Attenzione, sindacalista cattivo
(Grazie a Rossella per il disegno ...)
La pagina principale del sito






Archivio Giugno 2010




(27 giugno 2010)



* Il TG della Federazione Gilda-Unams del 25 giugno 2010

Si parla di azioni di protesta contro la manovra e di soprannumerari,  (Il link alla pagina originale del sito FGU)


*  Scatti anzianità. Gilda: primo impegno strappato a Tremonti


COMUNICATO STAMPA

“Apprezziamo la disponibilità dimostrata dal ministro Tremonti a trattare sull’utilizzo del 30% dei risparmi derivanti dai tagli per non abolire gli scatti di anzianità per i docenti”. Così il coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, Rino Di Meglio, commenta l’apertura del ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, intervenuto alla riunione dei responsabili regionali di FGU, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals-Confsal, che si è svolta all’Auditorium di via Rieti.

“Le dichiarazioni di Tremonti, il quale ha ammesso che la manovra correttiva del Governo colpisce due volte la scuola, – afferma Di Meglio – rappresentano un primo impegno. Nei prossimi giorni verificheremo se si riuscirà realmente a raggiungere l’obiettivo di rendere giustizia agli insegnanti italiani, cancellando questa norma iniqua che blocca non solo i contratti, ma anche le progressioni di carriera”.

Questa mattina, intanto, si è riunita la direzione nazionale della Gilda degli Insegnanti che, all’unanimità, ha votato una serie di iniziative da mettere in campo durante il prossimo anno scolastico. Tra le azioni di protesta stabilite dalla Gilda, il boicottaggio di tutte le attività non obbligatorie, a partire dall’organizzazione delle gite e dei viaggi di istruzione.

Roma, 24 giugno 2010
Ufficio stampa Gilda Insegnanti

Un articolo di Tecnica della scuola


* Lettera ai Deputati e Senatori del Veneto - Fatevi sentire

Riprendiamo una lettera del coordinatore della Gilda di Vicenza che invitiamo a copiare (o modificare) e inviare a deputati e senatori del Veneto, almeno a quelli che avete o avreste votato. Comunicateci le vostre iniziative, le diffonderemo ai colleghi.
Ecco l'elenco dei deputati eletti nella circoscrizione Veneto I con il link alla pagina con gli indirizzi di posta ed eventualmente del sito personale  (http://www.camera.it/313):
ASCIERTO Filippo POPOLO DELLA LIBERTA'
BELLOTTI Luca POPOLO DELLA LIBERTA'
BITONCI Massimo LEGA NORD PADANIA
BORGHESI Antonio ITALIA DEI VALORI
BRAGANTINI Matteo LEGA NORD PADANIA
BRANCHER Aldo POPOLO DELLA LIBERTA'
CALEARO CIMAN Massimo MISTO - ALLEANZA PER L'ITALIA
CONTE Giorgio POPOLO DELLA LIBERTA'
DAL LAGO Manuela LEGA NORD PADANIA
DAL MORO Gian Pietro PARTITO DEMOCRATICO
DE LUCA Francesco POPOLO DELLA LIBERTA'
DE POLI Antonio UNIONE DI CENTRO
FOGLIARDI Giampaolo PARTITO DEMOCRATICO
GHEDINI Niccolo' POPOLO DELLA LIBERTA'
GIORGETTI Alberto POPOLO DELLA LIBERTA'
GOISIS Paola LEGA NORD PADANIA
LANZARIN Manuela LEGA NORD PADANIA
MARTINI Francesca LEGA NORD PADANIA
MILANATO Lorena POPOLO DELLA LIBERTA'
MIOTTO Anna Margherita PARTITO DEMOCRATICO
MISTRELLO DESTRO Giustina POPOLO DELLA LIBERTA'
MOGHERINI REBESANI Federica PARTITO DEMOCRATICO
MONTAGNOLI Alessandro LEGA NORD PADANIA
MUNERATO Emanuela LEGA NORD PADANIA
NACCARATO Alessandro PARTITO DEMOCRATICO
NEGRO Giovanna LEGA NORD PADANIA
RAO Roberto UNIONE DI CENTRO
SBROLLINI Daniela PARTITO DEMOCRATICO
STEFANI Stefano LEGA NORD PADANIA
TESTA Federico PARTITO DEMOCRATICO

e quello dei Senatori (con il link alla scheda personale sul sito del Senato)


* CALENDARIO SCOLASTICO NAZIONALE PER L’ANNO 2010/2011

    Art. 1 – La prova scritta, a carattere nazionale, nell’ambito dell’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione si svolge, per l’anno scolastico 2010/2011, per l’intero territorio nazionale ed in sessione ordinaria il giorno 20 giugno 2011, con inizio alle ore 8.30; in prima e seconda sessione suppletiva potrà essere espletata il giorno 27 giugno 2011 ed il giorno 2 settembre 2011, con inizio alle ore 8.30.
    Art. 2 – L’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione per gli studenti iscritti e frequentanti i Centri per l’istruzione degli adulti (Centri Territoriali Permanenti) può essere effettuato in un’unica sessione speciale, nel mese di gennaio 2011, in data da definirsi dal Ministero. Le istituzioni scolastiche interessate dovranno informarne gli Uffici scolastici regionali e gli Uffici scolastici delle province autonome i quali avranno cura di chiedere, al Ministero ed all’INVALSI, il testo della prova scritta a carattere nazionale.
    Art. 3 – L’esame di Stato conclusivo dei corsi di studio di istruzione secondaria di secondo grado per l’anno scolastico 2010/2011 ha inizio, per l’intero territorio nazionale, con la prima prova scritta, il giorno 22 giugno 2011, alle ore 8.30.
La prima prova scritta suppletiva verrà svolta il giorno 6 luglio 2011, alle ore 8.30.
    Art. 4 – Sessioni speciali di esami di qualifica professionale e di licenza di maestro d’arte possono essere effettuate anche nel corso dell’anno scolastico. Ciò al fine di venire incontro, nella misura più ampia e partecipata, alle esigenze di coloro che, in età adulta, intendano conseguire i rispettivi titoli di studio. L’individuazione delle date nelle quali tenere tali sessioni di esami è rimessa alle determinazioni organizzative delle singole istituzioni scolastiche, statali e paritarie. Ciascuna Istituzione scolastica può effettuare una sola sessione speciale di esami per l’anno scolastico.
    Art. 5 – Il calendario delle festività, in conformità alle disposizioni vigenti, relative all’anno scolastico 2010/2011, è il seguente:
    tutte le domeniche;
    il 1° novembre, festa di tutti i Santi;
    l’8 dicembre, Immacolata Concezione;
    il 25 dicembre Natale;
    il 26 dicembre (domenica);
    il 1° gennaio, Capodanno;
    il 6 gennaio Epifania;
    il 25 aprile lunedì dopo Pasqua/ Anniversario della Liberazione;
    il 1° maggio, festa del Lavoro (domenica);
    il 2 giugno, festa nazionale della Repubblica;
    la festa del Santo Patrono.

 e quello della Regione Veneto
Con deliberazione n. 1096 del 23/03/2010, la Giunta regionale ha approvato il calendario scolastico 2010-2011.
A) Scuole del primo e del secondo ciclo d’istruzione
Inizio attività didattica: 13 settembre 2010 (lunedì)
Festività obbligatorie: come nazionale
Vacanze scolastiche
    *      da domenica 5 dicembre a mercoledì 8 dicembre 2010 (ponte dell’Immacolata Concezione)
    *      da venerdì 24 dicembre 2010 a domenica 9 gennaio 2011 compresi (vacanze natalizie)
    *      da domenica 6 a mercoledì 9 marzo 2011 compresi (carnevale e mercoledì delle Ceneri); in caso di specifiche tradizioni popolari locali, la sospensione dell’attività didattica potrà essere collocata in giorni diversi, previo accordo con gli enti erogatori dei servizi
    *      da giovedì 21 a martedì 26 aprile 2011 compresi (vacanze pasquali)

Fine attività didattica: 9 giugno 2011 (giovedì)

B) Scuole dell’infanzia
Inizio attività didattica: 13 settembre 2011 (lunedì)
Festività obbligatorie: secondo quanto sopra indicato
Vacanze scolastiche: secondo quanto sopra indicato
Fine attività didattica: 30 giugno 2011 (giovedì)

La pagina della Tecnica della scuola con i calendari della altre regioni


* Mobilità 2010/2011

Nota Miur del 25 giugno
Oggetto: Funzioni organico di diritto e mobilità scuola secondaria di II grado. a.s. 2010/2011
Si fa riferimento alla nota del 18.6.2010, prot. n. AOODGPER 6047, con la quale è stato disposto, relativamente al personale della scuola secondaria di secondo grado, l’articolazione delle date concernenti i termini di acquisizione delle disponibilità e, conseguentemente, di pubblicazione dei movimenti fissati nell’O.M. n. 19 del 19 febbraio 2010 e nella nota n. AOODGPER 5713 del 9 giugno 2010, e si comunica che, in relazione alle numerose richieste pervenute, la data concernente i termini di acquisizione delle disponibilità, è rideterminata improrogabilmente al 3 luglio 2010
[...]

Un articolo di Tecnica della scuola sulla sentenza del Tar del Lazio che mette a rischio i tempi dei trasferimenti. La causa? Il solito frullato pasticciato delle superiori.
Il testo della sentenza sospensiva (a cura della Gilda di Venezia)

Sul frullato superiori anche le osservazioni della FlcCgil sui docenti di cucina negli alberghieri


* Citare l'Europa solo quando serve

Secondo una dichiarazione del Governo i tagli servono per allineare il rapporto alunni/insegnanti alle medie europee. Gli stipendi no?
Un articolo di tecnica della scuola

La scuola del futuro ... in Brasile (di Piero Monpurgo). Gli impegni per il futuro: elezione dei dirigenti, spesa al 10% del PIL, etc etc. leggere per credere.
In senso contrario Brescia che sperimenta maggiori fondi alle scuole in base ai risultati (da la Stampa.it)


* Noi stiamo con la scuola pubblica

I video delle proteste su Youtube (dalla Gilda Venezia)


* Quando gli economisti si complicano la vita

Le determinanti della mobilità degli insegnanti italiani: evidenze da un panel (The determinants of teachers’ mobility. Evidence from a panel of Italian teachers)
Uno studio di ben 48 pagine di tre abili economisti pubblicato da Bana d'Italia dimostra con cifre e statistiche bene elaborate che, udite, udite, la maggioranza degli insegnanti italiani non soprannumerari chiedono di spostarsi per avvicinarsi ai luoghi d'origine o per andare in scuole migliori.
Ci avreste mai pensato?
Per i curiosi: nella ricerca trovate diverse interessanti statistiche sugli insegnanti (in inglese).


* INPS, richiesta e controllo pensione on-line

La pagina dell'INPS
Come chiedere il PIN dell'inps


(23 giugno 2010)


*  Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie: proseguono gli incontri al MIUR.

La relazione Gilda sugli incontri del 20 e 21 giugno.
Il prossimo incontro il 30 giugno


* Precari: : audizione al Senato sul Regolamento sulla formazione dei docenti

La relazione della Gilda nazionale.
e quella della Cgil


* Mobilità 2010-2011: nuovi termini di scadenza per il personale educativo.

Con la nota prot. n. 6079 del 21 giugno 2010 il MIUR  ha modificato relativamente al personale educativo lle date concernenti i termini di acquisizione delle disponibilità e, conseguentemente, di pubblicazione dei movimenti:
- la data ultima per la comunicazione delle domande al SIDI è prorogata al 28 giugno 2010;
- la pubblicazione dei movimenti è fissata al 12 luglio 2010.


* Aree a rischio e forte processo immigratorio: firmato il CCNI

Dopo la sottoscrizione della preintesa, nella giornata di ieri, martedì 22 giugno, è stata firmata al MIUR l'"Ipotesi di CCNI" per l'a.s. 2010-11 sulle materie previste dall'art. 9 del CCNL.
Potranno essere adesso avviate le contrattazioni integrative regionali che dovranno concludersi entro il prossimo mese di luglio.


* Alunni disabili e ore di sostegno

Anche grazie alle battaglie del nostro sindacato, la recente giurisprudenza ha confermato il diritto alla piena assegnazione delle ore di sostegno a favore degli alunni disabili.
Sul sito della FGU informazioni e modulistica



* Disturbo da deficit di attenzione ed iperattività (ADHD) protocollo operativo

Indicazioni pratiche  e documentazione per i docenti (dal sito dell'USR) e da quello dell'Istituto Superiore di Sanità



* Trattamento economico di missione dei dipendenti statali

Non si utilizza più il mezzo proprio, ma non è nemmeno il caso di andare in bicicletta, se vi infortunate di solito non riconoscono la causa di servizio ...
Nota DG del 21 giugno 2010 pdf (dal sito dell'USR)


* Lo sciopero della FlcCgil il 25 giugno 2010, ma chi ha trovato questa data?

La pagina del sito della FlcCgil nazionale con le motivazioni dello sciopero.
Peccato che molti insegnanti siano in servizio per gli esami di stato (soggetti quindi a limitazioni del diritto di sciopero, quelle a suo tempo concordate dai sindacati confederali) e che dello sciopero degli altri (ad esclusione delle maestre delle scuole dell'infanzia) non interessi assolutamente a nessuno visto che le scuole sono chiuse.


* Ritardata assunzione in servizio

Secondo il TAR Lombardia non sussiste il diritto alla retrodatazione della decorrenza economica del rapporto.
Il rimedio potrebbe essere un ricorso al giudice del lavoro per danno patrimoniale.
La snetenza e un commento su dirittoscolastico.it
TAR Lombardia - Sentenza n. 1860-2010


* Inpdap: nuove regole per prestiti e mutui

In vigore dal 1° luglio 2010 i nuovi Regolamenti per la concessione di piccoli prestiti, prestiti pluriennali e mutui ipotecari ai dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria autonoma della prestazioni creditizie e sociali.
Sarà possibile richiedere piccoli prestiti fino a sei mensilità senza documentazione di spesa, prestiti pluriennali diretti di durata quinquennale o decennale per documentate necessità e mutui ipotecari per acquisto prima casa.
Gli aggiornamenti sul sito dell'Inpdap


* Ore da sessanta minuti. La norma che non c’è

Un articolo di Tuttoscuola conferma che nemmeno nella versione finale die regolamenti ci sono modifiche alle norme in vigore fino ad oggi.


(19 giugno 2010)



* Manovra, quanto ci costi!

I calcoli della Gilda nazionale su quanto pesa per i docenti il blocco degli scatti di anzianità.
Per chi  non ci avesse fatto caso, è bene ricordare che le risorse per la progressione di carriera (gradoni) sono incluse nella contrattazione nazionale e quando si formano i contratti se leggete che gli aumenti medi sono di tot euro a testa, sono comprensivi degli scatti di anzianità.


* I video della manifestazione (quasi) unitaria  del 15 giugno

IL SERVIZIO DEL TG3
GLI INTERVENTI DEI SEGRETARI NAZIONALI



* Il TG della Federazione Gilda-Unams dell'18 giugno 2010

Si parla della manifestazione del 15 giugno, del sondaggio di Tuttoscuola sulla manovra (Il link alla pagina originale del sito FGU)


* Mobilità e organici 2010-2011: rideterminati i termini di scadenza per la scuola secondaria di II grado.

Con nota prot. n. 6047 del 18 giugno, il MIUR ha rideterminato relativamente alla secondaria di II grado le date concernenti i termini di acquisizione delle disponibilità e, conseguentemente, di pubblicazione dei movimenti:
- la data ultima per la definizione degli organici docenti del II grado e per l'inserimento dei dati è prorogata al 30 giugno 2010;
- la pubblicazione dei movimenti è fissata al 19 luglio 2010

Il 16 giugno si è tenuto l'incontro all'Ufficio XII (ex USP) di informativa sugli orgianici.
In realtà le informazioni sono state poche perché il frullato delle superiori sta creando problemi facilmente prevedibili per chiunque si occupi seriamente di scuola ma evidentemente non dai vertici ministeriali.
Le classi autorizzate alle superiori per il prossimo anno sono all'incirca le stesse dello scorso anno (1.400) ma la riduzione dei posti (160) è determinata dalla diminuzione delle ore di lezione.
Ricordate che i tagli quest'anno riguarderanno anche l'organico di fatto, per cui non ci saranno recuperi di posti rispetto all'organico di diritto.
Non sono ancora chiari nemmeno i dati sull'organico del Liceo musicale.

Scuole medie: durante l'incontro è emerso che il sistema ha predisposto cattedre di 19 ore o più ore e l'Aministrazione non ha chiarito le motivazioni. Ricordate che non siete tenuti ad accettare cattedre superiori alle 18 ore contrattuali, in caso di dubbi contattate il sindacato.
Abbiamo comunque chiesto che le operazioni di gestione delle cattedre siano condotte con la massima trasparenza.

Scuola primaria: sono emersi alcuni problemi nei trasferimenti dovuti in parte ad errori del sistema.

Precari: ricordiamo ai colleghi inseriti nelle graduatorie delle scuole di Vigasio e Mozzecane coinvolte nel dimensionamento, che sarà loro richiesto di esprimere l'opzione per uno dei due nuovi IC.


* Docenti a tempo determinato: proroga contratti

Con la nota prot. n. 5986 del 17 giugno 2010  il MIUR conferma la validità delle istruzioni già impartite negli anni scorsi con le note 14187/07, 8556/09 e 9038/09 in merito alle proroghe dei contratti di supplenza sia al personale docente per la partecipazione agli scrutini ed agli Esami di Stato sia al personale ATA.


* Riforma del secondo ciclo: pubblicati in Gazzetta Ufficiale i tre Regolamenti


Sono stati pubblicati nel Supplemento Ordinario n. 128 alla Gazzetta Ufficiale n. 137 del 15 giugno i tre Regolamenti di revisione e riordino dei licei e degli istituti tecnici e professionali.
    D.P.R. 15 marzo 2010, n. 87 ("norme per il riordino degli istituti professionali"); 
    D.P.R. 15 marzo 2010, n. 88, ("norme per il riordino degli istituti tecnici");
    D.P.R. 15 marzo 2010, n. 89, ("revisione dell'assetto ordinamentale, organizzativo e didattico dei licei").
I regolamenti sono entrati in vigore mercoledì 16 giugno 2010.
Il testo sul sito nazionale della Gilda


* Aree a rischio e forte processo immigratorio

Sottoscritta la preintesa per l'a.s. 2010-2011.



* Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie: iniziati gli incontri al MIUR.


Venerdì 17 giugno, sono iniziati gli incontri preordinati alla stipula del CCNI concernente le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie relative al prossimo anno scolastico. La conclusione degli incontri già calendarizzati è prevista per il prossimo 6 luglio.

La ns. delegazione ha sottolineato, in vista nel notevole esubero previsto per il prossimo anno scolastico, l'esigenza della corretta applicazione del CCNI laddove, in presenza di docenti in eccedenza, e dopo la totale copertura dei posti disponibili a livello regionale, ci siano docenti che richiedano l' utilizzo nella scuola di precedente titolarità dove, in particolare nella Secondaria di II Grado, possono prestar servizio per l' approfondimento nell' istituto di titolarità.
Si è concordato di prevedere una clausola di salvaguardia per la gestione dell' esubero delle Superiori, i cui dati saranno noti in data successiva alla prevedibile conclusione del CCNI.

Poichè si è accennato anche alle operazioni relative all' organico di fatto, la ns. delegazione ha ribadito la necessità di rispettare il numero di alunni per classe con i vecchi parametri (DM 331/98) nelle scuole che non sono a norma ed ha rappresentato l'inderogabilità della previsione nell' apposita CM dell' insegnamento alternativo alla Religione che va previsto in organico di fatto fra le disponibilità ed assegnato come le ore collaterali d' insegnamento. Il prossimo incontro è in programma per lunedì 21.

A latere del suddetto incontro ci è stato comunicato che il MIUR ha rappresentato l'esigenza al MEF di effettuare 20.000 immissioni in ruolo di docenti e 6.000 ATA.
La relazione completa sul sito nazionale Gilda



* Grazie brunetta! Le scuole devono pagare le visite fiscali

Ecco come fare le norme senza pensare ai costi.
Il ministro brunetta tuona contro i dipendenti assenteisti e impone visite fscali a pioggia, ma chi paga?
Dopo le proteste dei sindacati il governo ha addossato il costo alle ASL alla faccia del federalismo. La sanità è di competenza regionale e
le Regioni non hanno soldi per sostenere le sparate del ministro.
Il ricorso alla Corte Costituzionale (di cui abbiano dato notizia nei giorni scorsi) ha confermato la tesi delle Regioni, per cui si torna all'inizio, le visite le pagano le scuole. Con quali soldi?
In proposito un articolo di Tecnica della scuola e un'altra analisi sullo stato dei conti delle scuole



* Esami di stato

I ciclo:
C.M. n. 51 dell'11 giugno 2010 - esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione - diplomi e relativi certificati.
Prot. n. 2272 del 17 giugno 2010 - Esami di Stato conclusivi del primo ciclo - Scuole secondarie di primo grado statali e paritarie.
Griglia di correzione prova nazionale (dal sito USR)

Secondaria II grado:
Prot. n. 4525 del 15 giugno 2010 - Moduli di diploma esami di Stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria di 2° grado – a. s. 2009/2010


* Concorso Dirigenti Tecnici

Un concorso a ostacoli:
"Oggetto: [...] Si comunica che la pubblicazione dell’avviso con la conferma delle date e l’indicazione delle sedi, nell’ambito del comune di Roma, presso le quali i candidati dovranno presentarsi, muniti di idoneo documento di riconoscimento, per espletare le prove scritte, è rinviata alla Gazzetta Ufficiale - 4^ Serie speciale – “Concorsi ed esami”, del 30 luglio 2010."



* Pers. ATA – Graduatorie permanenti provvisorie

Pubblicate il 16 giugno sul sito dell'Uffi XII, le graduatorie permanenti provvisorie  del Personale ATA – a.s. 2009/10 – relative ai profili professionali di assistente amministrativo, assistente tecnico, infermiere, collaboratore  scolastico ed addetto all’azienda agraria.


* Precari

Anche la Commissione Europea sostiene la tesi a tutela dei precari. Il parere in una risposta all'interrogazione di Rita Borsellino al Parlamento Europeo. (Orizzonte scuola)


(15 giugno 2010)



* Mobilità dirigenti scolastici


Le sedi che risultano disponibili
DIREZIONE DIDATTICA PESCANTINA
ISTITUTO COMPRENSIVO "L. DA VINCI" BUSSOLENGO
ISTITUTO COMPRENSIVO CEREA
ISTITUTO COMPRENSIVO DOLCE'-PERI
ISTITUTO COMPRENSIVO N. 12 "GOLOSINE"VERONA
ISTITUTO COMPRENSIVO N. 7 VERONA
ISTITUTO COMPRENSIVO N.10 BORGO ROMA EST VERONA
ISTITUTO COMPRENSIVO N.22  BUTTAPIETRA-VERONA
ISTITUTO COMPRENSIVO SALIZZOLE
ISTITUTO COMPRENSIVO MALCESINE
ISTITUTO COMPRENSIVO S.AMBROGIO DI VALPOLICELLA
I.T.C."LORGNA-PINDEMONTE" VERONA
I.P.A.A.T.A. di LEGNAGO
I.P.S.I.A. "FERMI" VERONA
I.P.S.S.A.R. "BERTI" VERONA
SCUOLA MEDIA STATALE "BONTURI-PIUBELLO" SAN BONIFACIO


* Organico secondaria II grado

Mancava qualche taglio ...
Posti interi che possono essere istituiti in organico di diritto: 2.544 (2009/2010); 2.420 (contingente 2010/2011) = -124
ore residue (per 18): 153 (2009/2010); 117 (2010/2011)= -36
La circolare completa


* Frullato superiori: incontro al Miur sul riordino degli Istituti tecnici e professionali:

Il resoconto completo sul sito nazionale Gilda dell'incontro del 10 giugno
Ecco alcuni punti.
I regolamenti verranno pubblicati il 16 giugno e diventeranno quindi norme attuative a pieno titolo;
Si è chiusa la fase di “coinvolgimento delle scuole e dei docenti” sulle bozze delle Linee Guida che si è aperta da 7 a al 28 maggio presso il sito Indire (solo 369 contributi !!)
Da luglio a settembre si apre la fase di costruzione dei contenuti dei quadri orari relativi alle opzioni nel Tecnici e nei Professionali. In settembre ci sarà a questo proposito un ulteriore incontro con le parti sociali.
Si è spiegata la filosofia delle Linee Guida che, a differenza delle Indicazioni Nazionali per i Licei che avrebbero caratteristiche a volte prescrittive, assumono il ruolo di “ orientamenti per le scuole impegnativi e non prescrittivi” (sic!).
Nei confronti dei Professionali resta aperto il problema dei rapporti con le Regioni e la creazione di curricola coerenti con le filiere produttive del territorio.
Poche sono le Regioni in grado di far partire in senso di sussidiarietà la riforma dei professionali. Per le altre Regioni, in mancanza da qui a settembre-ottobre di impegni precisi si provvederà ad un ruolo surrogatorio da parte dello Stato che continuerà a corrispondere diplomi di qualifica intermedia.

La posizione espressa dalla FGU è stata fortemente critica per i seguenti motivi:
- non è accettabile che una ulteriore documentazione e le nuove bozze sulle Linee Guida vengano rese note alle parti sociali il 10 di giugno di fronte all’imminente avvio della riforma imposto al 1 settembre 2010;
- si rileva che, di fronte ad una situazione caratterizzata da confusione, ritardi, incertezze interpretative della normativa, di fronte a imminenti provvedimenti inerenti le classi di concorso e l’organizzazione della docenza, la posizione della Gilda che chiedeva di rimandare di un anno l’avvio della riforma era giusta e ineccepibile. A differenza di altre organizzazione sindacali che premevano per l’avvio della riforma, avevamo previsto da tempo la situazione attuale di sbandamento che colpisce in particolare proprio l’Istruzione Tecnica e Professionale.
- Non si condivide l’accentuazione puntata sul tema delle competenze che sostiene tutto il documento. Si rileva ancora una volta che è difficile stabilire una definizione precisa di competenza da cui derivare una misurabilità delle competenze. Non a caso nel documento consegnato si prende atto di tale difficoltà e si rileva come siano più facilmente misurabili conoscenze e abilità anche in quadro europeo.
- Non si condivide la totale mancanza di prescrittività nelle Linee Guida che, a differenza delle Indicazioni Nazioni sui Licei, può aprire ambiti di eccessiva autonomia nei contenuti delle discipline, fatto stante che sarebbero, come esplicitato nella relazione introduttiva, orientamenti impegnativi, ma non prescrittivi (la frase appare sibillina..). Gilda ribadisce che anche i Tecnici e i Professionali devono essere garantiti livelli di apprendimento di base omogenei per i saperi essenziali, senza nulla togliere la libertà di insegnamento e l’autonomia progettuale delle scuole.
- L’approccio diverso con i Licei determina inoltre una oggettiva difficoltà nel definire linee generali comuni per consentire l’espletamento dell’obbligo scolastico a 16 anni con livelli se non omogenei abbastanza coerenti tra di loro. Appare difficile consentire la permeabilità tra licei-tecnici e professionali e all’interno degli stessi indirizzi
- Si considera grave che al mese di giugno 2010 non si sappiano ancora i quadri relativi alle opzioni e quindi agli indirizzi effettivamente attivabili nel triennio dei tecnici e professionali. Di fatto chi si è iscritto nella classe prima (molti gli iscritti “con riserva” nei professionali) non sa come sarà strutturata l’offerta formativa nel corso del quinquennio.
- Si tace sugli effetti devastanti che sta avendo il provvedimento di riduzione coattiva delle ore nella classi seconde, terze e quarte dei tecnici e delle seconde e terze dei professionali.
- Non si condivide il continuo rimando alla didattica laboratoriale che rischia di diventare una metodologia di insegnamento prescrittiva ledendo così la libertà di insegnamento. Si contesta inoltre l’astrattezza dei rimandi alla stessa metodologia didattica di fronte alla manovra finanziaria in atto che determina un aumento degli allievi per classe, la riduzione delle ore di laboratorio, il taglio degli ITP.
- In generale i documento presentati non intendono fare i conti con la realtà della scuola vera e con i suoi problemi.

La FGU si è riservata di presentare nuove osservazioni sulle Linee Guida (nuova bozza) in tempi brevi al MIUR.

Nel frattempo sono da oggi on line sul sito ministeriale sul riordino del secondo ciclo le versioni non definitive delle linee guida per gli Istituti Tecnici e per gli Istituti Professionali.  Entro la fine di giugno sarà redatta la versione finale delle linee guida, da presentare al Ministro.

Lo speciale della Gilda Venezia con tutti i documenti


* Soprannumerari

Una guida a cura di Libero Tassella


* Graduatorie ad esaurimento: "pettine"

Consiglio di Stato - Parere del 21-04-10
Graduatorie ad esaurimento - inserimento a pettine - istanza cautelare - accoglimento.
Secondo il Consiglio di Stato è corretto l'accoglimento del provvedimento cautelare dell'inserimento in graduatoria (in attesa del provvedimento definitivo).
Commento e documento completo su dirittoscolastico.it


(9 giugno 2010)


* Il TG della Federazione Gilda-Unams dell'11 giugno 2010

Si parla della manifestazione del 15 giugno (Il link alla pagina originale del sito FGU)


* Mobilità scuola infanzia

Pubblicati i movimenti in data 11 giugno. La pagina del MIUR per controllare i trasferimenti
Lo speciale mobilità sul sito nazionale Gilda


* Quanto guadagnano i dirigenti del Miur?

PALUMBO CARMELA 158.527,02 Euro lordi annui. Con la manovra contribuirà con 4.279,05 Euro  (circa il 2,7% del lordo)
Se non avete problemi di ulcera potete consultare l'elenco completo degli stipendi dei dirigenti del Miur



* Università: Accesso corsi a numero programmato

La pagina del Miur


* Spostamenti dirigenti scolastici

La circolare dell'USR Veneto


* Proroghe dei contratti dei docenti per scrutini ed esami

Un riassunto della normativa a cura della FlcCgil di Verona


* Esame di Stato II ciclo 2009/10

Conferenze di servizio per i Presidenti di Commissione – Organizzazione del supporto tecnico e della vigilanza. La circolare dell'USR Veneto
L'indirizzo per Verona nella circolare dell'USR è errata, in proposito vedere anche la notizia dell'USP (ora Ufficio territoriale XII)
Lo speciale della Gilda Venezia


* Esame di Stato 2009/2010: rilevazione esiti finali – Scuole secondarie di II grado statali e paritarie.

La circolare Miur del 10 giugno


* Alunni diabetici, il trattamento a scuola cambia con la Regione

L'articolo di Tecnica della scuola


* Proposta dell'assessore veneto Sernagiotto: obbligo scolastico a 3 anni di età

L'articolo di Tecnica della scuola



* Manovra sulla scuola

- Parere negativo in audizione al Senato dal Presidente della Corte dei Conti. Il resoconto di Tecnica della scuola. Dopo tanti annunci sul merito si usano i soldi per coprire i debiti delle scuole: per chi aveva dubbi sul fatto che ci stessero prendendo in giro ...
- Proteste, col caldo i docenti di nuovo in mutande: l'articolo di Tecnica della scuola
- La manifestazione nazionale della Cgil del 12 giugno (a cui non siamo stati invitati) e le schede di lettura dei vari comparti
- Organici tempo pieno nel Lazio, una marcia indietro del Miur?
- L'analisi della Cisl sulla manovra
- La Uil fa due calcoli e trova danni alla scuola per 37 anni. Il documento con l'audizione al Senato e le proposte Uil
- Un panorama completo sul sito della Gilda Venezia



* Non facciamoci tagliare, rimaniamo uniti
Il motto che campeggia su questo sito (ripreso dalla manifestaziosne Gilda del 5 giugno) sembra purtroppi una idea della sola Gilda:
Alla manifestazione nazionale del 15 giugno non aderisce la Cgil, mentre a livello veronese esce un volantino sulla manifestazione a firma del solo snals e un breve comunicato stampa a firma e iniziativa di cisl, uil, snals.
Noi non desistiamo, anche i piccoli gesti sono importanti, in questi giorni stiamo spedendo nelle scuole un fax con il volantino unitario.
Ricordate ai colleghi chi effettivamente si adopera per l'unità dell'azione sindacale quando decidono di iscriversi a un sindacato.


* Organico personale ATA

La pagina del sito ANPA (aderente alla Federazione Gilda-Unams)
Lo schema del decreto (Tecnica della scuola). Tagli e licenziamenti, tanto per cambiare.
L'analisi della Cgil


* Organici secondaria II grado

Mercoledì 16 giugno l'incontro USP-sindacati dove speriamo di avere qualche informazione utile.


* Corte Costituzionale: le visite fiscali sui dipendenti pubblici non devono gravare sulle ASL

Un'altro problema per il ministro brunetta che spende soldi non suoi "ledendo l’autonomia finanziaria delle Regioni".
Corte Costituzionale, Sentenza 10 giugno 2010, n.207
La sentenza e un'analisi su Filodiritto.com


* Corte di Giustizia UE: calcolo anzianità contributiva in caso di part time verticale

"il principio del pro rata temporis non è applicabile alla determinazione della data di acquisizione del diritto alla pensione, in quanto questa dipende esclusivamente dall’anzianità contributiva maturata dal lavoratore. Questa anzianità corrisponde, infatti, alla durata effettiva del rapporto di lavoro e non alla quantità di lavoro fornita nel corso della relazione stessa. Il principio di non discriminazione tra lavoratori a tempo parziale e lavoratori a tempo pieno implica quindi che l’anzianità contributiva utile ai fini della determinazione della data di acquisizione del diritto alla pensione sia calcolata per il lavoratore a tempo parziale come se egli avesse occupato un posto a tempo pieno, prendendo integralmente in considerazione anche i periodi non lavorati".
(Corte di Giustizia CE, Sentenza 10 giugno 2010: Direttiva 97/81/CE)
La sentenza e un commento su Filodiritto.com


* Graduatorie ad esaurimento – diritto di accesso ai documenti

Consiglio di Stato - Sentenza n. 3155-2010
La sentenza e un'analisi a cura di Dirittoscolastico.it



* Le idee confuse degli addetti stampa di Zaia

Di seguito il comunicato apparso sul sito della Regione Veneto, buona lettura

Zaia inaugura la scuola primaria di Vedelago, Treviso - “quando si apre una scuola si chiude un carcere”

“Nel mondo della piccola e media impresa la formazione è un alleato strategico della crescita sociale dei nostri territori. E il federalismo rappresenta lo strumento per difendere e tutelare le nostre comunità”. Con queste parole il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, è intervenuto all’inaugurazione della scuola primaria di Vedelago, in provincia di Treviso.

“L’occupazione – ha aggiunto il presidente – è un obiettivo che si può raggiungere attraverso l’ausilio della famiglia e di un modello educativo che recuperi anche il valore della manualità”.
“Oggi la laurea costituisce un titolo di studio fondamentale – ha proseguito Zaia – ma non possiamo dimenticare l’importanza di valorizzare le diverse fasi dell’apprendistato che partono dall’insegnamento primario che si svolge in scuole come queste”.

“Una comunità che si raccoglie in piazza per inaugurare una scuola – ha concluso il presidente – sottolinea le proprie radici cristiane, che in questa Regione fanno parte dell’identità del popolo”.


(9 giugno 2010)



* Manovra: è mobilitazione dei lavoratori della scuola

COMUNICATO STAMPA
MANIFESTAZIONE NAZIONALE 15 giugno 2010 Roma - Teatro Quirino

Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal e Gilda Unams ritengono iniqua la manovra finanziaria nei confronti dei lavoratori della scuola, penalizzati da un doppio intervento: blocco del rinnovo del contratto e blocco degli incrementi retributivi previsti già dal contratto vigente con effetti pesantissimi sulle retribuzioni, sulle pensioni, sulle liquidazioni.

Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal e Gilda Unams ritengono indispensabile che il testo della manovra correttiva dei conti pubblici venga modificata, per la parte che attiene alla scuola, in sede di conversione parlamentare.

Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal e Gilda Unams, oltre alle iniziative assunte nei territori, indicono una manifestazione nazionale, il 15 giugno a Roma, al Teatro Quirino.
 
Potete scaricare il volantino in formato pdf

Peccato manchi la Cgil che manifesta il 12 giugno e sciopera il 25 giugno di fatto senza la scuola. Le motivazioni sono le stesse di tutti gli altri sindacati: boh!
L'analisi della Cisl

Altre notizie sul sito Gilda Venezia


* Sanzioni disciplinari

Nota dg del 9 giugno 2010 pdf
Attenzione alle scadenze, contattate immediatamente il sindacato in caso di contestazioni

* Organico secondaria II grado

L'informativa per il Veneto
I dati su alunni e classi per Verona


* Finite le lezioni, l'attività continua

Le sedi della Gilda rimangono aperte per tutti i colleghi: mantenete i contatti con il vostro sindacato, se avete dubbi, proposte e consigli noi ci siamo..
Sono benvenute idee nuove (e persone disposte a dare una mano per realizzarle).
Durante l'estate continuano, come al solito, anche gli aggiornamenti del sito e della mailing list.


* Bando regionale per la selezione dei Coordinatori di Educazione Fisica e Sportiva nelle province di Rovigo, Treviso e Verona

Nota dg del 9 giugno 2010 pdf - allegati: bando e schema domanda zip - (dal sito dell'USR)
Scadenza: 30 giugno 2010


* Mobilità professionale Personale ATA

Elenco regionale degli e-tutor per la formazione


* Aggiornamento degli elenchi aggiuntivi di sostegno – domande di inclusione

Ricordiamo ancora la scadenza del 3 luglio
Istruzioni operative + allegati (fac-simile di domanda – prospetto corretto ultimi nominati a.s. 2009/10- elenco docenti nominati per l’a.s. 2009/10 per le classi di concorso gestite dalla Direzione Regionale)
Nota dg del 3 giugno 2010 pdfAllegati zip - (dal sito dell'USR)



* Domanda di disoccupazione

La guida di Orizzonte scuola
I chiarimenti INPS


(8 giugno 2010)


* Il TG della Federazione Gilda-Unams del 4 giugno 2010

Con Rino di Meglio si parla della manifestazione del 5 giugno e dei tagli alla scuola; di libertà di insegnamento; di finanziaria (Il link alla pagina originale del sito FGU oppure cliccate sull'immagine)
Il video della manifestazione del 5 giugno 2010 (il link alla pagina del sito nazionale)

COMUNICATO STAMPA
MANIFESTAZIONE GILDA, FOLLA DI INSEGNANTI RIEMPIE PIAZZA SANTI APOSTOLI A ROMA. DI MEGLIO: QUESTA FINANZIARIA MASSACRA I DOCENTI.

Centinaia di docenti provenienti da tutta Italia hanno partecipato oggi pomeriggio, in piazza Santi Apostoli a Roma, alla manifestazione nazionale indetta dalla Gilda degli Insegnanti per protestare contro il massacro degli organici nelle scuole e la Finanziaria varata dal Governo.

“In questo momento così difficile – ha detto il coordinatore nazionale della Gilda, Rino Di Meglio, intervenendo dal palco allestito in piazza Santi Apostoli – è fondamentale far capire a tutti gli italiani cosa sta accadendo nelle scuole. In tre anni scompariranno 135mila posti di lavoro: tagli indiscriminati che, oltre a rendere disoccupate decine di migliaia di insegnanti, – ha sottolineato Di Meglio – stanno rendendo impossibili le attività didattiche, a causa del sovraffollamento delle classi e della mancanza di supplenti”.

Il leader della Gilda ha usato toni molto duri anche contro la Finanziaria, “una manovra – ha attaccato Di Meglio - che colpisce doppiamente i docenti, discriminandoli rispetto alle altre categorie di dipendenti pubblici. Per i docenti, infatti, oltre al blocco del contratto per tre anni, è prevista anche l’abolizione degli scatti stipendiali senza alcuna possibilità di recupero. Nell’ambito del triennio, la perdita economica subita dagli insegnanti va da un minimo di 700 euro a un massimo di 2700 euro all’anno per i più anziani. Per le altre categorie, come per esempio i magistrati, ciò non avviene”.

“È arrivato il momento di ribellarsi e di combattere con tutte le armi a nostra disposizione – ha aggiunto Di Meglio – perché è chiaro che l’obiettivo del Governo è smantellare la scuola pubblica statale a favore di quella privata. Per impedire che ciò avvenga, la Gilda degli Insegnanti preparerà un programma di mobilitazione che durerà per tutto il prossimo anno scolastico”.

Infine il coordinatore nazionale ha annunciato che “se la Finanziaria passerà alla Camera e al Senato con il testo attuale, la Gilda la impugnerà per incostituzionalità, perché viola i principi di eguaglianza e di non retroattività delle leggi”.

Roma, 5 giugno 2010
Ufficio stampa Gilda Insegnanti

L'articolo di Tecnica della scuola sulle proteste del 5 giugno

Il consueto cmpelto panorama della situazione sul sito della Gilda di Venezia


* Il numero di Giugno di Prifessione docente

Sommario  Pag. 1 - Norme liberticide anche nella scuola. Di Rino Di Meglio. - Pagheremo caro. Pagheremo tutti? Di Renza Bertuzzi. - Pag. 3 –  L'ago nel pagliaio.  A cura di Gina Spadaccino.   - Pag. 4 - “Le discipline sono i mattoni indispensabili per ogni conoscenza, le fondamenta su cui costruire la propria istruzione”. A cura di  Fabrizio Reberschegg.-  Pag. 5 - Tecnici e professionali: il futuro è nelle mani delle regioni.   Di  Fabrizio Reberschegg. - Pag. 6 - La riforma scolastica in ottica federalista.  Di Antonio Gasperi. - Pag. 7 - Si chiede in Australia e non in Italia: every
teacher is a teacher of thinking cioè ogni docente deve insegnare a ragionare. Di Piero Morpurgo. -  Pag. 8 - Vita in provincia.

 

* Mobilità scuola primaria: esuberi dopo i movimenti.

Il MIUR ha trasmesso giovedì 3 giugno il prospetto completo degli esuberi risultanti nella scuola primaria a seguito dei movimenti.
Le regioni interessate all'esubero sono in totale 11, per 7  (evidenziate in giallo) non risulta alcun esubero e in altre 3 (evidenziate in rosa) i valori corrispondenti al personale in esubero sono percentualmente trascurabili.
Relativamente a questi ultimi valori, si può ipotizzare che il riassorbimento completo dei docenti possa realizzarsi con le restanti operazioni di mobilità professionale o con le utilizzazioni sull’organico di fatto.
Lo speciale mobilità


* Esami di stato - soldi subito! Parola di ministro ...


"Miur - Ufficio Stampa Roma, 7 giugno 2010
Il MIUR diffida il preside del liceo scientifico “Majorana” di Putignano: “Vicenda totalmente infondata e pretestuosa”

Le dichiarazioni del preside del liceo scientifico “E. Majorana” di Putignano, prof. Pietro Gonnella, sono prive di qualsiasi fondamento. Le spese per gli Esami di maturità sono sempre state a carico del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e naturalmente lo saranno anche quest’anno. Il Miur diffida dunque il preside dal chiedere soldi ai genitori, creando un inutile ed infondato allarmismo. Il Ministero ha già assegnato alla scuola 30.000 euro e, come tutti gli anni, al termine degli esami, chiederà all’istituto quale sia stata la cifra effettiva per assegnare il saldo finale. L’anno scorso la spesa finale del “Majorana” è stata pari a 31.953,36 euro.

E’ comunque incomprensibile che alcuni media abbiano dato rilievo ad una denuncia assolutamente falsa, inventata e tesa a fare propaganda. Si tratta dell’ennesima dimostrazione della volontà di alcuni dirigenti scolastici di fare politica piuttosto che pensare al bene degli studenti. Chi ha queste intenzioni dovrebbe candidarsi alle elezioni e non fare il preside."

Fateci sapere quando sul vostro conto corrente arrivano i soldi per gli esami

Domande e risposte sull'esame di Stato a cura di Antimo Di Geronimo


* Esami I ciclo

La circolare 50 del 7 giugno 2010 del Miur
OGGETTO: anno scolastico 2009/2010 - esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione - adempimenti - prova nazionale (allegato tecnico e protocollo di somministrazione).


* Consiglio d’Europa – Programma “Pestalozzi” di Formazione in servizio dedicato al personale di ruolo Dirigente e Docente

I documenti sul sito dell'USR


* Misure incentivanti per progetti relativi alle aree a rischio…2009/10 – Scuole finanziate

Graduatoria ed  elenchi delle istituzioni scolastiche che hanno ottenuto un finanziamento sul sito dell'USR
Nota dg del 31 maggio 2010 pdfallegati zip -

* Fondi alle scuole

Il Mef si è accorto dei problemi. L'articolo di Tecnica della scuola


*  E' un'ingiuria sfogarsi contro i docenti che bocciano i figli

Lo sancisce la Corte di Cassazione: è vietato attribuire al prof uno spessore umano e culturale inferiore a quello dell'allievo
Il commento su Tuttoscuola


*  BRUTTE ABITUDINI ESTIVE ED OBBLIGHI DEI DOCENTI DOPO IL TERMINE DELLE LEZIONI


Non passare l'estate a scuola, prima passa da noi
Riprendiamo pari pari un'interessante iniziativa della Gilda di Venezia

Ci stiamo avvicinando al termine delle lezioni scolastiche e ci è stato segnalato che in più scuole esiste la tendenza ad interpretare in maniera fantasiosa e creativa il fatto che gli insegnanti siano in servizio fino a tutto il mese di giugno. Affinchè i colleghi si preparino in anticipo a fronteggiare eventuali richieste arbitrarie, riproponiamo alcuni semplici punti contrattuali.

Gli obblighi di servizio degli insegnanti sono regolati dal CCNL 2006-09 e ricordiamo a tutti che niente può essere richiesto agli insegnanti che non sia contemplato dal contratto. Pertanto l’arrivo dell’estate non obbliga gli insegnanti ad attenersi a nuove norme, spesso giustificate, caldeggiate e decise dai Dirigenti scolastici che, come nelle filande di una volta, vorrebbero imporre la loro personalissima interpretazione delle norme.

In molte scuole primarie vige la regola secondo cui i docenti devono comunque essere presenti a scuola per “fare qualcosa” di non ben definito che non è contemplata nel contratto.

Ci sono scuole ove i dirigenti chiedono ai colleghi di riordinare biblioteche ed armadi, sistemare aule, compiere traslochi, svolgere riunioni fiume sulla Riforma, partecipare ad aggiornamenti sulla Sicurezza fuori tempo massimo, organizzare incontri per definire i tutor, stabilire gli orari e quanto si possa immaginare di gratuito per avviare la Riforma che da tempo noi definiamo “a costo zero”.

Fermo restando che chiunque deve essere messo nelle condizioni di decidere se fare volontariato o  svolgere una professione, queste sono le regole a cui attenersi, e nessuno può obbligare i docenti a lavorare GRATIS in mansioni di cui non compare traccia negli obblighi contrattuali, sono dunque frutto di arbitrarie attribuzioni di alcuni dirigenti.

CHE FARE?

Il primo passo importante è quello di contare le ore già effettuate in base al PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITÀ che contiene le attività obbligatorie “funzionali all’insegnamento” calendarizzate e distribuite nel corso di tutto l’anno scolastico.

Il Piano Annuale delle Attività può contenere impegni del personale docente relativi ad attività aggiuntive = facoltative (quelle che verranno poi retribuite con il fondo d’istituto). Il piano, comprensivo degli impegni di lavoro, è deliberato dal collegio dei docenti nel quadro della programmazione dell'azione educativa e con la stessa procedura è modificato, nel corso dell'anno scolastico, per far fronte a nuove esigenze. Dunque non può essere stilato, da parte del D.S., un calendario che preveda impegni per il mese di giugno che non fossero già stati preventivamente deliberati nel piano annuale di inizio anno.

Il piano non c’è?

Il piano non è stato votato dal Collegio Docenti?

Nessuno è tenuto a svolgere queste attività.

Se il piano esiste, occorre verificare che sia stato correttamente deliberato e che contenga esplicitamente gli obblighi di servizio.

Dalla norma si evince chiaramente e senza possibilità di interpretazione alcuna che i docenti sono tenuti a prestazioni di servizio anche durante il periodo di interruzione delle lezioni ma solo ed esclusivamente per le attività programmate e deliberate nel piano annuale delle attività.

Tutte le altre attività richieste non hanno carattere di obbligatorietà, non possono essere imposte, neppure nel caso fossero inserite nel Piano come ore, a pagamento, oltre le 40 perché tutte le ore aggiuntive sono facoltative.

Nel caso il D.S. insista, consigliamo di chiedergli un ordine scritto per la partecipazione alle riunioni in ore che sforino le 40 obbligatorie, potremo così richiederne il pagamento.

Ricordiamo a tutti che gli insegnanti hanno il compito di insegnare, non di tenere in ordine la scuola.

Contattateci subito presso la nostra sede, si tratta di una violazione contrattuale che combattiamo in tutta Italia.


* Inidoneità all’insegnamento – cessazione delle cause

istanza di riammissione in servizio come docente – diniego dell’amministrazione - valutazione discrezionale dell'opportunità della riammissione.
TAR Lombardia - Sentenza n. 486-2010 e il commento su dirittoscolastico.it

(3 giugno 2010)




* Tagli Tagli e ancora tagli - Proteste, proteste e ancora proteste


COMUNICATO STAMPA

Un furto legalizzato, questo governo si vergogni.

 

Il Governo, anche con una campagna propagandistica basata su dati falsi (non è vero che gli stipendi del personale statale sarebbero aumentati il doppio rispetto a quelli del settore privato negli ultimi dieci anni) ha colpito in modo durissimo e discriminatorio il personale della Scuola.


Il Governo ha scelto di lasciare intatti gli sperperi della politica (vedi l’inutilità conclamata delle province la cui soppressione avrebbe consentito da sola di risparmiare 14 miliardi), ed ha messo pesantemente le mani nelle tasche degli insegnanti.

Oltre al blocco dei contratti, che riguarda tutti i pubblici dipendenti, al personale della scuola vengono sottratti, senza alcuna possibilità di recupero, tre anni di anzianità stipendiale previste dai contratti vigenti.

Una lotteria al ribasso che, per gli sfortunati che andranno in pensione nei prossimi tre anni senza aver raggiunto l’ultimo scatto, produrrà addirittura una condanna a vita: un centinaio di Euro al mese in meno per tutta la durata della pensione!

Il Decreto tratta in modo diverso altre categorie, forse perché più potenti e rappresentate in Parlamento: ai magistrati infatti, gli scatti biennali non vengono tolti, ma semplicemente differiti di 36 mesi ed in caso di pensionamento durante il periodo di differimento vengono computati.

Perché questa disparità di trattamento? Per il governo esistono figli e figliastri.

 

Roma, 2 giugno 2010

Il Coordinatore Nazionale F.G.U.
Rino Di Meglio

 
MANOVRA FINANZIARIA: LE CASTE NON PAGANO

Dopo mesi di rassicurazioni sulla tenuta dei conti dell’Italia, sulla ripresa in atto, sulla fiducia di mercati e consumatori, arriva una mazzata economica senza precedenti. E non sarà né sola, né ultima.

A pagare sono sempre gli stessi: lavoratori dipendenti e pensionati, pubblici  e privati, in maniera diretta e indiretta.

Un particolare accanimento si riversa sulla scuola e sui docenti che dovranno sborsare tra mancati rinnovi contrattuali e congelamento dei miseri scatti di anzianità (con effetti però sulla pensione e quindi per tutta la vita) intorno ai diecimila euro e forse più.

Per tutti gli altri il costo si aggira sui 2.000 euro a testa più del 10% del reddito  netto di un dipendente pubblico o privato che sia.

A questi costi si aggiungeranno progressivamente le tasse degli Enti Locali che si rifaranno sui cittadini per i tagli che hanno subito ai trasferimenti di risorse da parte dello Stato.

Qualche sindacalista importante ha anche avuto il coraggio di parlare di equità nella manovra, che sarebbe stata tale se tutti avessero pagato in proporzione ai loro guadagni, ma così non è.

Il decreto legge è costruito su pochi elementi di tagli di spesa: gli stipendi dei dipendenti pubblici in primis, sui tagli alla sanità, all’assistenza, alla cultura. Tutto il resto è in gran parte fumo per gli occhi che non porterà che modestissimi vantaggi alle casse dello stato.

Le solite caste invece non pagano oppure pagano modestissime percentuali solo su porzioni di reddito. Ai Grandi Dirigenti pubblici si chiede il 10% di ciò che guadagnano OLTRE GLI OTTANTAMILA EURO!  Evidentemente per loro il limite di ottantamila euro rappresenta il minimo vitale!

Vadano a raccontarlo ai pensionati a 600 euro al mese!

La casta dei politici non paga, non pagano nemmeno i loro amici e compari; non pagano i commercianti: neanche un euro; non pagano gli imprenditori: neanche un euro. Non pagano le rendite finanziarie improduttive: neanche un euro.

I costi della politica altissimi sono appena toccati, in realtà non ci hanno nemmeno provato a tagliare privilegi e rendite, (abbiamo più auto blu in Italia che in tutti gli Stati Uniti), però tolgono risorse ai corpi di polizia.

L’unica scelta seria che era stata posta in essere, quella di tagliare ENTI INUTILI come le province, prima si è ridotta alla buffonata di quelle dieci sotto i 220.000 abitanti poi niente.

Eppure è ormai sentire comune, una certezza di tutti  che LE PROVINCE NON SERVONO AI CITTADINI, IN REALTA NON SERVONO NEMMENO LE REGIONI, che sono solo luoghi di moltiplicazione infinita di spesa, di clientela politica ed elettorale.

Basterebbe eliminarle TUTTE per avere un debito pubblico dimezzato.

La corruzione continuerà a vivere prospera senza lacciuoli e continuerà a bruciare 60 miliardi di euro all’anno che finiranno regolarmente nei conti esteri.

L’evasione fiscale, 200 miliardi di euro l’anno, non sarà toccata minimamente, questa manovra economica infatti ne parla, ma non mette in campo alcun serio strumento di contrasto.

Una manovra iniqua che schiaccia le categorie deboli, non aiuta la crescita economica del paese, non cambia le prospettive, una manovra che renderà la maggior parte dei cittadini più poveri, non soltanto di soldi, ma di cultura e di tutele, mentre alcune categorie sociali rimarranno ben protette e continueranno impunemente ad accumulare profitti anche grazie alla crisi economica.

Roma, 31 maggio 2010
Il Segreteraio Generale FGU
Prof. Alessandro Ameli
 

Manovra Economica Finanziaria 2010: il giro di vite sulla scuola.

La manovra economico-finanziaria 2010 è stata varata lunedì 31 maggio 2010 ed è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale serie generale n. 125 del 31 maggio 2010, supplemento ordinario, sotto la denominazione: DECRETO-LEGGE 31 maggio 2010, n.78 "Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica".

L'art. 9, Contenimento delle spese in materia di impiego pubblico, del detto decreto colpisce in maniera pesante il personale della scuola. In particolare viene disposto:
- il blocco dei trattamenti economici dei singoli dipendenti per gli anni 2011-2013 ai livelli del 2010, con la sola aggiunta dell’indennità di vacanza contrattuale;
- il blocco dei posti dei docenti di sostegno sui livelli dell’anno scolastico 2009-2010, salvo deroghe per casi gravi;
- l'eliminazione, senza possibilità di recupero, del triennio contrattuale 2010-2012, fatta salva l’indennità di vacanza contrattuale, che non è pensionabile;
- l'eliminazione dalla progressione di carriera del personale della scuola (docenti ed ATA) degli anni 2010-2012.
- la rinegoziazione della Retribuzione Professionale Docente (RPD) e il CIA degli ATA al termine del triennio: si tratta di un chiara minaccia di ulteriore taglieggiamento degli stipendi del personale della scuola.

Il danno economico per tutto il personale è gravoso: proponiamo al riguardo un prospetto distinto per ordine e grado di scuole in cui sono evidenziati gli effetti degli incrementi stipendiali perduti dai docenti per effetto del decreto.

«Un furto legalizzato, questo Governo si vergogni». Così il coordinatore nazionale della f.g.u., Rino Di Meglio, ha commentato la manovra finanziaria del Governo , che colpisce in modo durissimo e discriminatorio il personale della Scuola.

Art. 9, decreto legge 78/2010.
Effetti blocco scatti stipendiali.
Il testo completo del decreto

Venezia, 5 giugno 2010. Presidio di protesta di tutta la scuola. Questa volta veramente e finalmente unitario.
Chi non può venire a Roma potrebbe cercare di partecipare al presidio di Venezia.

Firenze, 3 giugno: sindacati in piazza contro i tagli alla scuola pubblica. Scuola: noi intendiamo reagire
FLC CGIL – CISL Scuola – UIL Scuola – GILDA Unams

Si muovono finalmente anche confederali (oltre alla Cgil finalmente anche Cisl e Uil) e snals?

L'analisi dell'effetto sulle pensioni della Cgil

Per una panoramica completa della situazione trovate le notizie sul sito della Gilda Venezia

Una iniziativa di protesta dello snals di Venezia: 100 ore per la scuola


* Frullato superiori

Regolamenti concernenti il riordino del secondo ciclo di istruzione - Comunicazione estremi di registrazione da parte della Corte dei Conti (dal sito Miur)
Decreti interministeriali di ridefinizione dell'orario complessivo annuale delle lezioni delle seconde, terze e quarte classi degli istituti tecnici e delle seconde e terze classi degli istituti professionali. (dal sito Miur) Che siano quelli definitivi?
Attuali classi di concorso su cui confluiscono le discipline relative al primo anno di corso degli istituti di II grado interessati al riordino – nuovo invio.
Le osservazioni della Cgil sulle linee guida dei Tecnici


* Dirigenti scolastici - Conferimento e mutamento d’incarico - A.S. 2010/2011.

La situazione dopo il rinnovo contrattuale dei dirigenti



* Aggiornamento degli elenchi aggiuntivi di sostegno – domande di inclusione: scadenza 3 luglio 2010

Istruzioni operative + allegati (fac-simile di domanda – prospetto ultimi nominati a.s. 2009/10- elenco docenti nominati per l’a.s. 2009/10 per le classi di concorso gestite dalla Direzione Regionale) sul sito dell'USR Veneto
Scadenza domande: 3 luglio 2010


* Assegno nucleo familiare: i nuovi livelli reddituali validi dal 1° luglio 2010 al 30 giugno 2011

L'articolo di Tecnica della scuola



* La lista “nera” degli istituti: non a norma quasi uno ogni tre

Pubblicata dai Codacons. L'articolo di Tecnica della scuola


* Sovraffollamento aule e norme antincendio

TAR Veneto - Sentenza n. 1990-2010
Norme di prevenzione incendi per l'edilizia scolastica - indicazione di parametri non inderogabili - ininfluenza di eventuali violazioni sui provvedimenti di formazione degli organici – necessità di misure di carattere logistico – amministrativo.
Un commento e la sentenza sul sito dirittoscolastico.it


* Graduatorie ad esaurimento

Consiglio di Stato - Sentenza n. 1898-2010
Graduatorie ad esaurimento – procedure selettive con presenza di interessi legittimi - giurisdizione del giudice amministrativo – sussiste.
Ennesima sentenza in proposito. Da Dirittoscolastico.it






Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009


I materiali che rendo disponibili in rete, salvo diversa indicazione, si intendono pubblicati con licenza Creative commons per i testi e LGPL per il software (qui trovate una traduzione italiana non ufficiale)

Creative Commons License
This opera by Flavio Filini is licensed under a Creative Commons Attribuzione 2.5 Italia License.