodotto interno lordo nominale, nei cinque anni precedenti il 2010, risulta pari a 0,017935 e, pertanto, il coefficiente di rivalutazione è pari a 1,017935.
http://www.inps.it/newportal/default.aspx?iMenu=1&NewsId=663


* Domande e risposte

A cura di Gina Spadaccino
- Si intende sapere se è ancora possibile procedere alla riduzione dell´ora di lezione.....
Si intende sapere se quanto esposto nella "Guida alla nuova scuola secondaria superiore", che prevede che le scuole "dovranno garantire agli studenti e alle famiglie un orario complessivo di lezioni corrispondente al monte ore annuale assegnato al corso di studi, calcolato su ore di 60 minuti", sia inderogabile o possa ancora procedersi ad una riduzione dell´ora di lezione secondo quanto previsto dalle CM 243/79 e 192/80.

Dall´a.sc. 2010/2011 le ore di lezione sono riportate alla durata di 60 minuti, o meglio le scuole devono garantire agli studenti un orario complessivo di lezioni corrispondente al monte ore annuale assegnato al corso di studi, calcolato su ore di 60 minuti, com´è espressamente detto al punto 1.3 ("Le ore di 60 minuti") della "Guida alla nuova scuola secondaria superiore".
Ciò peraltro è conforme al dettato dell´art. 5 del DPR 275/99 che parla di possibilità di organizzare in modo flessibile l´orario complessivo del curricolo e quello destinato alle singole discipline nel "rispetto del monte ore annuale, pluriennale o di ciclo previsto per le singole discipline e attività obbligatorie".
In nessun dispositivo normativo della "Riforma Gelmini" si fa riferimento, direttamente o indirettamente, alla abrogazione della possibilità di ridurre l´orario delle lezioni, né una Guida al pubblico sembra poter avere cogenza di norma.
Restano in vigore pertanto l´art. 28, comma 8, del CCNL e le norme ivi richiamate: la C.M. 243/79, che prevede alcuni criteri di riduzione delle prime e/o ultime ore nei giorni con orario di cinque, sei o sette ore; la C.M. 192/80, che consente riduzioni "... anche nelle ipotesi non contemplate nella CM 243/79".
Gli organi competenti in materia sono gli organi collegiali (collegio docenti e consiglio di istituto), che decidono sulla base delle condizioni della propria scuola.
Pertanto, l´ora di lezione potrà essere ridotta per due ragioni:
- per cause di forza maggiore, con decisione assunta dal Consiglio di circolo/istituto e senza obbligo di recupero da parte dei docenti;
- per ragioni didattiche, su delibera assunta dal collegio dei docenti con obbligo del recupero della frazione oraria solo "nell´ambito delle attività didattiche programmate dall´istituzione scolastica" (art. 28, comma 7 del CCNL).
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?plug=faq&idcat=88&area=faq&id=1044

- E´ possibile convertire le ore di programmazione in ore di lezione?.....
A seguito della riforma Gelmini e dell´introduzione della figura dell´insegnante unico a 24 ore alla scuola primaria, in molte scuole si sta procedendo a convertire le due ore di programmazione in ore di insegnamento in aggiunta alle 22.  Anche in tema di sostituzione di docenti assenti le ore non vengono retribuite come ore eccedenti ma prese da queste due ore di programmazione che in tal modo viene dilazionata nel tempo. E´ lecita una tale prassi?

Le soluzioni organizzative prospettate non sono nè legittime né opportune.
Sotto il profilo della legittimità, l´art. 28 del CCNL in vigore prevede infatti, per i docenti della scuola primaria, 22 ore di insegnamento "frontale" e 2 ore di programmazione settimanale. Analogamente la riforma Gelmini introduce sì le 24 ore settimanali e il maestro unico di riferimento ma non modifica l´orario di servizio stabilito dal Contratto nazionale.
Sotto il secondo aspetto, le due ore di programmazione previste per i docenti della scuola primaria sono un elemento di qualità dell´insegnamento non solo e a tutela della professionalità dei docenti quanto a vantaggio degli alunni e dei loro genitori. Eliminando in tutto o in parte le due ore di programmazione si lede un diritto degli alunni: il diritto ad un insegnamento progettato con cura e rimodulato periodicamente a seconda dell´andamento delle attività didattiche.
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?plug=faq&idcat=88&area=faq&id=1045

 - Per la validità dell´anno scolastico le assenze degli studenti vanno calcolate a giorni o a ore?.....
Il ministro Gelmini in un comunicato stampa ha affermato che quest´anno anche per la scuola di II grado non si potranno superare i 50 giorni di assenza. Ma questi 50 giorni di assenza come sono calcolati, rappresentano ¼ dei 200 giorni di lezione previsti per la validità dell´anno scolastico? Non dovrebbe considerarsi il monte ore annuale complessivo?

L´art. 14, comma 7 del DPR 122/2009 prevede: "A decorrere dall´anno scolastico di entrata in vigore della riforma della scuola secondaria di secondo grado, ai fini della validità dell´anno scolastico, compreso quello relativo all´ultimo anno di corso, per procedere alla valutazione finale di ciascuno studente, è richiesta la frequenza di almeno tre quarti dell´orario annuale personalizzato. Le istituzioni scolastiche possono stabilire, per casi eccezionali, analogamente a quanto previsto per il primo ciclo, motivate e straordinarie deroghe al suddetto limite. Tale deroga è prevista per assenze documentate e continuative, a condizione, comunque, che tali assenze non pregiudichino, a giudizio del consiglio di classe, la possibilità di procedere alla valutazione degli alunni interessati. Il mancato conseguimento del limite minimo di frequenza, comprensivo delle deroghe riconosciute, comporta l´esclusione dallo scrutinio finale e la non ammissione alla classe successiva o all´esame finale di ciclo".
Pertanto la norma parla di "frequenza di almeno tre quarti dell´orario annuale personalizzato"; essa cioè stabilisce che per riconoscere la validità dell´anno scolastico è richiesta la frequenza di almeno tre/quarti del monte-ore annuale, comprensivo di tutte le attività didattiche, anche opzionali che rientrano nel curricolo individuale di ciascuno studente. Quindi occorre calcolare i tre/quarti delle ore settimanali previste dai diversi corsi di studio e moltiplicare la cifra per 33 settimane. Chi non raggiunge tale soglia, senza beneficiare di deroghe, non va ammesso allo scrutinio finale.
Parlare di 50 giorni di assenza, superati i quali si è bocciati, si ritiene sia una semplificazione giornalistica che in quanto tale, rebus sic stantibus, non può certo assurgere a precetto normativo.
Si osserva comunque che qualora le assenze superino i 50 giorni, facilmente viene superata anche la soglia richiesta per la validità dell´orario annuale personalizzato.
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?plug=faq&idcat=88&area=faq&id=1043



*****

* Il sito con la registrazione dell'assembela nazionale del 28 settembre:

http://webtv.aethra.net/MEDIASITE/Viewer/?peid=6758bd2ed2254dda92c120cd36cc4fc5

Assemblee web: grande successo e lezioni interrotte in molte scuole
(Comunicato stampa)
Centinaia di scuole in tutta Italia, decine di migliaia di docenti e una pioggia di e-mail

Centinaia di scuole in tutta Italia, decine di migliaia di docenti e una pioggia di e-mail: ecco i numeri che testimoniano il successo delle assemblee promosse oggi dalla Gilda degli Insegnanti e svoltesi in diretta web.

Scatti di anzianità, sovraffollamento delle classi, tagli degli organici, tempo pieno e compresenze sono alcuni degli argomenti sollevati dai docenti negli interventi arrivati via e-mail all´assemblea che si è tenuta al Centro congressi Frentani di Roma.

"Stiamo assistendo a una vergognosa propaganda da parte del Governo - ha detto il coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, Rino Di Meglio - con ministri impegnati in una campagna denigratoria nei confronti dei docenti, definiti parassiti e fannulloni".

Nel suo intervento Di Meglio ha sottolineato i gravi disagi provocati nella scuola primaria dal ritorno del cosiddetto maestro unico che "con i tagli agli organici ha generato, invece, una moltiplicazione degli insegnanti, impone orari assurdi, rende impossibile sostituire i colleghi assenti per malattia e riduce i docenti al ruolo di baby sitter in classi-pollaio dove gli alunni vengono smistati come pacchi postali".

Parlando dei precari, Di Meglio li ha definiti "vittime di un olocausto", ricordando che la scure del Governo falcidia 130mila posti in tre anni.

In merito al blocco degli scatti di anzianità, il coordinatore nazionale ha ribadito la "grave ingiustizia perpetrata ai danni degli insegnanti che subiscono non solo il blocco dei contratti, ma anche delle progressioni economiche. Noi - ha chiarito il leader della Gilda - non accetteremo il gioco delle tre carte annunciato dal ministro Gelmini che intende dirottare sul merito le risorse finora destinate agli scatti di anzianità e il compenso accessorio (Rpd). Si tratta di somme stabilite dal contratto di lavoro e che ci appartengono, ecco perché dobbiamo mobilitarci al massimo per salvaguardare gli scatti e la nostra dignità professionale".

Roma, 28 settembre 2010
Ufficio stampa Gilda degli insegnanti
http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=0&plug=motore&area=news&id=1051


* Rinuncia ad incarichi ed esclusione dagli elenchi prioritari: il Miur chiarisce

Nota ministeriale 8709 del 28 settembre 2010
Con nota ninisteriale il MIUR chiarisce che:
- l´esclusione dalle Graduatorie prioritarie riguarda solo coloro che abbiano rinunciato ad una proposta di supplenza ad orario intero al 30 giugno o al 31 agosto in base allo scorrimento delle Graduatorie ad Esaurimento o delle Graduatorie di Circolo e di Istituto;
- le rinunce effettuate dagli aspiranti per supplenze conferite dalle graduatorie d´istituto ad orario intero ma per periodi inferiori non danno luogo all´esclusione dagli elenchi prioritari.
http://www.dirittoscolastico.it/nota_prot_8709_del_28-09-10.html
L'articolo di Orizzonte scuola: http://www.orizzontescuola.it/node/11749


* Premi ai 100 e lode

Miur Circolare n. 83 del 28 settembre 2010
Oggetto: Assegnazione risorse finanziarie da destinare alle istituzioni scolastiche di istruzione secondaria statali e paritarie per gli studenti che hanno conseguito il diploma nell'anno scolastico 2009/2010 con la votazione di 100 e l'attribuzione della lode.
http://www.istruzione.it/web/istruzione/cm83_10


* Nuove norme in materia di disturbi specifici d’apprendimento in ambito scolastico

E’ stata approvata dal Senato, mercoledì 29 settembre 2010, la legge che riconosce e definisce alcuni disturbi specifici di apprendimento (DSA) in ambito scolastico quali dislessia, disgrafia, disortografia e discalculia.
http://disabilita.istruzioneveneto.it/wp/nuove-norme-in-materia-di-disturbi-specifici-dapprendimento-in-ambito-scolastico.html


* Elenchi prioritari, le domande fino al 4 ottobre

Le istanze per l'inserimento negli elenchi prioritari ai sensi dei decreti n. 68 e n. 80 del 2010 potranno essere inoltre fino a giorno 4 ottobre compreso. Lo ha comunicato Il Miur con la nota prot. n. 8861 del 30 settembre 2010.
Per far fronte alle complesse e articolate operazioni di avvio del nuovo anno scolastico che le scuole devono porre in essere, al fine di consentire un ordinato svolgimento delle attività di ricezione delle istanze per l'inserimento negli elenchi prioritari, il Miur ha prolungato la data di scadenza fino a giorno 4 ottobre compreso.
http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=29843&action=view


* Formazione iniziale degli insegnanti.

Cosa accadrà nella fase transitoria. Gli approfondimenti della FlcCgil:
http://www.flcgil.it/notizie/news/2010/settembre/formazione_iniziale_degli_insegnanti_cosa_accadra_nella_fase_transitoria


* Non si possono cancellare le compresenze programmate per fare le supplenze

Una sentenza del tribunale di Firenze pubblicata dalla FlcCgil


* Vale ancora il cartaceo per alcuni certificati di malattia

Un artiolo di Tecnica della scuola: http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=29839&action=view
La Circolare 2/2010 del dipartimento dell'innovazione: http://www.innovazionepa.gov.it/media/586708/circolare_n2_2010.pdf


* "Il giro d'iTAGLIa"

L'Associazione Genitori Verona (A.Ge.), il Coordinamento Genitori Democratici Verona (C.G.D.), Genitori e Scuola (Ge.S.) e Retescuole Verona hanno organizzato per domenica 3 ottobre una bicilcettata e varie iniziative per manifestare contro i tagli alla scuola pubblica.
Il manifesto: http://www.gildaverona.org/allegati/2010locandina-GIRO%20DI%20TAGLIA.pdf
e i percorsi: http://www.gildaverona.org/allegati/2010bicibus.pdf


* Il conferimento di un incarico annuale determina autonomamente il venir meno dello stato di disoccupazione.

"Il caso riguarda un invalido civile iscritto negli elenchi speciali di cui all’art. 8 della legge 12 marzo 1999 n. 68, al quale era stata negata la riserva di posti quale invalido civile (N) in quanto, alla data di presentazione della domanda, occupato con contratto a termine annuale.
Il Consiglio di Stato, confermando la sentenza del TAR, ha rigettato l’appello del ricorrente confermando che lo status di disoccupato viene meno anche se il contratto a termine prevede una retribuzione complessivamente inferiore al limite reddituale previsto dalla lettera a) dell’art. 4 del D.Lgs. 181/2000. ( Avv. Pietro Siviglia)" La sentenza completa sul sito dirittiscolastico.it:
http://www.dirittoscolastico.it/consiglio_di_stato_-_sentenza_n_2953-2010.html


* Aule sovraffollate e sicurezza

Una raccolta di normativa e sentenze a cura di dirittoscolastico.it: http://www.dirittoscolastico.it/sicurezza_a_scuola.html


* Precari - Tirocinio

“Il Tirocinio nel nuovo modello di formazione iniziale degli insegnanti” Giovedì 7 ottobre 2010 dalle 9.30 alle 14.00 presso il Liceo Scientifico Galilei – locandina - L’evento organizzato da soggetto qualificato per la formazione degli insegnanti dà diritto all’esonero dal servizio per dirigenti e docenti della scuola presenti: http://lnx.istruzioneverona.it/uspvr/?p=6001


* Precari: convocazioni

- docenti secondaria di II grado. 4 e 6 ottobre 2010. Il calendario: http://lnx.istruzioneverona.it/uspvr/?p=5992
- personale educativo. 6 ottobre 2010. La convocazione: http://lnx.istruzioneverona.it/uspvr/?p=5985
- docenti scuola primaria. Convocazione del 4 ottobre: http://lnx.istruzioneverona.it/uspvr/?p=5974


* Calcolo delle risorse finanziarie (Budget M.O.F.) a.s. 2010/2011

File excel per il calcolo delle  risorse finanziarie  (Budget  M.O.F.) a.s. 2010/2011 e per la verifica dell’assegnazione dei finanziamenti comunicati dal MIUR con nota prot. n° 9245 del 21/09/2010, con il calcolo della variazione da effettuare al Programma Annuale 2010 sui 4/12 mi dei finanziamenti erogati (A cura di Pino Durante – vers. 1b): http://www.pinodurantescuola.com/?p=8172


* Infortunio sul lavoro. Va risarcita anche la famiglia – Cassazione, Sentenza 19517/2010

Il lavoratore che, in seguito ad un incidente sul lavoro, si infortuna gravemente ha diritto di chiedere ed ottenere un cospicuo risarcimento per sé e per tutta la famiglia. E’ quanto stabilisce la recente sentenza della Cassazione secondo la quale non si può non tenere conto del fatto che danni di questo genere provocano uno sconvolgimento delle abitudini di vita che si ripercuote su tutta la sfera familiare.
Commento e sentenza sul sito di Pino Durante: http://www.pinodurantescuola.com/?p=8160


* Frullato superiori: il Consiglio di Stato rimette in discussione i tagli alle ore

Come previsto il frullato superiori sta creando problemi a raffica.
Il TAR Lazio aveva accolto quest'estate un ricorso dello Snals contro il taglio delle ore nei tecnici e nei professionali (nelle classi dalla seconda alla quarta).
Il Miur aveva subito chiesto al Consiglio di Stato di sospendere l'esecuzione della sentenza in attesa della decisione del ricorso. Il Consiglio di Stato ha però respinto la richiesta del Miur, per cui la sentenza dovrebbe essere eseguita subito.
Come ci hanno insegnato le folli vicende legate alle code delle graduatorie permanenti la situazione non è però così semplice, soprattutto viste le cifre in gioco.
Vi terremo informati.
L'articolo di Repubblica sull'argomento e il comunicato stampa dello snals con il testo dell'ordinanza del Consiglio di Stato:
http://www.snals.it/page.asp?Doc=com_300910.htm&Classe=CollUn&Articolo=1&Tab=3



Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009


I materiali che rendo disponibili in rete, salvo diversa indicazione, si intendono pubblicati con licenza Creative commons per i testi e LGPL per il software (qui trovate una traduzione italiana non ufficiale)

Creative Commons License
This opera by Flavio Filini is licensed under a Creative Commons Attribuzione 2.5 Italia License.